Royal Enfield Himalayan 650 è più vicina e sarà sviluppata in UK

La tanto attesa vintage-enduro bicilindrica dovrebbe debuttare presto, e tutto lo sviluppo sarà affidato al centro di Bruthinghorpe, in Inghilterra

Scritto da Luca Sabatini - Mer, 23/06/2021 - 15:15

Ve ne avevamo già parlato nel recente passato e l’argomento è tornato di attualità a furo di popolo anche durante il nostro Test Talk (non perdete le nostre dirette su YouTube, Facebook e Twich!) dopo la prova della Royal Enfield Meteor 350. Se c’è un modello che, come pochi altri, ha fatto parlar tantissimo di sé addirittura prima della sua genesi è la Royal Enfield Himalayan 650.

La somma di due successi

Sì, perché nel nuovo e recente corso di Royal Enfield sono state due le tappe fondamentali del rilancio: la presentazione, nel 2016, della Himalayan, vintage-enduro monocilindrica che anche in Italia ha riscontrato un successo immediato, e il ritorno nel 2018 del bicilindrico marchiato con il logo delle antiche acciaierie britanniche, incarnato dal debutto di Interceptor e Continental GT. Con una potenza di 47 CV e un picco di coppia di 52 Nm ad un prezzo competitivo la nuova Himalayan potrebbe rappresentare la rivale più diretta della regina del marcato italiano, la Benelli TRK 502. Quindi l’addizione viene facile ai più: cosa succederebbe se quel motore trovasse posto nel telaio dell’avventurosa Himalayan? Le premesse indicano una possibile nuova best-seller per Royal Enfield.

Made in UK

Se fino a qualche settimana fa parlare di una Hymalayan bicilindrica poteva essere relegato alla categoria “fanta-motociclismo”, ora non è più così: fonti vicine alla Casa di Madras infatti assicurano che il piano di sviluppo per una vintage-enduro bicilindrica è già iniziato. La notizia però è che a differenza degli altri modelli lo sviluppo verrà eseguito interamente nel centro di Bruthinghorpe, nel Leicestershire, dove Royal Enfield ha la sua divisione europea.

Il nome è giusto?

Anche se siamo abituati a nomenclature che comprono più modelli di diversa cilindrata, creando vere e proprie famiglie, Royal Enfield potrebbe proseguire nel suo tradizionale percorso di differenziazione e non dar vita alla gamma Himalayan in doppia cilindrata. Torna calda quindi l’ipotesi della Scram, di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa, o della Sherpa, altro nome depositato dal marchio indo-britannico e che ben si accosterebbe con le mire da tutto-terreno di questa moto.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.
Leggi l'articolo completo