Tu sei qui

MotoGP, Puig: "Una vittoria importante per Marquez e Honda ma i problemi restano"

"Pensare di averli risolti sarebbe un errore, avremo altri alti e bassi in questa ragione. Bisogna ringraziare Marc per tutto quello che ha fatto"

MotoGP: Puig: "Una vittoria importante per Marquez e Honda ma i problemi restano"

Share


La vittoria di Marquez al Sachsenring è stata forse la sua importante di tutta la carriera. Perché ha rappresentato il ritorno alla normalità per il cannibale di Cervera. A commentare una giornata storica è il team manager Honda Alberto Puig.

Vincere al Sachsenring è stato molto importante - le sue parole - È stato un giorno incredibilmente importante, ancora di più per il pilota. Marc Marquez ha passato molto tempo soffrendo, senza coorrere, senza risultati e questo è molto doloroso per un pilota come lui. Dobbiamo apprezzare quello che ha fatto e ringraziarlo per tutti i suoi sforzi durante questo periodo, poi quello che ha fatto in Germania è stato davvero incredibile. È stato molto importante per il Repsol Honda Team, per tutto lo staff che lavora in HRC, tper utte le persone che ci supportano qui in pista e dietro le quinte, ingegneri, tecnici, tutti. È un giorno speciale. È un giorno per ringraziare tutti, specialmente Marc".

Il successo di Marc ha segnato anche il ritorno alla vittoria di Honda dopo 581 giorni di digiuno.

"Per un'azienda come la Honda, che è abituata a vincere molte gare nel corso della sua vita agonistica, questo periodo è stato molto doloroso - ha ammesso il team manager - Ma capiamo che la vita a volte può essere difficile e in questo momento abbiamo alcuni problemi. Stiamo lavorando per superarli nel miglior modo possibile, cercando di risolverli. Capiamo che abbiamo alcuni punti deboli, li abbiamo riconosciuti. Sappiamo anche che Marc non è al cento per cento della forma, domenica è stato un giorno importante perché abbiamo potuto vincere, ma non crediamo che i nostri problemi siano risolti. Lavoreremo per dare a tutti i nostri piloti, non solo a Marc, la migliore moto possibile”.

Non ci sarà però molto tempo per festeggiare, perché il GP di Assen è già alle porte.

"Penso che ogni membro della squadra avrà il proprio modo di godersi queste poche ore tra le gare e festeggerà a modo suo, soprattutto Marc - ha continuato Alberto - Ora ci spostiamo ad Assen e non ci sarà tempo per giocare lì. Arriveremo, scopriremo uno scenario completamente diverso, probabilmente farà freddo, con tanta pioggia, ma vedremo di nuovo qual è la storia".

Puig sa che una rondine non fa primavera e che un risultato positivo non può cambiare il volto della stagione.

"Parlando onestamente, non credo. Penso che dobbiamo risolvere i nostri problemi e Marc deve continuare a recuperare - la sua opinione - Avremo alti e bassi in questa stagione. Il risultato al Sachsenring è stato molto importante, ma non significa che ora abbiamo risolto tutto. Pensare così sarebbe un errore, dovremmo pensare a cosa possiamo migliorare poco a poco e affrontare la nuova battaglia ad Assen".

Articoli che potrebbero interessarti