Tu sei qui

Antifurto insospettabile: ritrova la moto rubata grazie a Apple AirTag

Il dispositivo pensato per ritrovare chiavi o portafogli grazie allo smartphone ha sventato il furto di una moto scoraggiando i ladri

Moto - News: Antifurto insospettabile: ritrova la moto rubata grazie a Apple AirTag

Share


Con la bella stagione tornano le moto su strada, e insieme alle nostre moto purtroppo tornano in azione i ladri, pronti a rovinarci vacanze, uscite del weekend e estati intere. Purtroppo l’Italia non è esente da questa piaga, anche se non è ai livelli di nazioni come l’Inghilterra, dove i motociclisti non riescono in nessun modo a dormire sonni tranquilli. Certo, la soluzione c’è, ed è rappresentata dagli antifurto.
Ne esistono di varie tipologie: da quelli meccanici fino a quelli con tracciamento GPS, e se volete saperne di più vi basterà il nostro articolo dedicato a tutte le possibile scelte d’acquisto. Ai modelli già presenti sul mercato bisognerà aggiungerne uno veramente insospettabile: Apple AirTag, che ha salvato la fedele compagna di un centauro americano dalle brutte intenzioni di alcuni rapinatori.

Il fatto

Come racconta il portale appleinsider.com un motociclista di Washington aveva applicato un AirTag alla propria moto, e appena accortosi del furto l’avrebbe localizzata vicino il luogo del reato, senza neanche un graffio. Probabilmente anche i ladri, se dotati di uno smartphone con il logo della Mela, saranno venuti a conoscenza della presenza dell’AirTag, visto che il dispositivo segnala agli IPhone nelle vicinanze che si stanno allontanando con un oggetto non di loro proprietà. Insomma, quello che dovrebbe essere un portachiavi intelligente ha finito per scoraggiare i malviventi, costringendoli a fermare presto la loro fuga.

Come funziona

AirTag non nasce certo come antifurto per moto, ma si è rivelato prezioso nello scopo grazie alla sua tecnologia: consente infatti di sfruttare la rete di IPhone circolanti per tracciare oggetti smarriti. Si associa attraverso ICloud e Bluetooth, così da essere utilizzabile anche se l’oggetto smarrito insieme a quello dove c’è l’AirTag è proprio il nostro smarthpone, semplicemente accedendo al cloud attraverso credenziali. Inoltre AirTag è pensato per scoraggiare tracciamenti indesiderati, avvisando chi è in possesso di un AirTag non registrato come proprio attraverso notifiche e suoni: proprio quello che è successo ai ladri, che pur di evitare di trovarsi la polizia a casa con tanto di IPhone del leggittimo proprietario se la sono data a gambe.

Articoli che potrebbero interessarti