Tu sei qui

MotoGP, Trionfo di Martin ma la Ducati non gode, Mir 2° su Quartararo. Rossi 13°

Il rookie di Pramac domina la gara che è stata anche interrotta per bandiera rossa dopo l'incidente tra Pedrosa e Savadori. Ducati gioisce a metà, Miller cade e Bagnaia chiude 11° dietro Pedrosa. Rossi 13°

MotoGP: Trionfo di Martin ma la Ducati non gode, Mir 2° su Quartararo. Rossi 13°

Share


ORE 15:40 - Termina qui la nostra cronaca LIVE del Gran Premio di Stiria, grazie per averlo seguito con noi. Restate sintonizzati su GPOne per tutte le dichiarazioni dei protagonisti direttamente dal paddock del Red Bull Ring. Stay Tuned e ricordate l'appuntamento di stasera con il Bar Sport. 

ORE 15:30 - Una vittoria semplicemente cristallina quella conquistata oggi da Jorge Martìn sul tracciato austriaco del Red Bull Ring. Il rookie della Ducati Pramac è stato perfetto, scattando in modo esemplare a mantenendo il comando delle operazioni fino alla bandiera a scacchi. Una gara da veterano, pur avendo ancora pochissima esperienza in sella ad una MotoGP. Alle sue spalle ha chiuso un concretissimo Joan Mir, che ha saputo sfruttare le novità tecniche portate da Suzuki per iniziare una parvenza di rimonta iridata. 

Terzo gradino del podio per Fabio Quartararo, che ha sempre più salda nelle mani la leadership di classifica nel mondiale. Il francese ha spauto girare la situazione teoricamente di svantaggio a proprio favore su un tracciato che sulla carta avrebbe dovuto far sudare non poco la Yamaha. Fabio è però stato perfetto, guadagnando punti su tutti i rivali diretti nella lotta per il titolo. 

Ai piedi del podio l'ottimo Brad Binder, che regala un sorriso alla KTM e precede Nakagami e Zarco. Il francese aveva azzardato una morbida al posteriore e forse ha pagato questa decisione, visto che nel finale ha perso molto terreno dopo essere stato alungo 4°. Ottava posizione per Marc Marquez, autore di due partenze garibaldine ma di poco altro. Sembrava che la pausa estiva potesse averci restituite il 'vecchio' Marquez, ma per ora non è così. 

Splendido Dani Pedrosa, che chiude in 10a posizione davanti a Bagnaia, penalizzato sul traguardo con tre secondi per taglio di traiettoria. Una gara disastrosa per il pilota Ducati, che nella prima frazione era invece scattato perfettamente e stava gestendo la situazione. Forse ha 'beccato' una gomma sbagliata e non è riuscito più a riprendersi. 

Valentino Rossi chiude in 13a posizione il primo GP da pilota pronto al ritiro, precedendo Luca Marini e Iker Lecuona. Gran Premio molto sfortunato per i piloti Aprilia, con Lorenzo Savadori messo fuori gioco dalla caduta di Pedrosa all'inizio e Aleix Espargarò che si è fermato per un problema tecnico nella seconda parte di gara. Lo spagnolo aveva anche subito dei sorpassi eccessivamente aggressivi da Marc Marquez. 

GIRO 28 - VITTORIA DI JORGE MARTìN! Grandissima vittoria per lo spagnolo davanti a Mir e Quartararo. Binder 4° ecco la classifica

GIRO 27 - DUE GIRI ALLA BANDIERA A SCACCHI. Martìn sta volando verso la sua prima vittoria in MotoGP, Mir pronto a raccogliere la piazza d'onore davanti a Quartararo, che sta salvando la situazione su una pista ostica per Yamaha. Binder passa Zarco e sale in 5a posizione, anche Nakagami aveva già passato il francese che appare in crisi di gomma. 

GIRO 26 - Nakagami intanto si avvicina a Zarco e lo insidia per il 4° posto. Pedrosa a sua volta riduce ad un secondo il distacco da Bagnaia. Lo spagnolo è 11° mentre il miglior pilota KTM resta Binder, 6° e non lontano a sua volta da Nakagami. 

GIRO 25 - Ecco la classifica al 25° passaggio sul traguardo. Martìn vola verso il trionfo!

GIRO 24 - 1,6 secondi di vantaggio per Martìn, che sta facendo il Martinator! Mir sta mollando, non riesce a reggere il ritmo imposto dal pilota Ducati. Bagnaia intanto sale al 9° posto dopo aver passato Alex Marquez, ma lo spagnolo risponde. Duello tra i due, ne approfitta Marc Marquez per staccarsi. 

GIRO 23 - Martìn spinge forte e porta oltre il secondo il vantaggio su Mir, che inizia ad avere il fiato corto. Intanto bel duello tra Rins e Binder il 6° posto, mentre Vinales nonostante la partenza arretrata ed il long lap penalty, adesso è 18° alle spalle di Pol Espargarò. 

GIRO 22 - Mir non molla e resiste a meno 7 decimi da Martìn! Forse assisteremo ad un bel duello negli ultimi giri, mentre Quartararo ha mollato ed ora è a 5 secondi dietro, con quasi tre secondi di vantaggio a sua volta su Zarco. Pedrosa intanto 11° a due secondi da Bagnaia, che segue da vicino Marc Marquez. 

GIRO 21 - Questa la classifica, con Martìn sempre più lanciato verso la prima affermazione in MotoGP

GIRO 19 - Disastro Ducati: cade Jack Miller che stava insidiando Quartararo per il terzo posto sul podio. Con Bagnaia così dietro, le speranze sono tutte sulle spalle di Jorge Martìn. Brutto errore per l'australiano della Ducati.

GIRO 18 - Mancano 10 giri, ma la gara ha una fisionomia ben precisa. Quasi un secondo di vantaggio per Martìn, che però viene allertato da un track limit warning. Deve evitare errori se vuole raccogliere la prima vittoria in MotoGP. 

GIRO 17 - MARTìN ALLUNGA! Lo spagnolo porta ad oltre 5 decimi il vantaggio su Mir, mentre Quartararo sprofonda a +3,5 secondi. Zarco invece non riesce a ricucire su Miller e resta a 1,8 secondi. Nakagami sesto e miglior pilota Honda in classifica. 

GIRO 16 - Aumenta il vantaggio di Martìn e Mir su Quartararo, che sfiora i 3 secondi. Miller attacca il francese, che rischia di allungare in classifica iridata anche su una pista sulla carta sfavorevole per la Yamaha. Bagnaia è 11° alle spalle di Marc Marquez. Pedrosa è 12° a meno di due secondi dal pilota Ducati, Rossi è 15°

GIRO 15 - Questa la classifica al 15° passaggio sul traguardo. Long lap penalty per Bastianini, che era 12°.

 

GIRO 14 - Il vantaggio di Martìn e Mir è ora di 2,3 secondi su Quartararo e poco di più su Miller. Problema per Oliveira, che forse ha deciso di fermarsi. Procede lentamente, forse non regge per il dolore alla mano oppure ha un problema tecnico. 

GIRO 13 - Sembra una lotta di nervi quella tra Martìn e Mir, che restano davanti a tutti in tandem. Intanto viene inflitto un long lap penalty a Vinales che era già ultimo. Pessima gara per lo spagnolo. 

GIRO 12 - Duello tra Pedrosa e Lecuona! Dani adesso è 14° davanti al compagno di colori in KTM. Martìn sempre davanti a Mir. Marc Marquez sale in 11a posizione alle spalle di Oliveira. 

GIRO 11 - Belle le immagini del duello precedente tra Miller e Quartararo. Martìn sempre leader su Mir. 

GIRO 10 - Ecco la classifica al decimo passaggio con Martìn sempre leader su Mir e Quartararo. 

GIRO 9 - Martìn resta leader con circa due decimi su Mir ed oltre un secondo su Quartararo. Miller resta vicino al francese mentre Zarco lo insegue da vicino. Vinales che è partito dal fondo è 20°. 

GIRO 8 - Martìn e Mir stanno leggermente allungando, Quartararo non tiene il loro passo e di fatto sta frenando anche Miller. Problemi per Bagnaia, che è solo 11° davanti a Marc Marquez. Pedrosa intanto è 14° mentre Rossi è 17°. 

GIRO 7 - Si è formato un trenino in pista, con Martìn a condurre la gara su Mir e Miller. Quartararo 4° a un secondo. Il francese però attacca e passa Miller! Zarco 5°. Bellissimo duello tra Miller e Quartararo, l'australiano lo ripassa. 

GIRO 5 - Questa la classifica. Aleix Espargarò intanto si ferma, nessuna Aprilia in gara purtroppo. 

GIRO 4 - Martìn passa Miller che subisce anche il passaggio di Joan Mir. Quartararo ora 4° su Zarco ed un ottimo Alex Marquez. 

GIRO 3 - Miller resta al comando su martìn e Mir, che resta vicinissimo in sella alla Suzuki. Bagnaia intanto è sceso in ottava posizione, mentre Marquez è 13° dopo aver passato Pol Espargarò. Rossi 18°.

GIRO 2 - Questa la classifica al termine del primo passaggio. Sprofonda Aleix Espargarò dopo il contatto con Marquez, deve essersi molto innervosito. 

GIRO 1 - Scatta per la seconda volta il Gran Premio di Stiria! Bene Martìn e Miller, mentre Marquez centra di nuovo Aleix Espargarò e lo manda largo! Miller prende il comando delle operazioni. Bagnaia non benissimo è 6° dietro Zarco. 

14:41 - Parte il giro di riscaldamento e Vinales non prende il via! Si spegne la M1 dello spagnolo, che scatterà dal fondo della griglia. 

14:40 - Delle immagini amatoriali mostrano l'impatto tra la moto di Pedrosa e Savadori. Impressionante, c'è stata tanta fortuna. 

14:39 - Pedrosa è invece in pista, sarà della partita.

14:38 - Lorenzo Savadori non sarà al via della gara. Aprilia ha preferito tenerlo ai box per salvaguardarlo. I piloti stanno lasciando la pitlane per schierarsi nuovamente in pista. 

14:36 - Davide Brivio interviene ai microfoni di Sky: "I piloti vogliono sempre correre quando possono! Se mi manca la MotoGP? Sono stato qui per più di 20 anni e mi sono emozionato. E' stato un weekend bellissimo, emozionante. I piloti di Formula 1 sono abbastanza simili ai motociclisti. Parliamo di sportivi di alto livello che cercano di avere tutto sotto controllo. Ci sono molti aspetti simili, io poi ho Fernando che è un leone e fa impressione. Anche Ocon ha talento ed è bello vederlo crescere". 

14:34 - Restiamo dunque in attesa di scoprire cosa deciderà di fare Savadori, mentre abbiamo l'ufficialità sull'orario di apertura della pitlane che sarà alle 14:38. 

14:31 - Michele Zaza della clinica mobile ai microfoni di Sky: "Lorenzo sta bene, si ricordava tutto l'accaduto. E' stata fatta una valutazione e sta bene, ha solo una contusione al piede destro che gli crea dolore, ma sembra non ci sia altro. Lui vuole tornare in griglia, per tentare di risalire in moto, poi farà una tac dopo. Il direttore medico del circuito gli ha dato l'ok, quindi è FIT per correre". 

14:30 - Savadori esce dal centro medico ed è inquadrato dalle telecamere di Sky. Zoppica vistosamente, non sappiamo al momento cosa decida di fare. Sta tornando ai box sullo scooter con Rivola. 

14:29 - I piloti che hanno causato la bandiera rossa potrebbere dunque entrambi prendere il via anche della seconda gara, se vogliamo definirla così. 

14:27 - Sembra che Savadori voglia riprendere il via della gara. Non ha problemi fisici ed ha chiesto di tornare in pista. Anche Rivola al centro medico. 

14:26 - Aleix Espargarò non le ha mandate a dire a Marquez

14:25 - Davide Tardozzi ai microfoni di Sky: "Jack non è tranquillo per i contatti al primo giro con Marquez, ma sono incidenti di gara. Pecco stava andando bene, quindi direi tutto nella norma. Credo che resti su gomma morbida nuova". 

14:22 - I piloti stanno anche valutando se cambiare scelta per quanto riguarda le gomme oppure no. Di fatto, la prima parte di gara è stata cancellata e la griglia rispecchierà l'ordine delle qualifiche e non la classifica prima che la gara fosse interrotta. 

14:20 - Saranno necessari ancora parecchi minuti prima di poter assistere alla partenza, ci sono ancora moltissimo steward impegnati nelle operazioni di pulizia del tracciato nel punto dell'incidente. 

14:18 - Ci sarà una procedura di partenza breve. Non è ancora stato comunicato l'orario per la seconda partenza. Non sappiamo al momento se Pedrosa possa essere in griglia o meno per questa ripartenza. 

14:15 - Riguardando il replay appare chiara la manovra di Marc Marquez, che in effetti è stato davvero troppo aggressivo nei confronti di Aleix Espargarò. 

14:12 - Savadori portato al centro medico per sicurezza. Romano Alebsiano intanto parla ai microfoni di Sky: "Non ho notizie di Savadori, spero stia bene. Aleix è rientrato molto arrabbiato ai box per l'ingresso in curva 1 di Marc Marquez, che è stato eccessivamente aggressivo. Manovre del genere devono essere regolate, penso che faremo reclamo al riguardo". 

14:11 - Tanto lavoro per pulire la pista e permettere alla gara di ripartire a breve.

14:09 - Per fortuna arrivano le immagini di Savadori senza il casco. Sembra stare bene, la speranza è che non ci siano problemi seri per il pilota Aprilia. 

14:08 - La gara ripartirà e saranno disputati 27 giri. Intanto riguardiamo le immagini del bel duello dei primi giri.

14:05 - Chiarita la dinamica della caduta che ha causato la bandiera rossa: caduta di Dani Pedrosa, la cui moto viene investita da Lorenzo Savadori in sella all'Aprilia. Le due moto hanno preso fuoco, ma i piloti sembrano stare bene. Savadori si teneva il polso, speriamo non sia nulla di grave. Si sta lavorando per spegnere l'incendio. 

 

GIRO 3 - BANDIERA ROSSA, fuoco in pista. Un incidente che ha coinvolto Savadori e Pedrosa, non conosciamo la dinamica. 

GIRO 2 - INIZIO INCREDIBILE! Duelli all'arma bianca tra Mir, Marquez, Quartararo e Vinales e ne approfittano le Ducati di Bagnaia e Martìn che sono in fuga! Quartararo ora è terzo, non vuole far scappare i due rivali 'rossi'. 

GIRO 1 - Scatta benissimo Bagnaia che prende il comando delle operazioni su Martìn e Mir! Bene Quartararo che regge ed è 4° davanti ad un Marquez esplosivo. Vinales 6° su Zarco, Miller è 9°- Duello durissimo tra Marquez e Quartararo!

13:59 - Marquez ha cambiato idea all'ultimo minuto, è su gomma media!

13:58 - Scatta il giro di riscaldamento, sta per partire il Gran Premio di Stiria!

13:57 - Anche Zarco in pista con una morbida al posteriore come Marquez. Un azzardo per i due piloti, che rompono gli schemi rispetto a tutti i rivali. 

13:55 - Le condizioni dell'asfalto sono diverse da quanto previsto. Per adesso appare completamente asciutto, quindi la Ducati potrà sfruttare la potenza della Desmosedici. Da un certo punto di vista però questo è un vantaggio anche per Quartararo, che con il bagnato era apparso in grande difficoltà. Il francese non deve far scappare Bagnaia e Martìn. 

13:53 - Come da tradizione, il cielo sul tracciato del Red Bull Ring è solcato da una pattuglia di aerei pochi minuti prima della partenza. Si riconosce nitidamente un Mustang P52, l'aereo protagonista delle vittorie degli alleati durante la seconda guerra mondiale e velivolo iconico della storia dell'aviazione. 

13:51 - Di certo sarà una gara molto emozionante per Valentino Rossi, che ha deciso di ritirarsi a fine stagione e probabilmente affronterà questi ultimi Gran Premi con un approccio diverso. 

13:48 - E' appena stato diramato il foglio relativo alle scelte di gomma dei piloti e c'è un azzardo che appare palese. Marc Marquez ha scelto una morbida al posteriore, una gomma che normalmente non coprirebbe la distanza di gara. Forse Marc punta sulla possibilità che piova e quindi che sia necessario un Flag to Flag con cambio moto. La strategia potrebbe essere quella di spingere all'inizio per scavare un gap sui rivali.

13:45 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE del Gran Premio di Stiria dal Red Bull Ring. La gara è stata dichiarata asciutta, dopo quella scesa stamattina non c'è stata ulteriore pioggia sul tracciato austriaco. 

Era attesa ed alla fine la pioggia è arrivata. La grande incognita del Red Bull Ring sarà proprio questa oggi nel Gran Premio di Stiria, che sarà pesantemente condizionato dalle mutevoli condizioni climatiche, rischiando di rimescolare pesantemente i valori espressi in qualifica. Jorge Martìn ha infatti conquistato una pole brillante ieri, ma oggi non potrà tentare la fuga forte della propria Ducati e della prima posizione in griglia. 

Ci vorrà pazienza e tanta strategia, perché il Flag To Flag è dietro l'angolo e sarà necessario mantenere i nervi saldi per tutti. Una condizione che potrebbe esaltare l'innegabile talento anfibio di Jack Miller, da sempre autentico specialista di queste condizioni, ma che potrebbe anche creare qualche problema a tutti i rivali, primi fra tutti i piloti Suzuki che nel warm up bagnato sono apparsi davvero in difficoltà.

Oggi potrebbe approfittare della situazione Marc Marquez, che già a Le Mans aveva mostrato tutta la propria velocità sul bagnato salvo poi incappare in due cadute. Lo spagnolo sa di avere una nuova chance dopo quella che gli è stata offerta dal circuito amico del Sachsenring, e siamo certi che farà di tutto per conquistare un'altra vittoria che darebbe un senso totalmente diverso ad una stagione vissuta lottando con le proprie condizioni fisiche. 

Quartararo non è apparso a proprio agio sul bagnato con la M1, il francese è sembrato molto nervoso al termine di un warm up chiuso quasi in fondo al gruppo e di questo stato d'animo dovranno approfittare Bagnaia e Zarco, in questo momento i piloti più vicini e pericolosi in ottica mondiale. 

La nostra cronaca LIVE del Gran Premio della Stiria scatterà qualche minuto prima delle 14:00, quando si spegnerà il semaforo. Stay Tuned!

Questa la griglia di partenza:

Articoli che potrebbero interessarti