Tu sei qui

MotoGP, A Bagnaia Silverstone non fa più paura: "grazie a moto e team ufficiale"

"La Desmosedici è bella da guidare e io mi sento pià pronto e motivato". Miller non è contento del 7° tempo: "non mi sono sentito bene con le gomme nuove"

MotoGP: A Bagnaia Silverstone non fa più paura:

Non sarà un’impresa facile, ma Bagnaia domani forse potrà lottare contro Quartararo. Gli partirà davanti in prima fila e non dovrà farlo scappare, perché il francese ha mostrato di avere un ritmo impressionante a Silverstone. Anche Pecco e la Ducati però si sono difesi in una pista che in passato non aveva mai sorriso alla rossa.

Sono molto contento perché abbiamo lavorato molto bene, facendo un passo in avanti a ogni turno e nelle FP4 avevo molta fiducia. L’unico momento in cui oggi mi sono sentito un po’ deluso è quando in qualifica avevo visto che Martin aveva girato in 1’’58”0, poi ho capito che era un tempo impossibile - ha scherzato il piemontese - Questa è una pista che mi piace molto ma in passato avevo faticato con la Ducati, mentre ora sono competitivo e penso che potrà fare una bella gara”.

La Desmosedici è decisamente migliorata negli ultimi due anni, ma si può dire lo stesso di Bagnaia-

Per quanto riguarda la moto, è stato fatto un enorme passo in avanti in termini di telaio - ha spiegato - Nel 2019 era pesane spostarla da una curva all’altra, mentre ora è molto più bella da guidare, chiude le linee. Per quanto riguarda me, invece, penso che quello che è cambiato è il fatto di essere ora nel team ufficiale. Mi aiuta a essere più motivato”.

C’è poi anche un altro aspetto tecnico, legato alle gomme.

Mi sento meglio con la nuova carcassa introdotta lo scorso anno per lo pneumatico posteriore - ha continuato - Inoltre ho capito come gestire meglio la frenata in ingresso di curva, perché nel mio anno di debutto cadevo spesso in quella fare. Avere più esperienza conta, prendi meno rischi e anche il lavoro con il mio preparatore e l’Academy mi ha permesso di essere più preparato per stare davanti.

Se Bagnaia è quindi soddisfatto della sua giornata, lo stesso non si può dire per Jack Miller. L’australiano era stato il più veloce al mattino, ma partirà dalla terza fila domani, con il 7° tempo.

Sono piuttosto scontento del risultato di oggi in qualifica - ha ammesso -Dopo aver ottenuto un ottimo tempo questa mattina in FP3, ovviamente speravo in qualcosa di più questo pomeriggio, ma purtroppo in Q2 non mi sentivo completamente a mio agio con le gomme nuove. Domani in gara dovremo cercare di attaccare fin da subito per cercare di recuperare posizioni e non lasciare scappare Quartararo nei primi giri. Anche se partiremo dalla terza fila, non penso si tratterà di un’impresa difficile: in generale, il mio feeling con la Desmosedici GP su questa pista è ottimo, perciò cercherò di dare il massimo domani in gara” .

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy