Tu sei qui

Suzuki al lavoro su uno scooter elettrico

Lo scooter elettrico sul quale sono impegnati gli ingegneri Suzuki è caratterizzato da una soluzioni di raffreddamento che mira a ottimizzare l'efficienza del motore

Moto - Scooter: Suzuki al lavoro su uno scooter elettrico

Share


Anche Suzuki deve rispondere alle disposizione dell'Unione Europea e alle prossime conseguenti dinamiche di mercato. Le basi per uno scooter ad alimentazione elettrica ci sono, ora i suoi ingegneri sono alle prese con la parte più squisitamente tecnica.

DESIGN SPORTIVO

Suzuki continua a spingere per nuovi modelli e tra questi rientra anche uno scooter elettrico. Dai brevetti si capisce che i tecnici e i designer hanno optato per un aspetto sportivo con un interessante sistema di trasmissione. Colpisce il design del forcellone, sulla scia delle nuove naked GSX-S1000 e GSX-S950 A2 naked, dimostrando come anche il settore scooter possa essere influenzato da quello motociclistico. Se questa scelta fosse confermata, allora lo scooter elettrico del futuro sarebbe un modello il più lontano dalla norma, la quale monta motore e forcellone come un unico elemento o, in alternativa, il motore elettrico sulla ruota posteriore. Sono due opzioni che permettono di aumentare lo spazio all'interno del telaio della moto e così anche uno spazio maggiore sotto la sella, magari per delle batterie di capacità maggiore per un veicolo elettrico.

OPZIONI INSOLITE

I disegni dei brevetti sono molto interessanti perché mostrano uno scooter leggero ma dall'aspetto sportivo. Per ragioni ancora sconosciute l'elettronica è posizionata sopra il motore, con la batteria, il regolatore di velocità e il trasformatore. A prima vista una decisione un po' strana ma aderente alla filosofia di Suzuki di utilizzare il raffreddamento ad aria, attraverso condotti di ingresso e uscita e ventole all'interno dello scooter elettrico. Montandoli uno vicino all'altro significa considerarli come un'unica unità da raffreddare, limitando le parti da raffreddare cercando un'efficienza migliore. Al momento siamo al livello di disegno tecnico, vedremo se prossimamente spunteranno altre curiosità su un veicolo che si dimostra già molto interessante. 

Poi, quando arriverà sul mercato, ad attenderlo ci sarà una concorrenza agguerrita e preparata, perché gli scooter elettrici non mancano. Il BMW CE-04 è l'ennesimo passa nella mobilità urbana della casa bavarese, il Piaggio One e i modelli WOW 774 e 775 sono la risposta italiana mentre Askoll è la proposta più tradizionale. I modelli Honda U-Go e U-be invece hanno un prezzo molto competitivo e siamo in attesa di conoscere il primo scooter elettrico di Husqvarna (e KTM).

Articoli che potrebbero interessarti