Tu sei qui

Yamaha Powa D10 del 1988 venduta all'asta per circa 20 mila euro

Venduto in un'asta online un raro esemplare della Powa D10, prodotta nel 1988 sulla base della Yamaha FZ 750

Moto - News: Yamaha Powa D10 del 1988 venduta all'asta per circa 20 mila euro

Share


Era la moto uscita dai cartoni animati, una due ruote prodotta in Svizzera in soli 10 esemplari e contraddistinta da una carenatura totale.

COMPLETAMENTE VESTITA

Ci sono le moto naked, le moto carenate e poi c'è stata la Yamaha Powa D10, una moto avveniristica, realizzata sulla base di un modello di successo degli anni '90 del secolo scorso. La Powa D10 è una moto molto particolare, completamente ricoperta da una carenatura completa, dal design molto aerodinamico, con un cupolino che partiva dalla parte inferiore della ruota anteriore fino al codino e due fascioni laterali che coprivano perfino gli scarichi, fino a formare un paraurti posteriore.

L'idea di questa moto singolare venne a Hans Walter, imprenditore svizzero titolare dell'azienda Moko-Powa, che sul finire degli anni '80 decise suo di mettere le mani alla Yamaha FZ 750, un modello che di per sé ebbe un buon successo e non capisco cosa ci trovasse di così male da stravolgerla in quel modo. Forse a Walter interessava la mecanica della FZ 750 perché quella rimase pressoché intonsa, tutto il resto invece venne celato sotto un burqa per moto.

OTTIME PRESTAZIONI

La Powa D10 sfruttava il quadricilindrico da 105 CV della FZ750, in grado di raggiungere i 240 km/h, valori che all'epoca erano strabilianti. Ma grazie alla carenatura integrale sviluppata da Walter, le prestazioni migliorarono notevolmente: la Powa poteva anche superare i 300 km/h, limitando perfino i consumi rispetto alla moto di serie prodotta da Yamaha. Alla fine vennero realizzati dieci esemplari e venne presentata alla fiera IFMA di Zurigo nel 1988 e per i primi anni venne utilizzata come show bike ovvero come moto espositiva: venne immatricolata per la prima volta solo nel 2000 da un concessionario di Parigi.

SEI SU DIECI

Di quei dieci esemplari prodotti, ne rimasero solo sei e ora uno di questi è stato venduto all'asta dal suo proprietario, residente a pochi chilometri da Biarritz, in Borgogna, regione francese a nord ovest dei Pirenei. La Powa oggetto dell'asta era completamente revisionata nel 2015 (pneumatici, olio, batteria, vernice, sella) e si presentava in eccellenti condizioni e con chilometraggio originale di appena 6.800 km. Praticamente come se fosse nuovo. Non si sa chi si è aggiudicata la Yamaha Powa D10, per una cifra tra i 16 e i 20.000 euro.

Di cerco qualcuno che, dopo aver consegnato l'assegno, si dev'essere goduto la costa francese e la brezza del mare proveniente dal Golfo di Biscaglia, prima di terminare la giornata sorseggiando soddisfatto un Armagnac, brindando alla sua nuova Powa.

 

Fonte: Catawiki

Articoli che potrebbero interessarti