Tu sei qui

Tesla: dopo quanti km le batterie perdono capacità?

Le "interessate" sono la Model X e Model S. Secondo la casa californiana perderebbero il 10% dopo 320.000 km

Auto - News: Tesla: dopo quanti km le batterie perdono capacità?

Share


Abbiamo visto più volte quali possano essere i limiti, gli svantaggi ed i vantaggi delle auto elettriche. L'autonomia è il problema numero uno di questo tipo di vetture, ma c'è altro a cui spesso non si pensa. Le batterie, dopo quanto si esauriscono? Quanto durano? Questo perché la sostituzione di una batteria agli ioni di litio non costa certo poco, anzi. Del resto, questo tipo di accumulatori rappresentano (almeno per ora) la tecnologia con il miglior rapporto qualità prezzo e prestazioni. In quanto batterie però, anche se di ottima qualità, con il tempo vedono diminuire la propria capacità massimale. La risposta arriva da Tesla.

I clienti possono stare "tranquilli"

Secondo l'azienda californiana, i propri clienti possono stare tranquilli. Tesla ha riferito che le sue Model S e Model X perderebbero solo un 10 percento di capacità massimale, dopo 320.000 chilometri complessivi e diversi anni di utilizzo delle stesse. La cosa dunque è abbastanza interessante, poiché rispetiamo, dopo la mera autonomia, la prima preoccupazione degli utenti è la durata degli accumulatori di energia. Da Palo Alto fanno presente che il cosiddetto "processo di degradamento" è sì più veloce per i primi 150.000 chilometri, ma poi la cosa diventa "trascurabile". In una loro nota si legge che "I pacchi batterie Tesla sono destinati a durare più della stessa auto. Da parte nostra stimiamo che in media un veicolo viene rottamato dopo circa 320.000 chilometri percorsi negli Stati Uniti e intorno ai 240.000 chilometri in Europa".

Sembrerebbe poi, che alcune Model X e Model S, avrebbero raggiunto il traguardo degli 800.000 km, con la batteria rigorosamente originale. L'azienda californiana però, ha come obbiettivo il raggiungimento del milione di miglia, ovvero 1,6 milioni di chilometri. Ci riusciranno? Le imminenti celle 4680 potrebbero consentire una cosa del genere. Secondo però uno studio svoltosi ad Harvard, le batterie con tecnologia allo stato solido non perderebbero la loro capacità. Insomma, c'è ancora molto da fare, ma il futuro, almeno per le Tesla, promette bene.
Riportiamo sopra lo schema realizzato da Elektric, fonte di questo redazionale.

Articoli che potrebbero interessarti