Tu sei qui

MotoGP, Pernat: "Quartararo è il re, ma Aprilia è la regina di Silverstone"

VIDEO Fast By Prosecco - "E' stato un Gran Premio delle gomme e Michelin deve cambiare le cose. La Ducati ha sofferto, non è accettabile quanto fatto da Marquez con Martìn"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il Gran Premio di Silverstone ha regalato emozioni e due grandi protagonisti, ovvero un Fabio Quartararo sempre più lanciato verso la conquista del titolo ed una grandissima Aprilia che finalmente ha conquistato il primo podio in MotoGP con un fantastico Aleix Espargarò. Come sempre, il nostro Carlo Pernat ha commentato la gara davanti ad un calice di Prosecco, offrendo il proprio punto di vista anche sull'incidente tra Marc Marquez e Jorge Martìn.

"Si vedeva dalle prove che sarebbero stati in tanti a giocarsi la vittoria. Quartararo si è messo la corona iridata in testa, ha vinto alla grande facendo una scelta azzardata con la gomma anteriore soft. L’hanno fatto anche altri ma lui ci ha guadagnato, Bagnaia no. 

Ducati qui è stata sconfitta, qui Bagnaia ha avuto gli stessi problemi di gomme già avuti altre volte e c’è da capire cosa succede. Miller quasi ritrovato, però deve fare meglio perché non è il Jack di inizio stagione quando vinceva le gare. In questo momento Quartararo è quello che guida meglio di tutti, in modo più equilibrato.

E’ stato un Gran Premio di gomme, lo stesso Valentino ha avuto problemi con la posteriore. Tutti quelli che hanno messo la soft davanti hanno avuto problemi ed è difficile mettere a posto la moto con questo genere di situazioni. Michelin deve lavorare, cose così non dovrebbero succedere.

Poi c’è un punto di cui voglio parlare, e devo dare due alla direzione gara. Quello che ha fatto Marc Marquez oggi non è una cosa bella. Ha puntato in pieno Martìn, l’ha buttato per terra e poteva fargli male. Non si può correre in questo modo e secondo me la direzione gara deve prendere delle decisioni sportive, anche politiche e per me ci sta anche la squalifica di un GP. Marc  capisco che sta passando un momento difficile, ma non può fare una manovra del genere, non è giustificabile. Questa situazione è figlia del passato, perché non si sono prese misure in passato e questo è il risultato. 

Oggi però la regina è l’Aprilia se Quartaarro è il re. Primo podio in MotoGP, in una categoria molto difficile oggi. Aleix Espargarò è stato bravo, ha retto fino alla fine contro Miller ed ha regalato il primo podio alla casa di Noale, che se lo merita".

Articoli che potrebbero interessarti