Tu sei qui

SBK, Sykes: “Futuro? Vedremo, non ho perso il sonno per la scelta di BMW”

“Ho lavorato molto in questo progetto, sarebbe stato bello poter provare a goderci i risultati insieme. Credo che l’atmosfera nel team fosse migliore prima dell’annuncio”.

SBK: Sykes: “Futuro? Vedremo, non ho perso il sonno per la scelta di BMW”

Share


Nonostante un problema tecnico che ne ha condizionato il lavoro nelle FP2, Tom Sykes può ritenersi contento per il risultato ottenuto nella prima giornata di libere a Magny-Cours, terminata con un 1.37.607 che gli ha permesso di conquistare la sesta posizione subito dietro la Honda di Leon Haslam. Per Sykes un buon punto di partenza in vista delle qualifiche e di gara-1 di domani.

“Abbiamo cercato di trovare un po’ di costanza con la moto, prima di tutto cercando di essere nella top-5 o top-6 come successo a Navarra”, ha esordito Sykes parlando della sua giornata. “Le FP1 non hanno avuto molto valore. Nelle FP2 l’idea era quella di esplorare le varie opzioni a livello di gomme e di provare qualcosa sul setup, ma non è andato tutto liscio, ho avuto un problema con la moto, fortunatamente sono riuscito ai box e i ragazzi mi hanno permesso di ritornare in pista facendo un grande lavoro. Non abbiamo completato il nostro programma e, considerando la cosa, mi ritengo piacevolmente sorpreso di essere comunque rimasto nelle prime sei posizioni. Domani cercheremo di migliorare e di chiudere il gap con i primi. Ci sono dei punti della pista dove facciamo fatica con la moto”.

Dopo l’annuncio del passaggio in BMW di Redding, com’è il clima nella squadra adesso?
“Non lo so. Penso che dopo l’annuncio in Navarra, alcune persone in squadra sono state colte di sorpresa con la news uscita sui social media. Tutti sanno com’è la situazione, sta diventando un argomento un po’ scottante. Potenzialmente, credo che l’atmosfera nel team fosse migliore prima dell’annuncio”.

Hai avuto modo di parlare con Leon Camier?
“Si, siamo buoni amici, ci conosciamo da tempo”.

Pensi ci siano ancora possibilità di restare in BMW?
“Vedremo. Ho lavorato molto in questo progetto e sarebbe bello poter provare a goderci i risultati insieme, ma in questo caso non sarà così. Vediamo cosa mi riserverà il futuro. Una deadline per la decisione sul futuro?  Non lo so, prima delle deadline ci sono delle comunicazioni.Vedremo cosa succederà”.

Quanto è stato difficile per il tuo ego vedere che è stata presa una decisione contro di te?
“Non ci ho perso il sonno. Nonostante la mentalità delle persone, continuo a sorprendermi del fatto che le persone dimenticano da dove arrivi e come sei arrivato a un certo punto. I giochi sono difficili là fuori”.

Articoli che potrebbero interessarti