Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia-Ducati sfidano Quartararo nella FP3 e prenotano la pole al Red Bull Ring

Tutte e quattro le Ducati in Q2. Al termine della terza sessione di libere in Austria, Fabio 2° precede Maverick Vinales, Joan Mir e Johann Zarco. Marc Marquez 7°, Dani Pedrosa 12°, Valentino Rossi solo 19°

MotoGP: Bagnaia-Ducati sfidano Quartararo nella FP3 e prenotano la pole al Red Bull Ring

Share


Alla vigilia del doppio Gran Premio in terra austriaca molti addetti ai lavori avevano indicato la Ducati come favorita e, dopo le due sessioni "ballerrine" causa meteo del venerdì, la Casa di Borgo Panigale si è portata in cima alla graduatoria nella FP3 grazie al giro-perfetto di Pecco Bagnaia in 1'23"114 (non troppo distante dal primato di sempre in 1'23"027), siglato proprio allo scadere. In una mattinata in cui tutte le quattro Desmosedici versione 2021 (squadra ufficiale e Pramac) hanno ottenuto l'accesso alla decisiva Q2 del pomeriggio con Jorge Martin 4°, Johann Zarco 6° e Jack Miller 9°, hanno ben impressionato anche le due Yamaha di Fabio Quartararo e Maverick Vinales. Entrambi in testa per lunghi tratti del turno, pregustando un delizioso 1-2, alla fine si sono dovuti accontentare rispettivamente del secondo a terzo posto, ma incollati in termini di distacco al Ducatista e mostrando buone potenzialità sul giro secco.

Quinto Joan Mir, il quale ha avuto finalmente l'opportunità di provare il nuovo sistema holeshot ideato dai tecnici della Casa di Hamamatsu così come il compagno Alex Rins (solo 13esimo e fuori dalla Q2), settimo Marc Marquez, ottavo Aleix Espargarò e decimo Takaaki Nakagami. Scorrendo la classifica, restano esclusi dalla top-10 anche Pol Espargarò, la wild card Dani Pedrosa (primo della pattuglia KTM) e Miguel Oliveira (non al meglio fisicamente dopo la caduta nella FP1). Indietro Valentino Rossi, 19esimo a oltre un secondo dalla vetta. Distacchi (ovviamente) contenuti con 16 piloti racchiusi in appena otto decimi.

I protagonisti della MotoGP torneranno in azione alle 13:30 per la FP4, mentre dalle 14:10 spazio alle qualifiche (Q1+Q2). Noi seguiremo ogni istante attraverso il nostro consueto racconto minuto per minuto. A dopo!

RISULTATI FP3:

10:40 Bagnaia!! Primo in 1'23"114!! Tempone del Ducatista proprio sulla bandiera a scacchi. Niente da fare per le due Yamaha ufficiali, le quali si devono accontentare della prima fila virtuale con Quartararo (staccato di appena 28 millesimi) a precedere Vinales. Ottima prestazione di Martin in quarta posizione, a precedere Mir e Zarco. Sono riusciti a entrare in Q2 anche, nell'ordine: Marc Marquez, Aleix Espargarò, Jack Miller (distante oltre sei decimi dal compagno di squadra) e Takaaki Nakagami. Esclusi tra i vari Pol Espargarò, la wild card di lusso Dani Pedrosa, Alex Rins e Miguel Oliveira. Chiude in 19esima posizione Valentino Rossi.

10:38 1'23"142 di Fabio Quartararo nonostante la cancellazione del precedente best lap! Il francese è primo. Bagnaia bene in seconda posizione, davanti a Vinales e Mir. Il live timing sembra un albero di natale. 

10:30 Time attack per tutto il gruppo! Vinales si porta di nuovo in testa col crono di 1'23"375 con la soft dietro, a precedere un pimpante Marc Marquez, staccato di 138 millesimi, Alza la china Pecco Bagnaia, 3°, in Q2 provvisoria. Passi in avanti anche per Zarco, 6° a quasi 4 decimi dalla vetta. Scende in decima posizione Fabio Quartararo. Sono minuti caldissimi, questo è il momento della verità. Ecco la classifica aggiornata.

 

10:25 Stiamo entrando nelle battute conclusive della FP3, 15 minuti alla bandiera a scacchi. Restano escluse le Ducati di Zarco, Miller e Bagnaia, così come Oliveira, Il portoghese, vincitore in terra austriaca lo scorso anno, è ancora acciaccato in seguito alla brutta caduta di ieri mattina. Seppur non al 100 % dal punto di vista fisico, al momento si trova in 16esima posizione e non troppo distante dalla top-10.

10:20 1'23"599 di Joan Mir! Miglior tempo! Ottimo giro da parte del Campione in carica (con la doppia soluzione soft), il quale, al contempo, ha iniziato a prendere confidenza col sistema holeshot, in grado di abbassare il posteriore della moto nel tentativo di guadagnare decimi utili in termini di accelerazione e velocità massima. In una tipologia di tracciato come il Red Bull Ring, potrebbe rivelarsi di vitale importanza per Suzuki. Di seguito la classifica aggiornata.

​​​​

 

10:15 Nel frattempo, Alex Rins rientra in pista con la Suzuki dotata del nuovissimo sistema holeshot al posteriore, a lungo richiesto dallo spagnolo e dal compagno Mir, portato (finalmente) questo fine settimana dei tecnici della Casa di Hamamatsu. Lato Ducati, ieri è toccato, invece, alla coppia del Team Avintia Esponsorama/VR46 composta da Luca Marini ed Enea Bastianini. Ormai il cosiddetto abbassatore sta diventando una prassi della MotoGP moderna.

10:10 Manca meno di mezz'ora al termine della sessione. Al momento Johann Zarco e le due Ducati ufficiali sono fuori dalla top-10, bene Alex Marquez al momento in nona posizione (decimo nella combinata). Ecco la situazione al momento.

10:07 Dirompente avvio di FP3 da parte di Vinales! Lo spagnolo si migliora ulteriormente in 1'23"781 e si porta in cima al monitor dei tempi. Buon ritmo dello spagnolo, mentre il compagno di squadra Fabio Quartararo è attualmente in sesta posizione.

10:05 In questa prima parte del turno, la stragrande maggioranza del gruppo sta usufruendo di una coppia di gomme medie. Annunciato il divorzio anticipato da Yamaha, questa mattina Maverick Vinales sta inanellando alcuni passaggi interessanti. Adesso è terzo!

10:00 Dopo neanche 5 minuti dall'inizio della FP2, hanno già limato il personale best lap: Jorge Martin, 2°, Pol Espargarò, 4°, Maverick Vinales, 8°, e Pecco Bagnaia, 10°.

9:55 Bandiera verde al Red Bul Ring! Cominciano a scendere in pista i piloti.

9:30 Amici di GPOne siamo tornati in diretta, in corso la FP3 di Moto3. A breve il racconto live della terza sessione di prove libere della MotoGP sul velocissimo impianto del Red Bull Ring. Per fortuna, questa mattina il cielo è sereno, scongiurato per il momento il rischio pioggia. Di conseguenza, i piloti potranno concentrarsi solo ed esclusivamente sulla ricerca del giro perfetto nel tentativo di rientrare nella top-10 valida ai fini dell'accesso alla decisiva Q2 del pomeriggio. Bandiera verde alle 9:55. 

La giornata inaugurale del week-end del Gran Premio di Stiria è stata condizionata in lungo e in largo dal meteo, specialmente nel pomeriggio di ieri dove l'acqua l'ha fatta da padrona. Per cui, i crono di rilievo fanno riferimento alla FP1 del mattino dove gli usuali protagonisti della MotoGP hanno avuto la possibilità di girare in condizioni ottimali. Il miglior tempo risponde al nome di Takaaki Nakagami (LCR-Honda) in 1'23"805, abile nello sfruttare la gomme nuova al posteriore nel finale turno.

Discorso analago per quanto concerne il Campione in carica Joan Mir sulla Suzuki, 2° a soli 76 millesimi, e Aleix Espargarò (Aprilia), 3°. Via via il resto del gruppo con i soliti distacchi assai contenuti. Tra i piloti di spicco esclusi al momento dalla Q2 spicca Pecco Bagnaia (Ducati), 12° alle spalle del rientrante Dani Pedrosa (KTM), il quale però ha preferito portare a fine vita lo stesso treno di pneumatici. Out anche Miguel Oliveira (KTM), 15° a precedere Valentino Rossi (Yamaha), vittima di una scivolata nelle battute iniziali.

Nella FP2, invece, Lorenzo Savadori (Aprilia) ha mostrato un ottimo passo sul bagnato, ottenendo la miglior prestazione in 1'31"304 davanti a Johann Zarco e Joan Mir. Come detto, adesso la pista è asciutta, ma domenica la pioggia potrebbe fare nuovamente capolino sul Red Bull Ring.

COMBINATA FP1+FP2:

Articoli che potrebbero interessarti