Tu sei qui

Suzuki GSX-R1000R, una nuova colorazione per il Giappone

Inedita livrea color grigio opaco che rende la Suzuki GSX-R1000R più elegante, ma è disponibile solo  in Giappone

Moto - News: Suzuki GSX-R1000R, una nuova colorazione per il Giappone

Share


Nuovo abito per la superbike giapponese: la Suzuki GSX-R1000R arricchisce le sue opzioni cromatiche con una nuova colorazione minimalista.

BASSO PROFILO

Potrebbe anche non sembrare una superbike da oltre 200 CV, distribuiti su 200 kg, eppure questa moto dall'espressione che ricorda i robot anni '80 e uno scarico che sembra un cannone, è sempre lei, la Suzuki GSX-R1000R. Quello che non riesce a fare un cambio di colore non lo fa nessuno o quasi: con la nuova livrea grigio opaco, la sportiva giapponese diventa mantiene la forma filante ma è molto più elegante. Saranno contenti i giapponesi che cercano una moto dall'aspetto non eccessivamente sportivo ma potente. Perché i giapponesi? Perché questa variante colore è messa a disposizione solo per il mercato giapponese.

Non cambiano però la tecnica e la ciclistica: sotto alla nuova livrea, la GSX-R1000R mantiene il quadricilindrico da 1.000 che eroga una potenza di 202 CV a 13.200 giri e una coppia di 117,6 Nm 10.800 giri. L'avantreno è composto dalla forcella telescopica a steli rovesciati Showa completamente regolabile, su una ruota da 17 con pneumatico da 120/70 e un doppio disco Brembo T-Drive da 320 mm. Al retrotreno c'è ancora il monoammortizzatore Showa BFRC lite completamente regolabile mentre il cerchio da 17” ha una gomma da 190/55, con un disco da 220 mm.

LE ALTRE COLORAZIONI

In Giappone la Suzuki GSX-R1000R è disponibile in altre due colorazioni, blu/grigio e nero/rosso. In Italia invece, oltre alla versione che celebra la vittoria di Joan Mir nel mondiale MotoGP 2020, ci sono le colorazioni nero/rosso e quella più minacciosa completamente nera, che mette in risalto i cerchi in lega color bronzo.

Alla fine dell'anno scorso, Suzuki aveva lanciato anche la GSX-R1000R Legend Edition: in omaggio ai sette titoli mondiali conquistati nella sua storia, ha realizzato sette colorazioni, una per ogni mondiale vinto e ricordando i piloti che lo hanno conquistato: Barry Sheen nel 1976 e 1977, Marco Lucchinelli nel 1981, Franco Uncini nel 1982, Kevin Schwant nel 1993, Kenny Roberts Jr. nel 2000 e infine Joan Mir nel 2019 . Qualche mese prima invece, per festeggiare i 100 anni di Suzuki, era state creata la GSX-R1000R Anniversary, una edizione limitata di 30 esemplari.

Articoli che potrebbero interessarti