Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Non penso alla classifica, affronto gara per gara"

"Il Red Bull Ring non è la pista migliore per noi, ma in passato sono salito sul podio". Prima gara da 'separato in casa' per Maverick Vinales

MotoGP: Quartararo: "Non penso alla classifica, affronto gara per gara"

Share


Quartararo ritorna in pista con il titolo platonico di ‘campione d’estate’. il francese di Yamaha comanda la classifica della MotoGP con 34 punti di vantaggio su Zarco e 47 su Bagnaia, ma sulla carta lo aspettano due fine settimana di passione. Il Red Bull Ring non è certo la pista migliore per la M1, mentre la Ducati è stata battuta in Austria solo una volta, dalla KTM di Oliveira.

Fabio, però, non vuole certo partire sconfitto e sa che la Yamaha può dire la sua su un circuito dove la potenza conta moltissimo.

“Sono davvero felice di tornare a correre - esordisce Quartararo - sono stato bene durante la pausa estiva ed è stato bello riposare un po', ma ora voglio solo tornare sulla mia moto di nuovo. Voglio prendere la stagione gara per gara, quindi non sono troppo concentrato sulla classifica. Il mio obiettivo principale è solo quello di fare un buon lavoro in Austria questo fine settimana e quella successiva. Sappiamo che il Red Bulla Ring non è la pista migliore per noi in calendario, ma sono salito sul podio qui in passato, quindi sappiamo anche che è possibile lottare per le prime posizioni. Faremo del nostro meglio.

Per Vinales le vacanze sono stata l’occasione di staccare un po’ dopo la notizia del suo addio alla Yamaha. Lo spagnolo non ha ancora deciso quale sarà il suo futuro (anche se la porta di Aprilia è ben aperta per lui) e intanto deve pensare a concludere quest’anno nel migliore modo possibile.

Le gare dell'anno scorso in Austria sono state a dir poco movimentate e i risultati non sono stati quelli che speravamo - ricorda Maverick il terribile incidente di cui era stato protagonista, ritrovandosi senza freni alla prima curva - ma nel complesso le sensazioni non erano state troppo negative. Sicuramente ci metteremo il massimo per iniziare la seconda metà della stagione 2021 nel miglior modo possibile. Mi sono allenato molto in queste ultime settimane, quindi mi sento benissimo. Le prossime due gare non saranno probabilmente le più facili per noi, ma ad Assen abbiamo dimostrato di avere un grande potenziale. Abbiamo fatto delle buone gare a Spielberg in passato, soprattutto nel 2019, quindi penso che possiamo fare di nuovo un buon lavoro”.

Articoli che potrebbero interessarti