Tu sei qui

MotoGP, Martin in pole guida l'attacco Ducati e precede Bagnaia. Quartararo 3°

Jack Miller è 4° e Johann Zarco 6°, fra loro c'è Joan Mir sulla Suzuki. Marc Marquez 8° con scivolata nella decisiva Q2, Valentino Rossi non va oltre il 17° posto nella qualifiche del Red Bull Ring

MotoGP: Martin in pole guida l'attacco Ducati e precede Bagnaia. Quartararo 3°

Share


Uno stellare Jorge Martin centra la pole position nelle qualifiche della MotoGP sul velocissimo Red Bull Ring, garantendosi la partenza al palo in vista della gara di domani pomeriggio. Alla seconda pole in carriera, il portacolori Pramac Racing ha confermato le proprie abilità nel time attack, al contempo togliendosi la soddisfazione di siglare il nuovo record del tracciato austriaco in 1'22"994 e dedicando la prestazione al nonno ricoverato in ospedale. Unico in grado di scendere sotto al muro del '23, il rookie spagnolo ha relegato a 44 millesimi il compagno di marca Francesco Bagnaia ed a 81 millesimi il leader di campionato Fabio Quartararo, a cui è stato tolto il best lap (gli sarebbe valso il primato) causa track limit alla curva 9. Ciononostante, il francese ha dimostrato di poter dire la sua in un layout non propriamente favorevole alla Yamaha.

Gli allunghi dell'Austria hanno giovato alle caratteristiche della Desmosedici, in tal senso non è una novità trovare ben quattro moto di Borgo Panigale in top-6 con Jack Miller (4°) e Johann Zarco (6°). Nel mezzo si è inserito il Campione in carica Joan Mir sulla Suzuki, mentre Aleix Espargarò ha portato l'Aprilia in settima posizione davanti a Marc Marquez, ottavo, finito a terra nel finale di Q2 senza riportare particolari conseguenze. Soltanto nono Maverick Vinales, il quale non è riuscito a dare seguito alla brillante performance del mattino, a precedere Takaaki Nakagami, Alex Marquez e Miguel Oliveira (entrambi passati dalla Q1) a completare una top-12 racchiusa in nove decimi.

Peggio è andata ad Alex Rins, a sorpresa rimasto escluso dal decisivo Q2 e che domani sarà chiamato a una contesa di rimonta dalla 13esima casella dello schieramento, al fianco della wild card di lusso Dani Pedrosa. Più attardato Valentino Rossi, 17esimo in griglia. 18esimo Luca Marini, 20esimo Enea Bastianini (estromesso dal Q2 per essere andato oltre i limiti della pista), 21esimo con caduta Lorenzo Savadori e 22esimo Danilo Petrucci.

La nostra diretta finisce qui, noi torneremo domani per il warm up e la gara, in programma alle 14, dove il meteo giocherà un ruolo cruciale considerato che le previsioni parlano di ampie possibilità di pioggia.

RISULTATI QP:

14:55 POLE POSITION DI JORGE MARTIN! La seconda in carriera per il rookie del Team Pramac posteriormente a quella ottenuta nel Gran Premio di Doha in Qatar con tanto di nuovo record del Red Bull Ring in 1'22"994. Pecco Bagnaia secondo a completare la doppietta Ducati, ma beffato di appena 44 millesimi. Terzo Fabio Quartararo, che si è visto togliere la pole per track limit. Apre la seconda fila Jack Miller, al fianco di Joan Mir e Johann Zarco (quattro Desmosedici nei primi sei posti). Settima l'Aprilia di Aleix Espargarò davanti a Marc Marquez (vittima di una innocua scivolata nelle battute conclusive) e un anonimo Maverick Vinales, solo nono. Chiudono la top-12, nell'ordine: Takaaki Nakagami, Alex Marquez e Miguel Oliveira.

14:50 Quartararo si porta in testa, ma la direzione gara cancella il giro del francese per essere andato oltre i limiti della pista alla curva 9! Finisce a terra Marc Marquez, rider ok. Viene esposta la bandiera a scacchi.

14:48 Jorge Martin fa ancora meglio del compagno di marca!! 1'22"994 per lo spagnolo e nuovo record della pista. 1-2 Ducati in questo momento con Quartararo in terza posizione, quarto Miller, quinto Mir e sesto Zarco.

14:45 Peccooo!!! Primooo!!! 1'23"038, pole position provvisoria quando mancano tre minuti al termine della Q2. Il Ducatista ha completato il tratto finale del tracciato in modo impeccabile.

14:42 Adesso i piloti sono rientrati ai box per montare il secondo treno di gomme. Marc Marquez al momento è settimo, ottavo Takaaki Nakagami, decimo Johann Zarco, 11esimo Alex Marquez. Ancora nessun giro all'attivo per Miguel Oliveira. Nel frattempo si lancia Pecco Bagnaia!

14:40 Pronti-via e Quartararo stampa un impressionante 1'23"075!!! Giro spaziale del francese a livello del record della pista di Marc Marquez in 1'23"027 risalente al 2019. In prima fila virtuale anche le Ducati di Jack Miller e Jorge Martin. Quarto Joan Mir, a precedere Maverick Vinales e Aleix Espargarò. Nono Pecco Bagnaia.

14:35 Bandiera verde al Red Bull Ring! Al via la Q2, 12 minuti di vitale importanza ai fini della griglia di partenza della gara di domani (in programma alle 14). A chi andrà la pole position austriaca?

14:28 Alex Marquez, dunque, sigla il miglior tempo in 1'23"547 e, insieme a Miguel Oliveira (oltretutto non al meglio fisicamente dopo la caduta nella FP1), passa al Q2. Niente da fare per Alex Rins, soltanto terzo e che domani sarà costretto a scattare dalla 13esima casella dello schieramento. Quarto un positivo Dani Pedrosa, veloce nell'arco degli interi 12 minuti, davanti a Pol Espargarò, Brad Binder e Valentino Rossi. Ottavo Luca Marini. Decimo Enea Bastianini, scivolato nelle retrovie in virtù della cancellazione del personale best lap (aveva ottenuto il primo crono) per essere andato oltre i limiti della pista alla curva 8. 11esimo, con caduta (senza conseguenze), per Lorenzo Savadori. A breve la Q2, di seguito i risultati completi della Q1.

14:25 Cancellato ancora il best lap ad Enea Bastianini che si era portato in prima posizione!! Beffa amara per il portacolori Avintia Esponsarama proprio quando stava già pregustando il passaggio del turno. Stando così le cose, ne approfittano Alex Marquez e Miguel Oliveira, sono loro i primi due della Q1 e che tra poco scenderanno in pista per la decisiva Q2.

14:23 Rins lima il personale best lap, ma resta secondo alle spalle di Oliveira. Quarto Pol Espargarò.

14:20 Secondo tentativo per tutto il gruppo, si decide l'accesso alla Q2. Due caschi rossi per Brad Binder, sale in quinta posizione Rossi in scia a Pedrosa.

14:18 Miguel Oliveira si porta in cima al monitor dei tempi! 1'23"773 per il portoghese che qui lo scorso anno ottenne la prima affermazione in MotoGP. Resta secondo Rins, mentre è stato cancellato il giro a Bastianini (7°) per essere andato oltre i limiti della pista. Ottavo Rossi. Adesso fase di stallo con i piloti che sono rientrati ai box per cambiare le gomme, tra cui Cal Crutchlow (chiamato a sostituire il convalescente Franco Morbidelli).

14:15 Dopo i primi tentativi lanciati, la classifica vede Alex Rins al comando con il crono di 1'23"844, a precedere la KTM di Brad Binder. Terzo Pol Espargarò, mentre si sta migliorando Enea Bastianini: due caschi rossi per il Campione del Mondo Moto2 in carica! Attenzione anche a Pedrosa ed Oliveira.

14:10 Bandiera verde al Red Bull Ring! Scatta il Q1, i piloti stanno uscendo dai box, due posti a loro disposizione per accedere al decisivo Q2. Pista asciutta e temperature ideali in Austria.

14:05 In attesa delle qualifiche, intanto è giunta l'ufficialità del passaggio di Raul Fernandez nella master class sotto le insegne Tech3 KTM Factory Racing Team (QUI il pezzo relativo). Tale annuncio rischia di mettere definitivamente la parola fine all'avventura in MotoGP di Danilo Petrucci.

14:00 Tra dieci minuti circa l'inizio della Q1! Nel frattempo è da poco terminata la quarta sessione di prove libere al Red Bull Ring. Di seguito la classifica finale. Fabio Quartararo in testa davanti a Pecco Bagnaia e Maverick Vinales. 

13:20 Amici di GPOne siamo tornati in diretta attraverso il nostro consueto racconto minuto per minuto! Archiviata la pausa pranzo, adesso lo sguardo è rivolto alle qualifiche ufficiali, dove conteranno calma e sangue freddo nel tentativo di mettere insieme il giro perfetto. I protagonisti della MotoGP scenderanno in pista in quel del Red Bull Ring dalle 14:10 con Q1 e successivamente Q2, prima però spazio alla quarta sessione di prove libere (in programma alle 13:30) dove i piloti cerceranno di affinare il set up delle proprie moto e provare la lunga distanza in vista della gara di domani.

Nella FP3 di questa mattina Pecco Bagnaia ha portato la Ducati in cima al monitor dei tempi con il crono di 1'23"114, segnato proprio alla scadere e non troppo distante dal record della pista. In un layout non propriamente favorevole al marchio giapponese, hanno ben impressionato le Yamaha di Fabio Quartararo (2º staccato di 28 millesimi) e Maverick Vinales (3º), entrambi in testa per lunghi tratti del turno, in tal senso nella qualifica odierna sono da tenere sotto osservazione. 

Sono riusciti ad accedere alla Q2 anche le altre tre Ducati di Jorge Martin (4º), Johann Zarco (6º) e Jack Miller (9º a sei decimi dal compagno di squadra). Positivo anche Joan Mir in quinta posizione, il quale ha avuto la possibilità di provare per la prima volta il nuovo sistema holeshot ideato dai tecnici di Hamamatsu. Settimo Marc Marquez, davanti all'Aprilia di Aleix Espargarò, decimo Takaaki Nakagami.

Dovranno passare dalla tagliola del Q1, invece, piloti del calibro di Dani Pedrosa (wild card di lusso nonché migliore della pattuglia KTM), Alex Rins e Miguel Oliveira, quest'ultimo non al meglio dal punto di vista fisico in seguito alla caduta nella FP1. Insieme a loro pure Valentino Rossi, addirittura 19esimo a oltre un secondo dalla vetta.

RISULTATI FP3:

Articoli che potrebbero interessarti