Tu sei qui

SBK, Kawasaki mette alla frusta i freni nella bollente Barcellona

In pista sia Rea che Lowes con l'aiuto di Fabien Foret. Le condizioni calde di questo test sono state particolarmente preziose in quanto la prossima serie di gare si svolgerà in Spagna, Francia e Portogallo

SBK: Kawasaki mette alla frusta i freni nella bollente Barcellona

Share


Il team ufficiale Kawasaki ha sfruttato il clima caldo per effettuare una due giorni di test a Barcelona tra il 12 e il 13 agosto per prepararsi a quella che sarà un'intensa serie di gare estive nelle prossime settimane.

Senza la pressione di un regolare fine settimana di gara e le limitate opportunità disponibili per la sperimentazione, sia Alex Lowes che Jonathan Rea sono stati in grado di provare alcuni set-up alternativi sulle loro Ninja ZX-10RR 2021.

Queste sessioni hanno anche aiutato loro e lo staff tecnico a fare progressi verso un set-up di gara adatto per il weekend di gara che si terrà a metà settembre.

Le condizioni calde di questo test sono state particolarmente preziose in quanto la prossima serie di gare si svolgerà in Spagna, Francia e Portogallo, in quelle che probabilmente saranno condizioni molto più calde di quelle sperimentate nei test invernali, e durante i primi turni della stagione 2021.

I 4,627 km della pista di Barcellona si sono rivelati caldi per entrambi i giorni del test, ma Lowes ha preso parte solo al primo giorno, per far riposare il suo fastidioso infortunio alla spalla prima di affrontare la sfida del prossimo round del campionato a Navarra.

Rea ha girato invece in entrambi i giorni, iniziando nel pomeriggio del primo giorno e trovando un feedback migliorato dalla sua Kawasaki mentre imparava di più sulla guida in condizioni di pista calda con quella che è una moto nuova in diverse aree in questa stagione.

Per aiutare il team KRT a fare il rodaggio e controllare i nuovi sistemi di frenata prima di usarli in pista, il campione WorldSSP 2002 ed ex pilota ufficiale Kawasaki WorldSSP Fabien Foret ha preso in mano la moto di Lowes per un po' nell'ultimo giorno. Fabien ha vinto con la Kawasaki nella categoria Endurance a metà degli anni 2010 e oggi è stata una felice opportunità per guidare e capire l'ultima Ninja ZX-10RR ufficiale.

A Foret è stato chiesto di dare una mano e si è goduto il suo tempo in pista sull'ultima Ninja ZX-10RR insieme allo staff tecnico di Lowes, raccogliendo più informazioni sulla natura della moto e sulle sue capacità di quanto avrebbe fatto normalmente guardando solo a bordo pista.  

Con un'altra sessione di test di successo completata, le vere corse ricominceranno presto. La nuova sede WorldSBK del Circuito de Navarra ospita il settimo round del campionato tra il 20-22 agosto.

"È stato un test molto positivo ed è sempre bello provare a metà stagione per mettere alla prova alcune idee - ha detto Rea, che poi ha aggiunto - Abbiamo lavorato su molti elementi diversi e ne abbiamo già trovato un paio che hanno migliorato il pacchetto base della moto. Continueremo a lavorare in questa direzione al prossimo round di Navarra, per confermare ciò che abbiamo trovato qui in un layout di pista diverso. Questo test ci dà anche un sacco di informazioni per iniziare il weekend di gara di Barcellona in un buon modo. Non vedo l'ora di un paio di giorni di relax prima di tornare presto in pista per correre a Navarra".

"È stato un test produttivo per noi il primo giorno - gli ha fatto eco Lowes - Le temperature della pista erano alte e questo ci ha permesso di provare alcune cose. Siamo riusciti a spuntare tutto dalla lista che avevamo pianificato e il mio feeling con la moto è stato buono. A causa di questo abbiamo deciso di saltare il secondo giorno di test per darmi più tempo per riposare un infortunio alla spalla che mi ha assillato di recente. Ora la nostra attenzione è rivolta al prossimo weekend di gara in Navarra".

 "Ho avuto una 'missione' per cercare di rodare alcuni sistemi frenanti ed è stato un piacere per me guidare - ha spiegato Foret -  Ed è stato molto interessante scoprire il carattere della Ninja ZX-10RR per aiutarmi nel mio lavoro normale. Forse capirò le cose ancora di più. E' stato fantastico oggi ed è stata una bella sensazione guidare, quindi vorrei ringraziare tutti per l'opportunità e sono felice di aiutare il team ad avere un sistema frenante migliore sulla moto".

"I nostri due giorni di test sono stati buoni - ha aggiunto Pere Riba, Crew Chief di Jonathan Rea - Ieri abbiamo iniziato solo nel pomeriggio e lavorare. Con 55°C sulla superficie della pista non è lo scenario migliore per certi versi, a seconda di cosa stai provando. La seconda mattina è stata più utile per mettere alla prova gli elementi che avevamo già valutato nelle condizioni calde del primo pomeriggio. Nel pomeriggio di oggi ci siamo concentrati su altri elementi come il launch control, la partenza, perché non stavamo cercando un tempo sul giro. Mi sento positivo perché Johnny aveva indicato un paio di aree, davvero profondamente, dove non era molto felice di recente. Anche ad Assen quando ha vinto le gare, ma soprattutto a Most. Si trattava di equilibrio delle sospensioni, quindi abbiamo lavorato insieme a Showa e penso che abbiamo fatto un buon passo avanti. Non in termini di velocità, ma in termini di comprensione del feedback per il pilota. Jonathan è più felice in queste aree dopo questo test. Il campionato è più competitivo in questa stagione, quindi penso che dobbiamo utilizzare qualsiasi piccolo aiuto, da qualsiasi dettaglio, ovunque sulla moto. Ci siamo concentrati su queste piccole cose e devo dire che sono positivo in previsione di Navarra".

"A metà stagione è sempre bello avere un test perché ti rendi conto dopo un paio di round dove sono i tuoi punti forti e dove sono i tuoi punti deboli - ha spiegato Marcel Duinker, Crew Chief di Alex Lowes - Quindi avere questo test ora è stato molto utile. L'abbiamo accorciato a un solo giorno perché quando la sessione pomeridiana è finita il primo giorno avevamo fatto la maggior parte delle cose che volevamo fare. Così abbiamo deciso di dare ad Alex un po' di riposo e non continuare nel secondo giorno. Abbiamo provato alcune nuove parti, ma l'obiettivo principale era quello di migliorare il nostro set-up di base della moto, col caldo. E abbiamo ottenuto un risultato chiaro".

Articoli che potrebbero interessarti