Tu sei qui

SBK, BSB Oulton Park: Tommy Bridewell primeggia nello "spezzatino" di FP2

Due bandiere rosse hanno condizionato la seconda sessione di libere del British Superbike 2021. Tommy Bridewell su Ducati in testa a Oulton Park, poi Jason O'Halloran e Christian Iddon. Decimo il Campione in carica Josh Brookes

SBK: BSB Oulton Park: Tommy Bridewell primeggia nello "spezzatino" di FP2

Share


Talvolta si usa dire: “nel BSB capita questo e altro..”, un detto che calza alla perfezione con quanto successo questo pomeriggio a Oulton Park, sede del primo atto della stagione 2021. Ebbene sì perché, se nella FP1 squadre e piloti del British Superbike avevano trovate le tipiche condizioni meteorologiche del Regno Unito (pioggia e basse temperature in primis, QUI il pezzo relativo), i 40 minuti della seconda sessione di prove libere del week-end di fatto sono stati divisi in due spezzoni a causa di una prolungata bandiera rossa. Ciononostante, come sempre non sono mancati gli spunti d’interesse, a cominciare da Tommy Bridewell in ottima forma e una classifica cortissima con 12 piloti racchiusi in appena un secondo a dimostrazione del grande equilibrio in atto nel campionato d’oltremanica.

Pazza FP2

Esposta la bandiera verde alle 15:50 orario locale, pronti-via la FP2 è stata caratterizzata da una prima “red flag” in virtù della scivolata di Rory Skinner (FS-3 Racing Kawasaki) alla Old Hall, con ogni probabilità tradito dalle insidiose condizioni miste ‘mezzo asciutto-mezzo bagnato’, ma fortunatamente senza riportare particolari conseguenze. Una volta puliti i detriti lasciati dalla Ninja ZX-10RR, dopo ulteriori dieci minuti, i 29 partenti del BSB si sono visti costretti a tornare nuovamente ai box per via del problema tecnico accusato da Joey Thompson (NP Motorcycles BMW). Rimasto fermo a bordo pista (con tanto di olio presente nel tratto della Druids), la race direction ha deciso di rivoluzionare la tabella di marcia anticipando la sessione riservata ai Sidecar e posticipando di una mezz’ora abbondante quel che restava del turno della top class.

Bridewell detta legge

In questo calvario generale, fondamentalmente la seconda di libere del British Superbike si è svolta in 15 minuti, una sorta di ricco antipasto delle qualifiche di domani. Alla fine, Tommy Bridewell ha ottenuto il miglior tempo di giornata fermando il cronometro sul 1’35”067. Seppur ben distante dal record in 1’33”941 siglato da lui stesso considerate le non perfette condizioni dell’asfalto, il baluardo Oxford Racing MotoRapido Ducati ha confermato il feeling con l’impianto del Cheshire dove vinse nel 2019. In seconda posizione Jason O’Halloran (McAMS Yamaha), staccato di quasi quattro decimi, però apparso assai competitivo in ogni scenario. Terzo Christian Iddon (VisionTrack PBM Ducati). Alle sue spalle si è inserito un terzetto tutto BMW, a dimostrazione dei progressi della M1000RR e composto da: Bradley Ray (Rich Energy OMG Racing), Danny Buchan (SYNETIQ TAS Racing) e Peter Hickman (FHO Racing).

Brookes decimo

Tarran Mackenzie ha portato la seconda YZF-R1 di McAMS Yamaha al settimo posto, a precedere Lee Jackson (FS-3 Racing Kawasaki) e Danny Kent (Buildbase Suzuki). Si è qualificato per la Q2 proprio nelle battute finali, invece, il Campione 2020 in carica Josh Brookes (VisionTrack PBM Ducati) in decima posizione. Discorso analogo per Glenn Irwin (Honda Racing UK), 11esimo, e Gino Rea (Buildbase Suzuki), 12esimo a soli 899 millesimi dalla vetta (!!). Peggio è andata ai vari Kyle Ryde (OMG Racing), 13esimo, Andrew Irwin (SYNETIQ BMW by TAS), 15esimo, e Xavi Forés (FHO Racing), 19esimo e caduto in mattinata, i quali domani dovranno passare dalla “tagliola” della Q1. I protagonisti del BSB scenderanno in pista domattina alle 11:05 (orario italiano) per la breve FP3 di 20 minuti, dalle 14:15 spazio alle qualifiche (Q1+Q2) che decideranno la griglia di partenza di Gara 1, in programma alle 17:15.

Photo credit: Gareth Davies of Factory Superbike Photography.

RISULTATI FP2:

Articoli che potrebbero interessarti