Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Non ancora al 100%, ma sono tornato a fare Motocross"

Gli alfieri Honda pronti alla sfida del Red Bull Ring. Marc: "Una pausa che ha fatto bene a corpo e mente". Pol Espargarò: "Vedere il pubblico in tribuna sarà fantastico"

MotoGP: Marquez: "Non ancora al 100%, ma sono tornato a fare Motocross"

Share


Sta per iniziare la seconda parte della stagione MotoGP 2021, dopo una pausa piuttosto lunga che potrebbe giocare un ruolo fondamentale nel percorso di recupero che sta affrontando Marc Marquez. Lo spagnolo ha vinto al Sachsenring, ma non di certo lo schiacciasassi del 2019 e soprattutto la Honda sembra una moto difficile da interpretare quanto forse non lo era mai stata in passato. Il Red Bull Ring potrebbe diventare terreno di caccia privato per Ducati e KTM, ma Marquez potrebbe diventare la variabile impazzita della partita, nella speranza di trovarlo presto come contendente per il titolo, un ruolo che assolutamente gli spetta nella MotoGP moderna. 

Anche per Pol Espargarò la pista austriaca potrebbe rappresentare un terreno amico. L'anno scorso ha buttato via una possibile vittoria con un errore nell'ultima staccata ed una eredità lasciata ad Oliveira, collega di KTM in Tech3 all'epoca. Lo spagnolo non si è ancora espresso su livelli di eccellenza in sella ad una RCV213 che forse immaginava essere più facile. Fare bene sull'ex A1 Ring potrebbe rilanciare le sue quotazioni all'interno di HRC. 

"Mi sono goduto la pausa estiva - ha dichiarato Marquez -  ho potuto rilassarmi con gli amici e la famiglia e godermela. È stato un bene non solo per la mente, ma anche per il corpo e mi sento meglio e più forte".

Marquez non ha però pensato solo a rilassarsi durante questo periodo. 
"Sono stato in grado di aumentare il mio allenamento, passando più tempo in moto e anche tornando a guidare il motocross, che come sempre mi piace molto! Ma sappiamo che la situazione in pista non sarà ancora semplice e dobbiamo continuare a lavorare e rimanere concentrati. Non vedo l'ora di guidare di nuovo la mia Honda RC213V e avere di nuovo le tribune piene sarà incredibile".

"Finalmente corriamo! È stato un lungo periodo lontano dalla pista - ha commentato invece Pol Espargarò - e non vedo l'ora di tornare a guidare di nuovo la mia Honda. Ci siamo allenati duramente per tutta l'estate e sono completamente preparato fisicamente per la fine dell'anno".

Espargarò conosce molto bene il Red Bull Ring ed è consapevole del tipo di sfida che rappresenta per la Honda. 
"Il Red Bull Ring è un circuito unico con un sacco di frenate e accelerazioni molto fort, penso che possa adattarsi a noi. Sembra che avremo le tribune piene per la prima volta in Austria, sono molto eccitato di vedere tutti i fan e speriamo di poter vedere presto più persone in altri circuiti. Non abbiamo avuto il più facile inizio di stagione, ma è il momento di mantenere la concentrazione e mostrare il potenziale che sappiamo di avere".

Articoli che potrebbero interessarti