Tu sei qui

KTM SC8 390 e Panitaljet V4R, gli scooter sportivi che tutti vorremmo

Sono frutto della fantasia di un famoso designer e molto probabilmente non li vedremo mai su strada, ma faremmo carte false per averli in garage

Moto - Scooter: KTM SC8 390 e Panitaljet V4R, gli scooter sportivi che tutti vorremmo

Share


Oggi parlare di scooter significa per lo più riferirsi a mezzi pratici, che consumano poco e richiedono pochissima manutenzione: i preferiti dai lavoratori delle città italiane per il tragitto casa-ufficio. Non è sempre stato così però: andando indietro nel tempo si trovano esempi perfetti di scooter che erano veri e propri trampolini di lancio per smanettoni in erba. Oggi, a parte rarissime eccezioni questa categoria di mezzi non esiste più, ma la voglia di avere scooter dal look e dalle prestazioni pistaiole resiste al tempo e alle mode.

A farci sognare ci ha pensato il designer Kar Lee, meglio conosciuto nell’ambiente come KarDesign, che ormai ci ha abituato a fantasiose ma ben riuscite, e spesso antesignane versioni di moto di tutti i generi e per tutti i gusti. Lee per una volta, o meglio per due, è uscito dal suo steccato e si è dedicato a due scooter nati dalla sua fantasia ma che farebbero furore se arrivassero in concessionario.

La sfida

Il designer tedesco ha lavorato di matita e di fantasia per unire due simboli della velocità su due ruote made in Italy unendo le linee della Ducati Panigale V4 alla meccanica e al telaio a traliccio in bella vista dell’Italjet Dragster, nome noto e storico rinato ultimamente in doppia cilindrata, 125 e 200 cc. Il Frankenstein creato da Lee sembra vero, tanto da avere un suo nome: Panitaljet V4R, anche se il motore è un monocilindrico da 200 cc.

Dall’altra parte invece abbiamo una creazione più moderna, derivata dal debutto della KTM RC 8C: lo scooter KTM SC8 390. Abbiamo scritto più volte che il gruppo Pierer si starebbe adoperando per far debuttare una gamma scooter per i suoi marchi, e se lo facesse con un modello del genere farebbe incetta di pareri favorevoli. Il faro a sviluppo verticale, i colori e la scocca spigolosa infatti lo proietterebbero come riconoscibilissimo cugino delle sportive RC e il motore da 390 cc che abbiamo saggiato sulla KTM 390 Adventure e presto anche sulla nuova RC 390. Peccato che entrambi siano solo esperimenti destinati a rimanere sulla tavoletta grafica di Lee e sul suo profilo Instagram.

Articoli che potrebbero interessarti