Tu sei qui

MotoGP, Oggi, due anni fa, dicevamo addio a Luca Semprini

Ci ha lasciato alla vigilia del Gran Premio di Brno un ottimo giornalista e un caro amico. E ci manca ancora

MotoGP: Oggi, due anni fa, dicevamo addio a Luca Semprini

Share


Oggi, due anni fa. Eravamo appena arrivati a Brno, e non c'era stato il tempo di salutare tutti. Soprattutto il nostro amico ed ex collega Luca Semprini, passato da essere uno dei più talentuosi giornalisti che GPOne abbia mai avuto a ufficio stampa del team Aruba Ducati in Superbike prima e poi del team ufficiale Ducati in MotoGP.

Non solo un giovane collega con il quale eravamo subito stati in sintonia, ma successivamente un amico vero che seguivamo con ammirazione ed affetto. Perché il talento ci vuole, ma solo quando c'è la dedizione arrivano i risultati. Così quel giovedì passò senza rivederci.

Il destino ha voluto che non ci si salutasse, Luca, ma in fondo non importa: non avrebbe aggiunto nulla a ciò che ci portiamo nel cuore e che tuo papà, Luciano, ha scritto oggi su Instagram per ricordarti.

 

Oggi, due anni fa. Un messaggio di @arturvilalta “chiama @davidetardozziofficial “, purtroppo tocca a lui darmi la ferale notizia. Sul momento non riesco neanche a piangere, mi organizzo per volare a Brno prima possibile da Cefalonia. Non volevo crederci, pur conscio che era successo.

La sera prima ci eravamo sentiti, come ogni giorno. Brontolavi perché avevate dovuto aspettare ore per le auto a noleggio da Vienna ed eravate arrivati tardi e stanchi. Poi l’ultimo sonno. Resta in me un buco nell’anima.

Un grazie alla mia famiglia ed ai tanti che mi hanno confermato la grande stima per te e che sempre ti ricordano con grande affetto, @ducaticorse @davidetardozziofficial @paolociabatti @dallignaluigi @petrux9 @andreadovizioso @serafinofoti @chazdavies7 a tutto il team @aruba.it_racing a @gponedotcom ai tuoi veri amici Marchino @bacchellofficialregaz @nonnogeppi a Cesare e a tutte le ragazze che hai avuto nel cuore e che ti ricordano sempre. Io continuo a navigare verso mete lontane, tanto tu sei ovunque nelle onde e nel vento. Un grazie anche ai miei amici veri, capaci di starmi vicino senza parlarne e di abbracciarmi senza dirmelo.

Continuo a navigare perché se è vero, come sostenevi tu, che la bellezza salverà il mondo, navigare forse potrà salvare la mia anima.

Articoli che potrebbero interessarti