Tu sei qui

MotoGP, Marini: "Non ho fatto alcuna richiesta a Ducati sulla moto del 2022"

"Dopo la pausa estiva sapremo quale moto avrò in dote la prossima stagione". Sul venerdì di Assen: "Condizioni strane, preferirei disputare una gara asciutta. Credo che la pioggia possa rappresentare un alleato della Ducati"

MotoGP: Marini: "Non ho fatto alcuna richiesta a Ducati sulla moto del 2022"

Share


La giornata di apertura al TT Circuit di Assen ha visto Luca Marini arrancare in 21esima posizione a oltre due secondi dal leader Maverick Vinales, precedendo soltanto Garett Gerloff, quest’ultimo chiamato a sostituire il convalescente Franco Morbidelli. Che lo storico circuito olandese si sarebbe rivelato ostico alle moto della Casa di Borgo Panigale lo si sapeva già in partenza, tuttavia, come spesso accade, a complicare la situazione ci ha pensato il meteo ballerino dei Paesi Bassi.

“Pista difficile, ma, al contempo, bellissima. Purtroppo, non abbiamo completato molti giri sull’asciutto, domani sono convinto che andrà meglio - ha esordito - lo stesso vale sul bagnato, ho trovato numerose bandiere gialle. Preferirei una gara regolare, senza pioggia, perché sento di avere ancora del margine specialmente nel tratto dal tornantino alla 7 e del curvone prima della chicane finale”.

Johann Zarco guida il plotone delle “Rosse” nella classifica combinata in ottava posizione, prendendosi quasi sei decimi dalla vetta. L’acqua potrebbe scombinare ulteriormente i piani?

“Storicamente la Desmosedici è sempre andata forte in tali condizioni, riesce a scaldare gli pneumatici alla perfezione. In ottica Mondiale, penso che possa rappresentare un alleato per piloti come Johann o Pecco. Le Yamaha sull’asciutto sono difficili da battere, però mai dire mai nella MotoGP odierna”.

Anche se non direttamente, dal comunicato stampa diramato ieri si è intuito che la prossima stagione l’attuale portacolori Avintia passerà alla neonata compagine Aramco Racing Team VR46. Resta da capire quale versione della GP si ritroverà tra le mani.

“Per quanto mi riguarda, non ho fatto alcuna richiesta specifica a Ducati, ancora non sono a conoscenza della moto che avrò in dote nel 2022, mi auguro la migliore possibile perché vogliamo lottare per le posizioni che contano. In tal senso, penso che sapremo qualcosa dopo la pausa estiva”, ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti