Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "Vinales via da Yamaha? Non fa differenza per il mio futuro"

"Prendrò la decisione nelle prossime settimana e sarà legata solamente ai miei risultati. Aramco in dubbio? Qualcuno avrebbe voluto i soldi di quella sponsorizzazione"

MotoGP: Rossi: "Vinales via da Yamaha? Non fa differenza per il mio futuro"

Share


Valentino Rossi sperava molto nel fine settimana di Assen. Nonostante qualche sbavatura, era sempre stato non troppo lontano dei migliori e una buona gara sembrava essere alla sua portata. Invece tutto è andato storto fin dalla partenza e una caduta ha chiuso definitivamente la questione. Tutto questo a ridosso della pausa estiva, in cui deciderà il suo futuro.

È stato un grande peccato, perché il mio passo non era male - afferma il Dottore - Purtroppo ho fatto una brutta partenza, perché abbiamo fatto dei cambiamenti sulla moto per il via e non mi trovo a mio agio, come già al Sachsenring. Quindi mi sono ritrovato molto indietro e ho cercato di superare, però quando segui un’altra moto la gomma anteriore ha dei problemi, perdi grip. Avevo appena superato Bastianini, ho cercato di spingere e sono scivolato”.

La causa?
Ho perso l’anteriore, abbiamo guardato i dati ma non abbiamo capito molto bene il perché. Alla fine sono stato fortunato, è stata solo una scivolata ma ad alta velocità e non mi sono fatto nulla”.

Questo risultato influirà sulla decisione per il tuo futuro?
Non è solo questione di oggi. Sapevo che sarebbe stato un anno difficile, una grande sfida da affrontare, ma come ho sempre detto la mia decisione dipende dai risultati, e non sono stati quelli che mi aspettavo, questo non aiuta.

Vinales ha dichiarato di non essere sicuro di restare in Yamaha, nel 2022. Questo può influire?
Sembra che possa esserci dei cambiamenti, qualcosa che non ci aspettavamo, ma per me non cambia nulla perché la mia decisione è legata ai risultati. Quello che succederà in Yamaha con gli altri piloti non farà differenza per me”.

Ieri è stata messa in dubbio la sponsorizzazione di Aramco per la tua squadra, cosa ci puoi dire?
Che stiamo facendo tutto in buona fede e, personalmente, ho parlato con il principe 8 volte. L’ultima è stata giovedì, mi ha detto di essere molto contento e che era tutto a posto. Quando si parla di sponsorizzazioni così importanti, però, c’è sempre qualcuno che avrebbe voluto che quei soldi fossero per lui, che non è contento (ride). Io spero che il principe mi abbia detto la verità, sono una persona portata a fidarsi. È tutto quello che so”.

Cosa pensi della penalizzazione data a Bagnaia? Il tuo sorpasso su Stoner a Laguna Seca sarebbe stato sanzionato con queste regole.
Le regole sono cambiate perché ora la situazione e i sorpassi sono diventati più estremi rispetto al 2008. Anche le piste sono diverse, hanno tolto l’erba all’esterno delle curve per sostituirla con l’asfalto verniciato di verde, è un fattore di sicurezza. Ora è meno pericoloso, ma serve una regola, altrimenti tutti ci passerebbero sopra. Per Bagnaia è stato un peccato, ma se è stato penalizzato è perché è uscito dai limiti 4 volte, penso che il suo problema fosse che faticasse molto alla curva 12”.

Articoli che potrebbero interessarti