Tu sei qui

Rossi pensa al dopo-MotoGP: nell'endurance con la Ferrari di Kessel

Nel caso Valentino dovesse decidere di ritirarsi avrebbe già pronto il piano B: il WEC dove potrebbe correre a Spa, Monza e Le Mans

MotoGP: Rossi pensa al dopo-MotoGP: nell'endurance con la Ferrari di Kessel

Share


Ancora due gare, Sachsenring e  Assen, prima che Valentino Rossi sfrutti le vacanze estive per decidere il suo futuro. Lo ha detto anche ieri, “i risultati saranno fondamentali”, e fino a questo momento non sono stati all’altezza delle aspettative. Il ritiro è quindi un eventualità concreta e il Dottore sta già pensando al suo futuro non più da pilota di MotoGP. I piani sono noti da tempo, perché in più di un’occasione ha dichiarato di volersi mettere dietro un volante e correre in qualche classica dell’Endurance, come la 24 Ore di Le Mans.

Valentino in passato, si è messo spesso alla prova sulle quattro ruote: nel Mondiale Rally e nel Rally di Monza, con qualche test sulla Formula1 e più recentemente proprio nell’endurance, nella 12 Ore del Golfo, in equipaggio con il fratello Luca Marini e l’amico Uccio Salucci.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, Rossi starebbe già battendo la strada per il suo futuro in auto. Il programma sarebbe quello di correre nel WEC, il campionato del mondo endurance, sulla Ferrari 488 GTE Evo del team Kessel Racing, lo stesso a cui si era appoggiato per le ultime 12 Ore.

Sarebbe un campionato che gli lascerebbe abbastanza tempo libero (per occuparsi anche della sua squadra in MotoGP) ma che d’altra parte si corre su piste mitiche, come Spa, Monza e naturalmente Le Mans. La soluzione perfetta per una pensione che non lo terrà lontano dalla velocità.

La possibilità che tutto questo accada c’è, ma prima dovrà decidere se i suoi giorni da pilota in MotoGP finiranno veramente a fine anno.

Articoli che potrebbero interessarti