Tu sei qui

Yamaha XSR700 The Bull, Officine GP Design scatena il toro

Officine GP Design al Motor Bike Expo di Verona ha presentato “The Bull”, il suo ultimo progetto su base Yamaha XSR700 e anticipato da una forma di comunicazione non convenzionale

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il Motor Bike Expo 2021 che si è svolto poche settimane fa, pur in forma inedita e ridotta, non ha risparmiato ai suoi visitatori moto special attraenti. È il caso di Officine GP Design, customizzatori di Torino ormai ospiti fissi della kermess veronese, che hanno svelato la loro ultima realizzazione, caratterizzata da un ampio utilizzo di fibra di carbonio forgiato.

IL TORO DI TORINO

Tutto il progetto pensato, sviluppato e prodotto da Officine GP Design, sia quello tecnico che mediatico, si chiama "The Bull". La special è stata realizzata partendo da una Yamaha XSR 700 ed è stata inserita da Yamaha fra le creazioni Yard Built. Seguendo la propria filosofia, Luca Pozzato, mastermind di Officine GP Design (AD, artista, artigiano, daydreamer, questa volta anche regista) e il socio Stefano Boido, che si occupa di ricerca e sviluppo, hanno realizzato una special partendo dalla storia del committente.

“Tutti veniamo dal passato, viviamo il presente e guardiamo al futuro, ma la sfida è intersecare i tre spazi temporali innovando, sempre, andando oltre, e mettendosi in gioco ogni volta” spiega Luca Pozzato. Il proprietario della sport heritage giapponese ha spiegato la sua storia e come voleva trasformare la sua moto, da qui in poi Luca e Stefano hanno lavorato su un foglio bianco, tenendo in considerazione gusti e le aspettative del cliente.

“The Bull” estrae le migliori qualità della Yamaha XSR700, senza andare ad alterare la struttura, che è rimasta intatta, così come il motore, che resta il bicilindrico in linea da 689 cc. Completamente stravolte invece le sovrastrutture: Officine GP Design ha progettato e realizzato la carenatura completa in carbonio forgiato realizzato da 011CARBONconcept, una particolare lavorazione del carbonio che ne valorizza qualità ed estetica. È stato sostituito l'impianto di scarico con uno in titanio abbinato a un terminale HP Corse dedicato. Speciali anche i cerchi a raggi realizzati su misura e in esclusiva da Jonich, con una cover parziale anch'essa in carbonio al posteriore, sui quali sono montati pneumatici Pirelli tassellati e impianto frenante Brembo. Il faro anteriore a LED dall'aspetto futuristico è alloggiato all’interno di una scatola in alluminio sviluppata in 3D e la forcella originale è stata sostituita da una a steli rovesciati. Molti gli accessori firmati Rizoma, come l'impianto di illuminazione posteriore che incorpora fari e frecce.

LA MINI WEB SERIE

La promozione della Yamaha XSR700 “The Bull” è stata influenza, ma non stoppata, dalla pandemia da coronavirus: infatti la situazione ha stimolato la creatività del team di Officine GP Design che dopo la realizzazione della special, avrebbe dovuto procede con la sua promozione. Ma ci si è messa un virus di traverso. Come fare quindi, senza poter organizzare un evento in preseza?
Cogliendo gli aspetti positivi della situazione sanitaria, il team dell'officina torinese è passata all'azione: il mezzo per promuovere l'ultima realizzazione è stata una web serie in 5+1 puntate da 10' l’una, online da metà giugno sui propri canali social. “The Bull” così è diventata anche un progetto di comunicazione innovativo che si sviluppa intorno alla creazione di una special su base Yamaha XSR700 trasformata in una futuristica moto cyberpunk.

I 5+1 video girati da Luca Pozzato, nelle vesti di regista, utilizzando un Apple iPhone 11 Pro, porta lo spettatore a ripercorrere le emozioni e il significato che si celano nella creazione di una moto special realizzata su misura in base ai desideri del cliente. Per la realizzazione della mini serie sono stati coinvolti in totale attori professionisti e influencer coordinati e supportati da 20 persone di staff. I primi 5 video sono già visibili da metà giugno sul canale YouTube di Officine GP Design, mentre l’ultimo è stato messo online il 18 giugno in occasione della presentazione della moto avvenuta al Motor Bike Expo 2021 di Verona.

"Quando abbiamo iniziato a pensare a come trasformare in moto cyberpunk la Yamaha XSR700 ‐ racconta Luca Pozzato - io e il mio socio Stefano Boido avremmo potuto optare per la semplice trasformazione e consegna della moto al cliente. Invece abbiamo voluto osare e spingerci oltre, cercando nuove forme di comunicazione sfruttando la tecnologia digitale che è diventata nostra compagna ormai inseparabile anche a causa della pandemia che ci ha relegati a casa con solo lo schermo del computer o dello smartphone a farci da compagni durante le giornate in lockdown. Così abbiamo pensato di spiegare con lo stile di Officine GP Design come è nata la moto e come si è sviluppata nella nostra testa e in quella del cliente che l’ha commissionata coinvolgendo in modo attivo tutti i nostri partner commerciali. È nato così un film suddiviso in 5+1 episodi. Non un documentario, ma un viaggio avveniristico all’interno di un’idea che è al tempo stesso stimolo e comunicazione". 

“Le Officine GP Design - sottolinea Stefano Boidoin epoca di pandemia si sono divertite e sbizzarrite, e hanno creato insieme a professionisti del settore, un nuovo format social comunicativo a sfondo commerciale tramite una mini web series, per celebrare l’uscita di un nuovo modello e la nascita di nuove partnership. Grazie a chi crede nei sogni”

LA TRAMA

“The Bull” è una serie che si svolge in un futuro ormai prossimo, nel quale il potere ha ridotto gli esseri umani in una società che ha annullato la personalità e l’unicità propria in ogni persona. In questo scenario, il protagonista della serie riceve in eredità da suo padre una lettera e alcuni render di una moto special. Nella lettera c’è il primo indizio per ritrovare la moto, un percorso che durerà 5 episodi, più uno finale.

La serie è stata sviluppata con il coinvolgimento dei partner commerciali di Officine GP Design che diventano così co‐protagonisti perfettamente integrati nel progetto.
In questo mondo oscuro e sconcertante, controllato da un governo dispotico che esercita un inflessibile controllo sulla libertà di espressione personale, la società umana vive in assenza di totale contatto fisico, se non in stretta forma privata. Il contesto sociale impone ordine, disciplina, uniformità di pensiero e di attitudine: assenti le manifestazioni fisiche e intellettuali di creatività e spirito.
Sono stati condizionati ed uniformati usi e costumi per soggiogare la volontà e la diversità della moltitudine allo scopo di controllare ogni forma di desiderio individuale: è vietato anche l’uso della motocicletta, simbolo di libertà per antonomasia. E da questo divieto nasce il percorso di ricerca del protagonista che, episodio dopo episodio, riesce a costruire la motocicletta “The Bull” seguendo il manoscritto lasciatogli dal padre.

Il progetto “The Bull” inizia dalla realizzazione di un logo dedicato, utilizzato anche attraverso un sito web e, soprattutto, attraverso la web series con annessi video trailer. A questo si è affiancata la realizzazione di una colonna sonora dedicata e di un video musicale per promuovere il brano “The Bull”.

Articoli che potrebbero interessarti