Tu sei qui

Pirelli Supercorsa SC3: entra in pista e godi, termocoperte addio

Le abbiamo provate a Misano Adriatico: sono i nuovi pneumatici slick sviluppati in Superbike ma pensati per i track day. Si scaldano in un giro e non hanno bisogno di termocoperte

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


di Leslie Scazzola

Sul circuito intitolato a Marco Simoncelli è andato in scena il primo atto dei Pirelli Trackday 2021, gli eventi dedicati ai piloti amatori “gommati” con il Brand italiano, che successivamente farà tappa anche al Mugello (24 luglio) e a Vallelunga (28 e 29 agosto). Sul palcoscenico calcato poche ora prima dai piloti del Mondiale Superbike è andata in scienza una vera festa dei motori, con tantissimi appassionati pronti a sfidarsi in pista in sella alle loro moto. Impeccabile l’organizzazione, che inizialmente ha suddiviso i partecipanti per gruppi ben distinti in base alle (autoproclamate) velocità ed esperienze in circuito per poi amalgamare alla perfezione i gruppi in base ai riscontri certificati dai transponder in dotazione, così da limitare al massimo le potenziali situazioni di pericolo. Per noi è stata l’occasione per saggiare le qualità dei nuovi Supercorsa SC3, pneumatici slick dall’animo racing ma pensati non per le competizioni, bensì, appunto, per le prove libere domenicali.

Uno pneumatico sviluppato da Pirelli per assecondare le esigenze dei piloti amatori, che si inserisce nel (invero piccolo) gap esistente tra gli iper-performanti Supercorsa SCX, SC0 e SC1 e gommature intagliate omologate per l’uso stradale. Con i Supercorsa SC3, ovviamente, parliamo di pneumatici non utilizzabili nella circolazione su strada, bensì di prodotti che propongono un range di utilizzo maggiore rispetto alle coperture specifiche da competizione, quindi senza le spigolosità del carattere proprie di questi modelli.  

Addio alle termocoperte obbligatorie prima dell'uso

Scorrendo la scheda tecnica, ad esempio, balza all’occhio la possibilità di utilizzare questi pneumatici anche senza termocoperte, pratica fortemente sconsigliabile quando si utilizza una gomma prettamente racing perché più incline a strapparsi ed usurarsi in maniera anomala se non debitamente preriscaldata. Di più: grazie alla mescola specifica, i Supercorsa SC3 si propongono come pneumatici adatti ad affrontare più giornate in pista consecutivamente, pertanto senza evidenziare scadimenti prestazionali dovuti al susseguirsi di riscaldamento-raffreddamento come invece avviene per prodotti pensati per le performance più estreme. E a proposito di performance, abbiamo chiesto al due volte campione del mondo Manuel Poggiali quali sono secondo lui, a parità di moto e condizioni, le differenze tra le SC3 e una coppia di pneumatici da competizione. La risposta è stata molto indicativa, e la dice lunga sulle potenzialità di questi pneumatici: "un secondino circa".

La sfida: Supercorsa SC3 Vs Supercorsa SP

Per la presa di contatto con le SC3 abbiamo avuto a disposizione la nuovissima Aprilia RS660: la scelta è stata voluta in virtù dell’indole sportiva ma non espressamente pensata per la pista della bicilindrica veneta in configurazione stradale, condizione che ci avrebbe aiutato nell’interpretazione delle qualità sportive degli “slick per tutti”. Per prima cosa, il turno iniziale è stato affrontato con i Supercorsa SP, top di gamma Pirelli nell’ambito delle coperture sportive omologate per la strada. Il secondo turno, invece, l’abbiamo affrontato con le Supercorsa SC3, cogliendo immediatamente una delle loro particolarità: pronti-via, già dopo poche curve a gomme fredde abbiamo cominciato a tirare, forzando volutamente i tempi di riscaldamento proprio per saggiare le capacità “a freddo” decantate nella cartella stampa Pirelli. Bene, già alla fine del primo giro gli pneumatici erano pronti per essere spremuti a dovere, evidenziando tempi di warm-up davvero eccezionali.

In rapporto alle Supercorsa SP intagliate, l’extra grip offerto è abbastanza evidente soprattutto sull’anteriore, dove la gomma non innesca il benché minimo movimento in fase di frenata e ingresso curva ma, anzi, invita a osare sempre un po’ di più. Pur facendo i conti con la taratura standard “di compromesso” voluta da Aprilia per la sua RS 660, le Supercorsa SC3 si sono mostrate granitiche ed estremamente precise nell’appoggio, tanto che per sfruttare a fondo il loro potenziale è auspicabile intervenire sull’assetto standard donando maggiore precarica anteriore e posteriore (quindi più sostegno) nonché adottare una taratura idraulica del mono più adatta.

Finezze, dettagli che appagano l’utente alla ricerca delle sue massime prestazioni ma senza l’ansia di rovinare le gomme già dopo pochi giri ed essere costretto a sostituirle dopo ogni uscita in pista. Infatti, pur dopo una giornata a tutto gas, continui riscaldamenti e raffreddamenti, nonché essere passate sotto diverse “mani” (leggi: polsi) i Supercorsa SC3 non hanno mostrato il benché minimo segno di affaticamento, e questo, considerate le performance “quasi” da gara dovrebbe far riflettere più di un appassionato alle prese con l’annosa ricerca del pneumatico perfetto.

Seppure i 100 cv della media Aprilia non abbiano in alcun modo l’esuberanza per mettere alla frusta le slick SC3, è rimarchevole il fatto che mai una volta ci sia capitato di sentir lavorare il controllo di trazione. In questo senso, invece, abbiamo avuto la possibilità di sfruttare ogni stilla di potenza senza timore di ruotare il gas, anche a moto molto inclinata, apprezzando appieno la scorrevolezza e la velocità in curva offerta dalla bicilindrica di Noale.

Difetti? Nulla da segnalare, se resta bene impresso nella mente che con le SC3 non stiamo parlando di pneumatici votati alla ricerca del giro veloce da parte di professionisti del manubrio. Fintanto che i tempi sul giro resteranno distanti dai riferimenti assoluti dei circuiti, gli slick Supercorsa rappresentano invece una base più che solida sulla quale perfezionare la guida e la messa a punto della moto. Quando ci si avvicinerà al record sarà ora di passare all’ultimo step.

Abbigliamento utilizzato:

Casco: X-Lite X802 Ultra Carbon
Tuta Alpinestars GP3 Plus V3
Guanti Alpinestars GP Plus R V2
Stivali Alpinestars SMX-6 V2

Articoli che potrebbero interessarti