Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "nella caduta mi è andata sabbia negli occhi, nella FP2 lacrimavo"

"Ho lacrimato per tutta la sessione, così alla fine ho preferito andare in ospedale per farmi pulire gli occhi. Mi sento bene ed in forza ed anche la Honda funziona bene a Silverstone"

MotoGP: Marquez: "nella caduta mi è andata sabbia negli occhi, nella FP2 lacrimavo"

Share


Cadere a 270 Km/h e chiudere la giornata comunque con il quinto tempo non è cosa da poco, anche per un pilota come Marc Marquez.

L’incidente è avvenuto nel corso della FP1: Marc ha perso l’anteriore in un punto velocissimo e dopo aver attraversato la via di fuga rotolando a braccia incrociate sul petto, proteggendo le spalle come usa fare da un po’, si è fermato nella curva successiva, in una nuvola di terra.

Nonostante il botto Marquez si è rialzato subito, allontanandosi dal luogo dell’incidente, apparentemente senza un graffio. Ed infatti nella successiva FP2 non è sembrato aver risentito dell’incidente. Poi però al termine della giornata ha preferito non parlare con la stampa e ha affidato ad un audio il suo pensiero, rivelando di aver fatto comunque una visita in ospedale.

“Oggi mi sono sentito veramente bene fin dall’inizio - ha detto l’otto volte iridato - Avevo anche molte energie e mi sono sentito di guidare come voglio. È vero che ho fatto una brutta caduta in FP1, ma il problema è stato che mi è andata sabbia negli occhi. Subito dopo lacrimavo ed infatti nella FP2 non sono riuscito a guidare al cento per cento…la visione era OK, ma sono andato comunque all’ospedale per farmi pulire gli occhi. Ora devo tenerli chiusi per un po’, e vediamo se riuscirò a tenere questo livello sino a domenica”.

Poi Marc ha aggiunto altri particolari sul suo stato di forma.

“Lo avevo detto anche ieri, la spalla non mi dava molto fastidio, la caduta in FP1 ha rovinato un po’ i piani. Ma sono contento di come è andata la prima giornata: la moto funziona bene a Silverstone”.

Articoli che potrebbero interessarti