Tu sei qui

CIV SBK Gara 2: Pirro rimonta-capolavoro, Delbianco beffato al fotofinish

Rientrato sul gruppo di testa dopo un furioso recupero dall’ultima posizione per aver stallato in partenza, Michele Pirro vince Gara 2 del CIV Superbike a Misano battendo in volata Alessandro Delbianco per 1 millesimo. 3° Lorenzo Zanetti

SBK: CIV SBK Gara 2: Pirro rimonta-capolavoro, Delbianco beffato al fotofinish

Share


Si è dovuto attendere il responso della race direction per capire chi avesse tagliato per primo la linea del traguardo e, al termine di alcuni minuti di trepidante attesa, il verdetto ha parlato, un po’ a sorpresa viste le premesse, in favore di Michele Pirro. Se nella notturna di ieri sera il tester Ducati aveva ottenuto il successo in un incandescente duello contornato da una bella serie di botta-e-risposta, quest’oggi ha dovuto inventarsi un recupero da cineteca in Gara 2 del CIV Superbike al Misano World Circuit Marco Simoncelli, con il settimo sigillo giunto in volata per appena un millesimo di secondo (forse anche meno..) pure in tale occasione a scapito di Alessandro Delbianco, davvero vicino a centrare la primissima affermazione in carriera.

Da ultimo a primo

La seconda contesa del week-end riservata alla top class del Campionato Italiano Velocità ha regalato fin da subito un colpo di scena: allo spegnimento dei semafori la Panigale V4-R di Pirro ha stallato, identico a quanto accaduto lo scorso anno a Imola, costringendolo a recuperare dai bassifondi della classifica complice (come se non bastasse) un errore aggiuntivo alla staccata della Quercia. Il sole cocente della Riviera romagnola ha giocato brutti scherzi al portacolori del Barni Racing Team, il quale ha dovuto rimontare furiosamente a suon di giri veloci sul passo del '36 alto/'37 basso.

Equilibro di massima

Durante il tempo in cui il leader di campionato ha dato spettacolo nelle retrovie nel tentativo di riportarsi nelle posizioni di vertice, un evento più unico che raro, i 16 passaggi hanno proposto un affascinante duello senza esclusione di colpi tra quattro piloti (Delbianco, Zanetti, Gabellini e Ferroni, poi diventato di cinque unità insieme a Pirro) in rappresentanza di tre differenti Case costruttrici, a dimostrazione della bontà del progetto legato alla nuova centralina unica MoTec. In tal senso, la contesa è stata comandata in lungo e in largo dal baluardo del Broncos Racing Team, ma di fatto i giochi si sono decisi soltanto nelle due tornate conclusive.

Beffa amara

Indiscusso protagonista della inedita Racing Night del sabato, questa volta Delbianco (DMR Racing) ha adottato una differente strategia, amministrando in avvio, rompendo successivamente gli indugi nel corso del giro 15 di 16. Passato alla Quercia e abile a difendersi alla perfezione dai tentativi di assalto di Zanetti, il riminese ha sperato in modo concreto nell’affermazione numero uno nel CIV Superbike sino a pochi metri dalla bandiera a scacchi..

Pirro festeggia

L'arrivo visto al fotofinish

Bravo e fortunato allo stesso tempo, una volta uscito secondo dall’ultima curva, il Ducatista ha sfruttato una lieve imprecisione in accelerazione di Delbianco per sopravanzarlo di “001 (!!). Il 47esimo urrà nella SBK tricolore (probabilmente il più inaspettato nonché rocambolesco) coincide con la definitiva fuga in graduatoria, adesso a +64 con soltanto 100 punti rimasti in palio, mentre AD52 si è dovuto accontentare dell’ennesimo secondo posto gettando alle ortiche i personali sogni di gloria quando sembravano cosa ormai fatta. Sul podio pure Lorenzo Zanetti (Broncos Racing Team), distante appena quattro decimi dal vincitore.

Next stop Mugello

Staccatosi nelle battute finali, Lorenzo Gabellini (Althea Racing Team) ha avuto la meglio per appena tre millesimi nei confronti di un pimpante Flavio Ferroni (Nuova M2 Racing) in chiave quarta posizione. Hanno terminato a oltre 12 secondi dalla vetta, invece, Alex Bernardi (Nuova M2 Racing), Luca Vitali (Scuderia Improve by Tenjob) e Riccardo Russo (Nuova M2 Racing), rispettivamente dal sesto all’ottavo posto. In nona posizione Ayrton Badovini (CherryBox24 Guandalini Racing), davanti a Gabriele Ruiu (BMax Racing Team), Agostino Santoro (Broncos Racing Team) e Alex Sgroi (Penta Motorsport). Dopo una breve pausa, i protagonisti del CIV torneranno in azione il fine settimana del 28-29 agosto prossimi all’Autodromo del Mugello, dove Michele Pirro potrebbe già festeggiare la quinta corona Superbike della storia.

Classifica campionato: Michele Pirro 195 punti, Lorenzo Zanetti 131, Alessandro Delbianco 101.

Photo credit: daniguazzetti.com

RISULTATI GARA 2:

Articoli che potrebbero interessarti