Tu sei qui

SBK, Redding e la Ducati da record nella FP3, Rea a oltre mezzo secondo

Scott scava il solco nell'ultimo turno di libere precedendo la Yamaha di Toprak e la Ducati di Davies, 5° Gerloff, 6° Rea, 9° Rinaldi, attardato Bautista

SBK: Redding e la Ducati da record nella FP3, Rea a oltre mezzo secondo

Share


È la FP3 della SBK ad alzare il sipario sul sabato di Assen. Nel turno del mattino Scott Redding e la Ducati confermano nuovamente il proprio potenziale, mostrando i muscoli alla concorrenza. Giù il cappello di fronte al crono da record di 1’34”108 siglato dall’alfiere Aruba, che fa il vuoto nei confronti degli inseguitori.

Il primo è Toprak Razgatlioglu, che incassa ben mezzo secondo dal britannico, incalzato a sua volta da un’altra Ducati, ovvero quella di Chaz Davies, che lamenta soli 29 millesimi dal turco. Nei piani alti si porta anche Alex Lowes, la migliore tra le Kawasaki in pista, dal momento che Rea non va oltre il sesto crono a quasi sette decimi dal riferimento fissato da Scott.

Davanti al Cannibale si inserisce Gerloff, mentre settimo Andrea Locatelli. Nella top ten c’è poi spazio anche per la Honda di Haslam e la Ducati di Rinaldi, mentre decima la BMW di Tom Sykes. Mattinata complicata invece per Alvaro Bautista, che non va oltre la tredicesima posizione a un secondo e mezzo dalla vetta, seguito da Axel Bassani. Dietro l’alfiere Motocorsa compare poi Nozane e Tito Rabat, quest’ultimo attardato di oltre due secondi.

Mattinata da incubo invece per Michael van der Mark, che dopo essere uscito dalla pit lane ha dovuto fare i conti con un problema alla sua BMW (QUI il video). L’olandese non l’ha certo mandata giù, tanto da distruggere con un pugno il cupolino della sua M 1000 RR.  

Articoli che potrebbero interessarti