Tu sei qui

Ecco perché questa non è la prossima enduro di Triumph

Sui social da giorni la foto di una papabile Triumph enduro sta diventando virale, ma è solo un fotomontaggio. Vi spieghiamo i motivi

Moto - News: Ecco perché questa non è la prossima enduro di Triumph

Share


La notizia, diventata ufficiale qualche settimana fa, di Triumph che presto debutterà nel mondo dell’offroad con una gamma dedicata all’enduro e al cross ha fomentato gli appassionati del genere e non solo. Triumph è infatti conosciuta per la cura dei dettagli e l’originalità delle sue moto e tutti i maniaci del tassello sanno che questa new entry segnerà un passo avanti per tutto il panorama. Forse per tutto il clamore generato dalla notizia iniziano già a girare le prime fake news riguardanti il debutto di Triumph nel settore.

A caccia di like

Da giorni infatti impazza sui social e rimbalza nelle chat degli appassionati una foto che dovrebbe ritrarre la prima enduro specialistica di Triumph. Il nome non lascia dubbi visto che si legge “Triumph enduro concept”, ma i primi dubbi sorgono notando la presenza della scritta “Street Scrambler” che poco ha a che vedere con i modelli dedicati alle competizioni offroad della Casa di Hinckley. Ma le stranezze non finiscono certo qui: gli occhi più attenti avranno notato subito che nonostante lo sforzo di applicare un bel verde British alle sovrastrutture con tanto di logo Triumph alla moto quella della foto non è altro che una Husqvarna enduro 4 tempi di qualche anno fa a cui è stata donata una sessione di Photoshop intensiva.

Il disegno delle plastiche è identico, così come il passaggio dello scarico e quello del tubo carburante. La prova del nove ce la regala il dettaglio sulla forcella: marchiata Ohlins dal fantasioso autore del fotomontaggio, ma con piedini e link che appartengono ai modelli WP. Stesso trattamento naturalmente è stato riservato al motore, identico a quello del gruppo Pierer ma con il logo di Triumph sul carter. Per sbizzarrirvi con il “Trova le differenze” vi lasciamo la foto di una Husqvarna FE 250 2018 qui sotto.

Non sarà una KTM travestita

Qualcuno potrebbe pensare che Triumph abbia stretto accordi con il gruppo di cui Husqvarna e KTM fanno parte per il suo debutto nell’offroad, ipotesi quantomeno fantasiosa per due motivi: KTM non avrebbe nessun interesse nel concedere il suo materiale a un concorrente che potrebbe prendere tempo prima di svilupparne del proprio, e Triumph con delle moto mutuate da una casa leader del settore non farebbe certo un figurone.

Se è vero infatti che alcuni marchi più piccoli usano motori o telai di case più grandi, collaudati nel tempo e conosciuti per l’affidabilità, il percorso che Triumph ha intrapreso va nella direzione opposta, e l’arruolamento di Cervantes e Carmicheal lo dimosta. Insomma, le Triumph da enduro e cross saranno una ventata d’aria fresca per il settore, quindi non aspettatevi una KTM verde, ma molto di più!

Articoli che potrebbero interessarti