Tu sei qui

Le moto più insospettabili che puoi guidare con patente A2

Chi lo ha detto che i neopatentati non possono guidare moto divertenti? Ecco una lista di modelli che si possono guidare con la patente A2

Moto - News: Le moto più insospettabili che puoi guidare con patente A2

Share


I possessori di una patente A2 non hanno dei limiti così penalizzanti riguardo i modelli di moto da guidare. L'avreste mai detto che possono mettersi in sella a una Ducati o a una Kawasak? Ecco una lista di modelli disponibili in versione depotenziata, adatti ai neopatentati o i possessori di patente A2.

LA PATENTE A2

Ricapitolando velocemente, ci sono tre tipi di patente A: A1, A2 o A. Per la A1 l'età minima è 16 anni e permette di guidare motocicli di cilindrata massima di 125 cc, di potenza massima di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg e tricicli di potenza non superiore a 15 kW. Per la patente A2 è necessario aver compiuto 18 anni e permette di guidare motocicli di potenza non superiore a 35 kW con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima. Infine la patente A per la quale servono 24 anni, oppure 20 se si è in possesso della A2 da almeno 2 anni. Si possono guidare tricicli di potenza superiore a 15 kW (dai 21 anni) e motocicli, ossia muniti di un motore con cilindrata superiore a 50 cc se a combustione interna e/o aventi una velocità massima per costruzione superiore a 45 km/h (dai 24 anni). Per passare di categoria è necessario superare la prova pratica corrispondente.

DALLA GRANDE CRUISER ALLA NAKED

La settimana scorsa abbiamo scritto che BMW è al lavoro su una versione depotenziata da 95 CV della sua maxi cruiser, la R18, per la quale le voci di corridoio dicono che la sua presentazione sarebbe anche prossima. E noi siamo molto curiosi, perché solitamente quando si pensa a una moto depotenziata adatta ai neopatentati, vengono in mente molti altri modelli tranne che una cruiser. Per essere adatta ai neopatentati, una moto non deve produrre una potenza superiore ai 35 kW (corrispondente a 47 CV) o avere un rapporto potenza/peso non superiore ai 0,2 kW/chilo, ma non solo. Infatti, possono qualificarsi anche modelli di cilindrata e potenza maggiore, proprio come la R18 purché non abbiano una potenza di 70 kW (95 CV). Di queste versioni ne esistono diversi e vi abbiamo confezionato una breve lista semplificativa, per dimostrarvi come ci siano modelli insospettabili che si possono guidare a 18 anni.

DUCATI HYPERMOTARD 950

Le moto Ducati si caratterizzano per l'influenza del mondo racing e per motori potenti e performanti. Però tra queste ci sono anche modelli conformi alla patente A2 come la Hypermotard. È equipaggiata con il bicilindrico a L Testastretta di 935 cc, da 114 CV (84 kW), ovvero un rapporto di 0,42 kW/kg. Per questo viene prodotta anche in versione depotenziata a 70 kW per i per i possessori di patente A2. La Ducati Hypermotard è disponibile in tre versioni: standard, RVE con grafica speciale e SP, con una ciclistica dedicata la rende più leggere di 176 kg invece di 178 kg. I prezzi f. c. sono rispettivamente di 11.890 euro, 12.690 euro e 15.990 euro.

INDIAN FTR 1200

Una moto da oltre un litro di cilindrata per i neopatentati? Sì, possibile. La Indian FTR 1200 è una naked derivata dalle corse di flat track, dove il marchio di moto più antico d'America è uno dei protagonisti. È spinta da un bicilindrico da 1.203 cc da 93 kW (ossia 126,4 CV), distribuiti su 233 kg in ordine di marcia, per un rapporto di 0,4 kW/kg, per cui è disponibile anche inversione a 70 kW, ulteriormente limitato a 35 kW. Di alta qualità la sua dotazione, con schermo TFT e dal modello 2021 con ruote da 17” su sospensioni completamente regolabili. La Indian FTR 120 è disponibile in tre versioni: standard da 14.990 euro, S da 16.490 euro e Carbon da 18.490 euro.

KAWASAKI Z900

La Kawasaki Z900 conserva integralmente la viscerale inclinazione sportiva della casa motociclistica giapponese, coadiuvata da raffinati aiuti elettronici e, per il 2021, è disponibile con nuove grafiche, power modes, riding modes, traction control e fari full LED. La strumentazione TFT a colori inoltre permette di connettersi via Bluetooth con il proprio smartphone. Tutto questo sia nella versione a piena potenza da 125 CV (92,2 kW) sia nel modello dedicato ai possessori di patente A2 con 95 CV (70 kW). La Z900 si caratterizza per il suo equilibrio fra sportività, tipica della “famiglia Z” e feeling di guida, frutto di un meticoloso set-up e dell’aggiunta di una selezione mirata di aiuti elettronici. I neo patentanti intrigati dallo stile “Sugomi” della naked Z900 possono sceglierla tra le colorazioni Metallic Spark Black Red, Metallic Flat Spark Black Green o Pearl Blizzard White / Metallic Spark Black, di innegabile impatto. La Kawasaki Z900 da 70 kW è disponibile al prezzo di 9.490 euro.

MV AGUSTA BRUTALE 800 ROSSO

La MV Agusta Brutale è l'interpretazione della casa di Varese del segmento naked, quello più venduto in Italia. La Brutale, rinnovata nel 2021 e ora conforme alla normativa Euro 5, è spinta da un propulsore tre cilindri di 798 cc, lo stesso della Superveloce ma ricalibrato, per erogare una potenza di 82 kW (112 CV), scaricati su un peso in ordine di marcia di poco inferiore ai 200 kg, per un rapporto di 0,4 kW/kg. Così, per il solo mercato europeo, la Brutale è disponibile in versione depotenziata a 70 kW (95 CV) e 35 kW, e quindi guidabile dai motociclisti con patente A2. Una limitazione di potenza che però non limita l'ebrezza di salire in sella a uno dei modelli più desiderati, contraddistinto da un design che sa combinare sportività ed eleganza. Come tutte le MV Agusta anche la naked di Schiranna ha una ricca dotazione elettronica che comprende, MV Ride App, sensore GPS, connessione Bluetooth e Cruise control. La MV Agusta Brutale 800 è disponibile in tre versioni, Rosso, RR e RSC ma solo la prima anche in versione depotenziata. La Brutale 800 Rosso depotenziata per patente A2 è proposta nella sola colorazione rossa allo stesso prezzo della versione da 112 CV, cioè di 13.890 euro.

SUZUKI GSX-S950

La Suzuki GSX-S950 è l'ultimo recentissimo modello del costruttore nipponico e, nel suo lancio, ha annunciato anche la versione depotenziata a 35 kW. La naked giapponese è derivata dalla maxi naked GSX-S1000, che però ha una potenza di 150 CV, non alla portata di tutti. Così arriva la sorella minore, dal carattere più domabile grazie al suo motore da 95 CV, quindi già predisposto per la patente A2 e i neopatentati, ulteriormente limitabile a 35 kW (47 CV), permettendo risposte puntuali, riprese vigorose anche a regimi più bassi e una rotondità di funzionamento in allungo per un comportamento disinvolto nella guida. Rispetto alla sorella maggiore, è equipaggiata con una forcella non regolabile KYB e freni Tokico in luogo dei Brembo. Non manca la tecnologia: la Suzuki GSX-S950 è dotata dell’evoluto Suzuki Clutch Assist System (SCAS) che aggiunge una funzione di assistenza alla frizione antisaltellamento. In questo modo la leva risulta più leggera da azionare e riduce l’affaticamento della mano in ambito urbano. Presente anche il nuovo acceleratore ride-by-wire che sfrutta una centralina elettronica per controllare i movimenti delle valvole a farfalla. Il prezzo non è ancora stato comunicato.

Articoli che potrebbero interessarti