Tu sei qui

Yamaha R1: il giro al Nurburgring sotto il diluvio è da pelle d’oca!

Andy Carlile e la sua Yamaha YZF-R1 hanno letteralmente aperto le acque del Ring con il giro più veloce di sempre su pista bagnata. Ecco il video

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Chi è appassionato di motori lo vede come la terra promessa, chi ci ha girato ha realizzato un sogno e chi non lo ha fatto ancora conta i giorni che lo separano dall’impresa: il Nurburgring è uno di quei luoghi avvolti da un’aurea leggendaria, ma anche un circuito che per conformazione e abitudini della “fauna locale” è piuttosto pericoloso. Per quello chi riesce a strappare un primato al Ring è considerato un po’ una leggenda vivente. Andy Carlile è uno degli eletti, ma non si è voluto accontentare e ha deciso di tornare in Germania per sfidare di nuovo il Ring, e anche il meteo.

Più che bagnato!

Carlile e la sua Yamaha YZF-R1 con pneumatici wet e nessuna modifica in grado da definirla una pronto pista non si sono fatti scoraggiare dal meteo e approfittando del fuggi-fuggi generale l’inglese ha ben pensato di accendere la sua GoPro e dare del gran gas alla superbike di Iwata. Come si vede dal video le linee scelte da Carlile potrebbero sollevare dubbi, ma in realtà Andy è uno che conosce bene il Ring e sa quali siano i punti più gommati dal passaggio delle auto: da cercare sempre sull’asciutto per avere del grip aggiuntivo, ma da evitare una volta che l’asfalto è bagnato, perché viscidi e problematici da gestire.

Record breaker

Probabilmente quello di Carlile è il giro più veloce sul bagnato al Nurburgring con una moto. In attesa dell’ufficialità però è bene ricordare che Carlile l’albo d’oro del circuito lo ha già firmato nel 2012, quando con un’altra Yamaha R1 riparata in garage dopo un incidente e praticamente stock ha centrato il tempo record di 7 minuti e 10 secondi sul giro, ben 20 secondi in meno del precedente primato. Un inglese con un discreto pelo sullo stomaco, e basta guardare il video per capirlo!

Articoli che potrebbero interessarti