Tu sei qui

MotoGP, Joan Mir: "Sul bagnato il Red Bull Ring è pericoloso, specie la curva 3"

"Potrebbero crearsi situazioni pericolose in quel punto se un incidente vedesse coinvolti più piloti. Qui utilizzerò per la prima volta il dispositivo 'holeshot': lo usano tutti, è vantaggioso"

MotoGP: Joan Mir: "Sul bagnato il Red Bull Ring è pericoloso, specie la curva 3"

Share


Il campione uscente di casa Suzuki è tornato in pista dopo la lunga pausa estiva. Joan al momento è quarto in classifica di campionato a metà stagione, con 101 punti dietro alla Ducati di Bagnaia, e al Red Bull Ring per migliorare punta sul nuovo dispositivo "holeshot" per inseguire con rinnovata carica i suoi avversari.

"Il feeling nelle libere è stato buono, che è la cosa più importante. Partire con una buona base aiuta molto. Sono riuscito a lavorare bene in vista della gara sull'asciutto, nei primi giri non sono partito al massimo ma via via ho aumentato il ritmo".

Sei conosciuto per essere un pilota che frena con molta decisione, questo dovrebbe aiutarti su questo tracciato.
"Si, in staccata penso di fare un buon lavoro, ma dobbiamo lavorare ancora molto sulla velocità, in accelerazione perdiamo molto e c'è ancora spazio di miglioramento. Se riusciremo a sistemare anche questo aspetto penso che potremo fare davvero bene nella gara di domenica."

Pensi che il nuovo dispositivo "holeshot" possa essere la soluzione che state cercando?
"Spero che nei test di domani i risultati ci siano, ma ovviamente preferisco mantenere i piedi per terra per ora, dopotutto è ancora soltanto un prototipo su cui dobbiamo lavorare ancora molto."

Su questo tracciato il nuovo dispositivo potrebbe fare la differenza?
"Al Sachsenring avrebbe fatto una enorme differenza di certo, mentre ad Assen essendo un tracciato con più curve perdevamo qualcosa sul rettilineo ma non così tanto da determinare la gara. Su questo tracciato personalmente mi sento già forte anche senza il dispositivo, ma è pur vero che abbiamo pochissimi margini di miglioramento, quindi i test di domani saranno sicuramente decisivi. Dopotutto se tutti lo usano ci sarà un buon motivo, non mi aspetto che ci sarà una autentica rivoluzione in questa gara, ma sicuramente in futuro potrebbe fare la differenza."

Molti piloti hanno espresso la loro preoccupazione nel gareggiare su questo tracciato in condizioni di asfalto bagnato, sei d'accordo?
"Si, è decisamente un circuito che presenta dei grossi rischi. Specialmente in curva 3 se avvenissero degli incidenti che coinvolgessero più di un pilota, sul bagnato potrebbero crearsi situazioni pericolose."

Articoli che potrebbero interessarti