Tu sei qui

SBK, Redding e la Ducati piegano Rea e la Kawasaki nella FP1 di Assen

Scott precede Johnny di 78 millesimi, 3° Davies seguito da Rinaldi e Razgatlioglu, poi Sykes e Gerloff, 8° Haslam, 14° Rabat, 15° Bautista, in un secondo ben tredici piloti

SBK: Redding e la Ducati piegano Rea e la Kawasaki nella FP1 di Assen

Share


Si chiude nel segno Scott Redding la FP1 di Assen, che vede il portacolori Ducati autore del riferimento in 1’34”591. Il britannico precede Rea di 78 millesimi, mentre terzo Davies seguito da Rinaldi. Nei primi cinque anche Razgatlioglu, incalzato da Sykes e Gerloff, poi Haslam, Mahias e Locatelli.

Fuori dalla top ten van der Mark, 13° Folger, poi Rabat e Bautista. Curiosità della FP1 è vedere ben 13 piloti in meno di un secondo.

11:14 Rea e la Kawasaki vanno all’attacco di Redding, agganciando la seconda posizione a 169 millesimi dalla vetta.

11:12 Colpo di reni di Rinaldi, che ora è autore di un super terzo posto. Michael accusa 428 millesimi dall’ex compagno

11:11 Redding si migliora ulteriormente, arrivando sull’1’34”591. Davies è secondo, mentre Rea balza in terza posizione.

11:09 Nei piani alti si porta anche la BMW di Tom Sykes, autore del quarto crono, mentre nono Rinaldi, seguito da Folger. 

11:07 Errore di Gerloff nell'utlimo settore, che si gioca la seconda posizione. L'americano, fresco di rinnovo con GRT, è quarto davanti alla Yamaha di Toprak. 

11:05 Ultimi dieci minuti di questa FP1  ad  Assen con Redding e la Ducati davanti al gruppo.

11:01 Si migliora anche van der Mark, ora quinto alle spalle della Yamaha di Toprak. Soltanto 13° Rinaldi alle spalle della Honda di Bautista. 

10:59 Ducati all'attacon con Davies, ora secondo alle spalle di Redding, separato di 241 millesimi dall'ex compagno. 

10:58 Occhio al balzo di Lucas Mahias, il francese della Kawasaki è quarto a sei decimi dal crono di Redding. 

10:55 Meno di 20 minuti al termine della sessione! Ecco la situazione attuale con Redding e la V4 a comandare la FP1 di Assen. 

10:50 Redding Rea, Razgatlioglu, Davies e Gerloff: sono questi i primi cinque dellla classe dopo i 20 minuti dal via del turno. 

10:48 Redding scava ora il solco, portando il proprio margine a oltre tre decimi e mezzo nei confronti della Kawasaki di Rea. 

10:44 Redding non si ferma e ora sale al comando del turno con il crono di 1'35"039. Rea è secondo con soli 48 millesimi di ritardo, 3° Toprak, poi Davies e Gerloff. 9° Rinaldi, 14° Bautista, 17° Rabat a oltre due secondi seguito da Mantovani e Mercado. 

10:41 Redding va all'attacco, arrivando a soli 22 millesimi dal crono di Rea, mentre Toprak sale in terza posizione con soli due decimi di ritartdo dalla vetta.,

10:40 Davies sale la classifica, portandosi in seconda posizione a 285 millesimi dalla Kawasaki di Rea. Rinaldi è invece nono con otto decimi di ritardo.

10:38 Colpo di reni di Redding, che sale al secondo posto a poco più di tre decimi dalla vetta. 

10:37 Si prende ora la terza posizione Tom Sykes, che accusa poco più di un secondo e mezzo dalla vetta. Soltanto nono, per il momento, Razgatlioglu, 

10:35 Rinaldi sale in terza posizione a tre decimi dalla vetta, seguito da van der Mark. 

10:33 Rea mette tutti in riga con il crono di 1’36”016, precedendo Haslam di due decimi e mezzo. Terzo Redding seguito da Sykes e Locatelli

10:30 Semaforo verde, inizia ora l'azione ad Assen con Haslam il primo a scendere in pista. 

10:15 15 minuti e si scende finalmente in pista.

10:00 Ci siamo, 30 minuti al via della FP1 di Assen. Ricordiamo che saranno assenti Laverty e Ponsson, mentre Pedercini schiera il solo Cresson. Torna però nuovamente in pista Tati Mercado, assente a Estoril, Misano e Donington. Giornata nuvolosa, temperatura fresca rispetto al caldo dell'Italia di questi giorni. 17° nell'aria, 23° sull'asfalto.  

Ben ritrovati in pista per il quinto round stagionale della Superbike, di scena in Olanda sulla pista di Assen. Dopo la tappa di Donington, Toprak arriva al Dutch con due punti di vantaggio su Johnny e la Kawasaki, mentre Redding e la Ducati sono sprofondati nella classifica iridata.

Per il britannico, così come per Rinaldi, serve mandare un segnale di vitalità il prima possibile.

Di seguito la classifica del Mondiale dopo quattro round.

 

Articoli che potrebbero interessarti