Tu sei qui

Ako Trike, è in arrivo il tre ruote elettrico da 240 km/h

Da una start up lituana, arriva un trike, un veicolo elettrico a tre ruote, che protegge come un'auto e piega e corre come una moto

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Ako è una giovane azienda della Lituana che sta progettando un trike elettrico dalle prestazioni straordinarie per velocità e autonomia.

VOLEVA SOLO FARE MEGLIO

Ako Trike non è una moto, ma non è nemmeno un'auto. È un veicolo elettrico tre ruote, più vicino a una moto, si guida come un aeroplano e porta su strada una esperienza di guida completamente nuova. Arriva dalla Lituania, dove un gruppo di ragazzi è al lavoro da qualche anno su questo mezzo elettrico che, al momento, è ancora allo stato di prototipo e alcune sue parti come le portiere e i gruppi ottici anteriori non sono ancora definitivi. Il team di lavoro sta ancora valutando le proporzioni complessive, l'esperienza di guida, la messa a punto dei parametri del sistema meccanico di inclinazione del corpo oltre a un sacco di aggeggi geek.

Tutto ha inizio nel 2007, quando Artūras Mikalauskas, il fondatore, si è ispirato alla concept car Mercedes Benz F300 Life Jet e ha semplicemente deciso che poteva fare meglio ma come si suol dire, la cosa gli è sfuggita di mano trasformandosi da ispirazione a ossessione, quella di creare un veicolo che aiutasse ad evitare problemi attuali come il traffico, l'inquinamento e l'occasionale noia della vita quotidiana. Dai disegni, Artūras ha portato il progetto in un ambiente 3D, con una simulazione che ha dimostrato la fattibilità del sistema: questo momento è stato il big bang di Ako, con il team che ha spinto il progetto ai suoi limiti sfruttando al massimo tutte le risorse, fisiche ed emotive, poiché non era più solo un progetto ma la creazione del Trike.

LE IDEE NASCONO IN GARAGE, MA SOLO QUELLE GENIALI

Nel 2016 viene sviluppato il design del trike, da qui il progetto prende davvero slancio. Per altri due anni Artras lavora con dedizione alla sua idea trascorrendo notti intere nel suo garage, fino ad arrivare al primo concept, il Trike Zero. Il successo del prototipo ispira il team, che nel frattempo è aumentato, trasformando un progetto nato per passione, proseguito con persistenza, tenacia e follia nella creazione di un veicolo rivoluzionario. A Mikalauskas si unisce Lukas Avėnas, un designer che condivide la sua idea folle e il trike viene sviluppato nella sua forma principale, ottenendo un riconoscimento più ampio.

Dal 2019 Ako fa parte di un acceleratore di start up, venendo riconosciuta tra quelle ad alto potenziale nel settore automobilistico, attirando più di 1 milione di euro di finanziamenti. Inoltre, l'inestimabile conoscenza ed esperienza nei settori del marketing, dello sviluppo del business e della strategia globale ha gettato basi ancora più solide per il futuro di Ako Trike, aspetti che hanno portato alla realizzazione del secondo prototipo di trike, l'Ako MVP.

Nel 2020 grazie anche al sostegno dell'Unione Europea, il team ha lavorato di fino sul design del prototipo finito, conducendo innumerevoli test su strada, per fare continui passi avanti verso il prodotto fatto e finito. Il prossimo passo è quello di realizzare la versione definitiva per rivoluzionare il mercato e cambiare la vita delle persone.

SPECIFICHE E PRESTAZIONI

Il tutto è cominciato da un'idea, dietro non c'era alcun business plan finanziato e nessun magnate. Solo l'idea di un visionario che si è ispirato alla teoria dell'evoluzione di Darwin, per arrivare al Trike attraverso un entusiasmante viaggio di sperimentazione e adattamento e diversi prototipi uno più evoluto dell'altro. L'Ako Trike è semplice, minimalista: Mikalauskas dice che si ispira alle forme della natura, combinate con elementi tecnici grezzi, secondo il concetto "less is more".
Le forme del trike sono costruite seguendo la dinamica di un flusso d'aria in una combinazione di arte, elettronica e tecnologia. L'Ako Trike è ormai pronto, un mix di ingegneria e design, delle parti migliori di un auto e di una moto, per ridefinire il segmento tra i due tipi di veicoli, introducendo una nuova manovrabilità.

Infatti, il Trikè si inclina in curva oltre a sterzare semplicemente a velocità inferiori, per una esperienza di guida divertente, fornendo allo stesso tempo la sicurezza di un'auto. Il Trike è alimentato da una batteria da 24,0 kWh e eroga una potenza di 150kW e una coppia di 400 Nm: valori in grado di portarlo a toccare i 230 km/h (limitata a seconda delle leggi di ogni nazione), una accelerazione 0-100 inferiore ai 4 secondi. Prestazioni che hanno richieste qualche accorgimento per la sicurezza del pilota e del passeggero, come le cinture a 4 punti, airbag multipli.

Ako dichiara una autonomia in città di 350 km, in autostrada di 220 km mentre la percorrenza combinata è di 300 km. L'avantreno è caratterizzato da una sospensione con un sistema brevettato di inclinazione basato su soluzioni meccaniche, che consento al trike di piegarsi fino a 30° e di avere un raggio di sterzo di 3,8 metri. Come per il design anche il motore comunque è soggetto a diverse varianti e Ako fa sapere che verranno proposte diverse opzioni. Siete pronti per la rivoluzione?

Articoli che potrebbero interessarti