Tu sei qui

BMW R 1300 GS, la maxi-enduro del futuro beccata su strada!

Ecco le prime foto-spia della R 1300 GS, che diventa più sportiva ma mantiene il boxer e le sospensioni Telelever-Paralever

Moto - News: BMW R 1300 GS, la maxi-enduro del futuro beccata su strada!

Share


Questa potrebbe essere la notizia dell’estate: BMW è pronta a continuare la dinastia GS con una nuova evoluzione della sua ammiraglia. Sono iniziati i lavori per far arrivare presto (probabilmente nel 2023) la BMW R 1300 GS e i colleghi di Motorcycle.com hanno pubblicato i primi scatti che ritraggono la boxerona durante i test di rito.

Pronti all’Euro 5.2

BMW sta lavorando per il futuro, e lo scoglio più importante per le Case al momento è il prossimo step delle normative anti-inquinamento, l’Euro 5.2 appunto. La Casa dell’Elica probabilmente aumenterà la cilindrata del suo boxer fino ai 1.300 cc restando fedele alla fasatura Shiftcam delle valvole. Un boost che avvicinerebbe la GS ai 150 CV. A suuportare questa tesi anche le dimensioni del radiatore che si vede negli scatti rubati. E volendo entrare nel campo delle deduzioni pure si potrebbe ipotizzare, guardando il radiatore e la copertura dei cilindri, che la R 1300 GS possa avere un raffreddamento completamente a liquido.

Cambia anche l’estetica del boxer, che ha coperchi dei cilindri dalla forma diversa rispetto al passato e più a forma di "uovo", come già visto sulla R 18. Naturalmente non ci aspettiamo che questi siano dettagli definitivi, visto che come è facile intuire il prototipo immortalato negli scatti è solo alle prime fasi di sviluppo. E affinando l’occhio abbiamo scovato una cosa curiosa: lo scarico è molto più piccolo di quello della R 1250 GS. Non per forza un indizio visto che si parla di un prototipo, ma forse BMW ha trovato la soluzione per ottenere omologazioni senza aggravare di peso eccessivo i suoi futuri modelli.

Tra tradizione e novità

Il prossimo capitolo dell’evoluzione GS potrebbe essere uno tra i più importanti, e per capirne il motivo basta guardare il look della R 1300 GS: sparisce l’elemento ottico asimmetrico al quale ormai da anni siamo abituati, che lascia il posto a un gruppo ottico incastonato nel becco anteriore. Anche i fianchi sembrano più raccolti e soprattutto integrati in un’unica svorastruttura al serbatoio. Rimangono invece al loro posto i sistemi di sospensione Telelever e Paralever, come si vede dalle foto, ma l’assetto sembra essere molto più orientato alle performance stradali rispetto al passato, nonostante i cerchi siano sempre da 19” e 17”.

Quando arriva?

La BMW R 1300 GS è una seria candidata al ruolo di “Moto dell’anno”. Già, ma di quale? Difficile vederla nelle vetrine delle concessionarie già tra qualche mese, più probabile una presentazione nel corso del 2022. Rigorosamente online, perché BMW ha annunciato l’assenza dai saloni.

Articoli che potrebbero interessarti