Tu sei qui

SBK, Bautista: “Tornare in Ducati? È normale che ci siano queste voci”

“Sono in scandenza di contratto e in questi casi è divertente parlare del mercato e degli spostamenti. Battistella sta però parlando per il rinnovo con Honda e l’obiettivo è avere una moto competitiva”

SBK: Bautista: “Tornare in Ducati? È normale che ci siano queste voci”

Share


Il mercato è uno dei temi caldi anche sul fronte Honda con Alvaro Bautista attualmente in scadenza di contratto con la HRC. Il suo manager Battistella sta infatti lavorando per il rinnovo con l’HRC dopo il biennale siglato due stagioni fa.

Al momento le aspettative dello spagnolo sono state deluse, visti i risultati poco incoraggianti, ma lui non vuole certo gettare la spugna prima del tempo”.

“Battistella ha già iniziato a parlare con Honda e stiamo negoziando il rinnovo. In questi due anni ho svolto un gran lavoro con Honda, raccogliendo molti riferimenti e al momento la mia mente focalizzata esclusivamente su questo progetto per essere il più veloce. Riguardo al futuro non ci sto pensando più di tanto”.

Intanto c’è chi vocifera di un eventuale ritorno di Bau Bau in Ducati.
È normale che ci siano queste voci, le ho sentite pure io. In questo momento della stagione e un qualcosa di classifoc che si parli degli spostamenti dei piloti da un team all’altro. È bello questo gioco, anche se il mio obiettivo è lavorare per avere una moto vincente”.   

Infine l’attenzione si sposta sulla pista, dove Bautista ha chiuso la FP2 conquistando il terzo crono alle spalle di Rea e Gerloff.
“Le sensazioni non sono il massimo, però sono riuscito a essere competitivo al pomeriggio, soprattutto grazie anche alle temperature. Stamani ho lavorato sull’assetto, sbagliando però direzione, mentre al pomeriggio le cose sono cambiate, dato che abbiamo apportato una modifica alla moto”.

Dal suo volto sembra quindi trapelare fiducia.
“Siamo riusciti a migliorare la nostra posizione, avvicinandoci ai migliori dopo tanto tempo. A volte fatico però ancora a gestire il carattere del motore Honda, dato che è molto potente. A tal proposito lavoro molto con l’elettronica per riuscire a controllarlo”.

audio, credits by Motorsport-total.com

Articoli che potrebbero interessarti