Tu sei qui

Triumph continuerà a fornire i propri motori in Moto2 fino al 2024

L'accordo con Dorna è stato rinnovato per altri 3 anni. Il propulsore inglese verrà ulteriormente aggiornato, già ora eroga 140 cavalli

Moto2: Triumph continuerà a fornire i propri motori in Moto2 fino al 2024

Share


Triumph continuerà a fornire i suoi motori a 3 cilindri da 765cc come Exclusive Engine Supplier del Campionato Mondiale FIM Moto2 per altri 3 anni, dal 2022 al 2024.

Fin dall’inizio della stagione 2019, che ha segnato il battesimo della collaborazione con Dorna, Triumph Motorcycles fornisce a tutti i team i motori triple 765, ottimizzati per l’utilizzo racing, derivati dal 3 cilindri stradale che equipaggia la raffinata roadster sportiva Street Triple RS. Grazie ad un percorso di sviluppo costante, il motore in configurazione Moto2 eroga attualmente oltre 140 cavalli, con un sensibile incremento del 17% rispetto al motore di serie.

L’adozione del motore triple ha portato da subito al Campionato un surplus di potenza, prestazioni e competitività molto apprezzati dai piloti e dai fans del Mondiale.

Supportando la visione di Dorna di rendere la classe Moto2 più vicina alla MotoGP, l’incremento di cavalli e coppia e l’adozione di un pacchetto elettronico avanzato hanno inoltre costituito un banco di prova più interessante per i piloti, e potenzialmente in grado di facilitare il passaggio alla categoria regina del Mondiale con la prospettiva di una maggiore competitività, e in tempi più brevi.

Nel corso degli ultimi 2 anni, i piloti che si sono contesi il titolo Moto2 sono poi stati in grado di ottenere piazzamenti, podi e anche vittorie nel corso della stagione “da rookie” nella categoria superiore: il Campione 2019 Moto2 Alex Marquez ha conquistato 2 secondi posti nel 2020, mentre il suo rivale Brad Binder ha vinto una gara nel 2020 e una seconda recentemente in Austra nel 2021. Jorge Martin ha conquistato la sua prima vittoria in Moto2 nel 2020, e successivamente da debuttante in MotoGP ha messo un fila una vittoria e due podi nel 2021. Risultati incredibili che testimoniamo come la Moto2™ possa concretamente costituire una rampa di lancio verso la categoria leader del Motociclismo a livello globale.

Mentre ridefinivano i parametri della categoria, i motori Triumph conquistavano anche numerosi record: 14 diversi piloti hanno vinto almeno una gara dal 2019 ad oggi,  in 34 occasioni sono stati segnati Lap Records del circuito, compresi record che sono stati più volte migliorati anno dopo anno, senza dimenticare il superamento del muro dei 300 km/h per la prima volta nel campionato (il record attuale è di 301.8km/h a Phillip Island, Australia).

Sulla base dei positivi risultati ottenuti, del successo della collaborazione con Dorna, del feedback degli addetti ai lavori e della enorme passione evidenziata dai numerosi fans di Triumph, abbiamo deciso di confermare il nostro impegno, al fianco di Dorna e di ExternPro, firmando un nuovo contratto per ulteriori 3 stagioni.

Steve Sargent, Triumph Motorcycles Chief Product Officer, ha dichiarato: ”quello della Moto2 si è rivelato il contesto ideale per mostrare, e confermare gara dopo gara, non solo le performance del nostro motore ma anche la sua affidabilità. Il livello di competitività globale si è talmente alzato che è ormai normale riscontrare che le prime 20 posizioni in qualifica sono comprese nello spazio di un solo secondo. Ciò ha contribuito ad incrementare la nostra visibilità e credibilità a livello globale e ha anche rinvigorito la passione verso il nostro brand e la voglia di competere in sella ad una motocicletta Triumph. Sono orgoglioso di aver dato il mio contributo al successo di questa collaborazione e felice di poter annunciare la proroga per altri 3 anni. Ora ci concentreremo sull’apportare ulteriori migliorie ai nostri motori, per supportare sempre meglio i team e i piloti”.

Carlos Ezpeleta, Dorna Sports Managing Director, ha aggiunto: “questi primi anni di collaborazione sono stati un grande successo, e vorrei ringraziare Triumph per l’impegno, il supporto e la passioni profusi in queste 3 stagioni, soprattutto durante le fasi più severe della pandemia. FIM, IRTA e Dorna sono felici di constatare che tra i risultati di questa partnership c’è anche una maggiore coerenza tra le classi Moto3, Moto2 e MotoGP. Ora guardiamo avanti, pronti ad altri 3 anni di collaborazione”.

Articoli che potrebbero interessarti