Tu sei qui

SBK, BSB Gara 1: il 2021 si apre nel segno di Jason O'Halloran e Yamaha

Il portacolori McAMS Yamaha ha centrato il successo nella prima gara del British Superbike 2021 a Oulton Park. Sul podio le due Ducati di Christian Iddon e Tommy Bridewell. Soltanto decimo il Campione in carica Josh Brookes

SBK: BSB Gara 1: il 2021 si apre nel segno di Jason O'Halloran e Yamaha

Share


Bentornato BSB! Archiviata una prolungata pausa invernale, quest’oggi si è finalmente tornati a vivere le emozioni che da sempre contraddistinguono il British Superbike: colpi di scena, liete sorprese, equilibrio generale con tre differenti marchi in lizza per il successo per buona parte della contesa e, soprattutto, tanto spettacolo in pista. La gara di apertura della stagione 2021 andata in scena sui saliscendi di Oulton Park, sede del round numero uno degli undici in programma, ha proposto i consueti spunti d’interesse con Jason O’Halloran che si è confermato di gran lunga il re incontrastato (almeno in tempi recenti..) dell’impianto del Cheshire, cogliendo la terza vittoria su quattro manche disputate nell’arco di nove mesi e beffando in 14 giri tiratissimi la coppia rivale Ducatista composta da Christian Iddon e Tommy Bridewell.

Il podio di Gara 1, da sinistra verso destra: Christian Iddon, il vincitore Jason O'Halloran e Tommy Bridewell

'Oulto-Ran' Park

Già mattatore dei test pre-season e competitivo durante le prove libere, lo scorso anno il portacolori McAMS Yamaha (sul medesimo teatro) aveva vissuto il miglior week-end della carriera cogliendo pole position e doppietta. Terminata la campagna 2020 con i galloni di vice-Campione in carica, nel pomeriggio odierno ha mantenuto le attese centrando la quinta affermazione nel BSB e proseguendo il positivo trend che lo vede come il pilota più in forma del momento. Certo, il sabato di O’Halloran non era cominciato in modo idilliaco: problema al motore nella decisiva Q2, prontamente sostituito in corso d’opera dai meccanici. Ciononostante, dopo una breve fase di studio, una volta infilato l’allora leader Iddon all’ingresso della Old Hall al passaggio numero otto, egli non ha fatto altro che gestire lo pneumatico Pirelli SCX al posteriore, lasciando giusto le briciole agli avversari, tanto da siglare il giro più veloce della gara proprio nelle battute finali in 1’34”715 (partirà al palo in Gara 2).

Due Ducati sul podio

Al termine delle qualifiche hanno cullato il sogno del gradino più alto, alla fine si sono dovuti accontentare. Scattato a fionda, Christian Iddon si è arreso allo strapotere del rivale, giungendo sul traguardo con un ritardo di soli sei decimi. In terza posizione Tommy Bridewell (Oxford Racing MotoRapido), il quale non ha sfruttato a pieno la partenza dalla pole position. Sulla lunga distanza ha pagato dazio Peter Hickman sulla nuova M1000RR di FHO Racing, quarto con una moto ancora acerba nel salvaguardare le gomme. A oltre 12 secondi dal team-mate si è inserito Tarran Mackenzie, quinto, rimasto vittima di un errore alla Hislops Chicane mentre si trovava in piena lotta-podio.

Domani si replice

La volata per la sesta posizione ha premiato Glenn Irwin in sella alla CBR 1000RR-R di Honda Racing UK, a precedere Kyle Ryde (Rich Energy OMG Racing) e le due Ninja ZX-10RR di Lee Jackson (FS-3 Racing) e Ryan Vickers (RAF Regular & Reserve). A completare la top-10 a quasi 18 secondi dalla vetta (!!) il Campione in carica Josh Brookes (VisionTrack PBM Ducati), in crisi nera e mai realmente in palla fino a questo momento. Da segnalare le cadute di Joe Francis, Andrew Irwin e Danny Kent, tutti senza riportare particolari conseguenze, mentre si è dovuto ritirare per noie meccaniche Bradley Ray. Peggio è andata a Xavi Forés, costretto ad alzare bandiera bianca a causa del troppo dolore al polso destro accusato in seguito alla scivolata nella FP1. I protagonisti del BSB torneranno in azione domani per le restanti due gare del week-end, rispettivamente alle 14:45 e 17:45, orari italiani.

I RISULTATI DI GARA 1:

Articoli che potrebbero interessarti