Tu sei qui

MotoGP, Mir: "brutta giornata, ora pensiamo alla gara, ho il ritmo dei migliori"

"Non sono preoccupato per la gara di domani, penso di avere comunque un buon ritmo per poter stare al passo col gruppo di testa". Rins: "mi piacerebbe replicare il successo del 2019".

MotoGP: Mir: "brutta giornata, ora pensiamo alla gara, ho il ritmo dei migliori"

Share


E' stata una giornata di qualifiche da dimenticare per il campione in carica di casa Suzuki. Joan Mir è sprofondato e ha chiuso fuori dalla top 10, domani dovrà andare a punti ad ogni costo se non vorrà perdere di vista la Yamaha di Quartararo in classifica.

"Sono dispiaciuto - ci racconta il campione del mondo in carica - mi aspettavo di più, ma nonostante avessi un buon feeling con la moto nelle Fp4, in qualifica non siamo riusciti a sistemare i problemi dell'elettronica e degli pneumatici. In alcuni settori ero molto competitivo mentre in altri ho faticato molto. Tuttavia non sono preoccupato per la gara di domani, penso di avere comunque un buon ritmo per poter stare al passo col gruppo di testa".

Nelle  fp4 ti abbiamo anche visto in difficoltà ad un certo punto, cosa è successo?
"Si è trattato dello pneumatico duro sul posteriore. Quella mescola va molto bene con temperature più elevate, ma qui fa fatica ad entrare in temperatura. Ho provato a scaldarla ma non ci sono riuscito".

Quindi domani la scelta degli pneumatici sarà fondamentale?
"Più che le gomme ci aiuterebbe un cambio di temperatura del tracciato, quella attuale ci sta dando alcuni problemi. Più freddo o più caldo sarebbe comunque meglio di quella attuale per poter scegliere che gomme usare".

Oggi avete anche smontato il nuovo dispositivo 'holeshot' dalla moto, cosa ci puoi dire?
"Essendo ancora un prototipo c'è ancora molto lavoro da fare anche su quell'aspetto. Qui a Silverstone pensiamo che il suo utilizzo sia un azzardo, ci sono pochi punti in cui poterlo utilizzare e non darebbe un grande vantaggio a fronte anche di alcuni rischi".

Questa qualifica potrebbe mettere a rischio il campionato? Cosa ne pensi della pole di Pol Espargarò?
"Non penso, nelle Fp3 avevo comunque un buon passo, spero che per domattina avremo risolto alcuni dei problemi, in fondo la gara è lunga rispetto ad un giro secco, penso di poter fare bene. Quanto a Pol, sono contento per lui, ha avuto un'annata non facile e so quanto aiuta mentalmente centrare una pole".

Meglio Rins: parte decimo

Alex Rins ha fatto meglio del suo compagno di squadra, è sua l'ultima vittoria qui a Silverstone: partirà decimo in griglia domani.

"E' stata una giornata strana - ha esordito lo spagnolo - inizialmente non pensavo che sarei riuscito a fare un buon giro ma alla fine sono finito tra i primi dieci. Siamo anche riusciti a provare le mescole dure, potrebbero essere una opzione valida se la temperatura sul tracciato domani dovesse cambiare. Al momento non sembra, quindi per ora l'obiettivo sarà fare una buona partenza e rimanere col gruppo di testa, mi piacerebbe replicare il successo del 2019".

Se la temperatura cambiasse quindi cambierete scelta degli pneumatici?
"Non è una certezza, perché non abbiamo fatto molti giri con quelle mescole, avremo le idee più chiare dopo il warm-up prima della gara".

Articoli che potrebbero interessarti