Tu sei qui

Aprilia Tuareg 660 verso il debutto, nuovi indizi dai social

Aprilia con alcuni post sui suoi social media anticipa l'arrivo di un nuovo modello, con degli indizi che rimandano all'avventura e al mondo più selvaggio, ambienti perfetti per la Tuareg 660

Moto - News: Aprilia Tuareg 660 verso il debutto, nuovi indizi dai social

Share


Gli indizi seminati sui social media riguardano la Tuareg 660, la prossima enduro stradale di media cilindrata di Aprilia?

INDIZI

Come dicevamo in un precedente articolo, nonostante siamo nel pieno dell'estate, ci stiamo avviando verso il viatico delle presentazioni autunnali dei nuovi modelli. A volte ci sono foto spia, a volte si scoprono registrazioni presso uffici brevetti, altre invece sono proprio le case a spargere indizi, utilizzando i loro canali social. Come ha fatto Aprilia che su Instagram sta postando immagini di sabbie deserti, ruscelli montani, montagne rocciose e su una sua storia chiede ai follower di indicare qual è il loro ambiente preferito. Non si tratta di una agenzia di viaggio, ma una preparazione propedeutica per motciclisti con una inclinazione per la guida fuori strada.

Perché al momento le immagini pubblicate sui propri social media riguardano fondi perfetti per una enduro stradale come la Tuareg 660, di cui tanto si parla e poco si vede. Insomma, una buona strategia per creare quello che i fighi chiamano “hype”, perché scrivere promozione di un nuovo prodotto tramite la creazione del senso di attesa effettivamente è troppo lunga.

CRESCE L'ATTESA

La Aprilia Tuareg andrebbe a colmare un listino destinato a perdere modelli storici come la naked Shiver e la supermotard Dorsoduro, fatte fuori dalla nuova normativa anti inquinamento Euro 5. Sulla crossover veneta abbiamo già scritto ed era spuntata anche una foto spia in occasione dei test di affidabilità su strada. Gli ambienti pubblicati sui social media da Aprilia sono perfetti per una ruota anteriore da 21” e una posteriore da 18”, una forcella dalla lunga escursione. Caratteristiche ideali per una moto che si chiama Tuareg di nome e Aprilia di cognome. Vedremo come i tecnici della casa di Noale calibreranno il bicilindrico da 660 cc, che ha già fatto un bel po' di esperienza sulla RS 660 e sulla Tuono 660: di certo non potrà avere i 100 CV della sportiva o almeno non quella erogazione, ma cercheranno di dare quelle emozioni per divertirsi nell'offroad.

.La Aprilia Tuareg 660 si inserisce in un segmento di mercato competitivo, dove ci sono modelli già affermati come la giapponese Yamaha Ténéré 700 e l'austriaca KTM 790. Dalle pubblicazioni sui social media, la Tuareg 660 si sta avvicinando, il Gruppo Piaggio non ha ancora ufficializzato la sua partecipazione a EICMA 2021 ma ha troppa carne sulla griglia per non offrirla al suo pubblico. Così non ci resta che fare come dice Aprilia: stay tuned.

Articoli che potrebbero interessarti