Tu sei qui

MotoGP, Un altro 'caso Iannone' di doping da nandrolone, vittima Shelby Houlihan

La mezzofondista statunitense si è difesa accusando carne contaminata, come nel caso del pilota dell'Aprilia, ma anche per lei è calata la scure dei 4 anni di sospensione. Salterà i giochi olimpici

MotoGP: Un altro 'caso Iannone' di doping da nandrolone, vittima Shelby Houlihan

Share


Un lancio della CNN ci informa che la 28enne americana Shelby Houlihan, detentrice del record dei 1500 e dei 5000, è stata bandita dallo sport per quattro anni dopo un test positivo per steroidi anabolizzanti che lei attribuisce per aver mangiato un burrito di maiale.
Houlihan ha detto di essere devastata dopo aver appreso della sospensione dall'Athletics Integrity Unit (AIU), un organismo indipendente che combatte il doping, dopo che è risultata positiva al nandrolone.

Lo stesso tipo di steroide per il quale è stato condannato Andrea Iannone.

Houlihan ha detto in un post su Instagram lunedì scorso di aver mangiato prima del test un burrito che conteneva carne di maiale, o frattaglie, che lei ha detto può aver portato ad un test positivo per nandrolone. Uno studio finanziato dalla World Anti-Doping Agency (WADA) ha detto di aver trovato tracce di nandrolone in quel tipo di carne e avvertito circa la possibilità di un falso positivo.

Il divieto impedirà alla 28enne di competere in prossimi US Olympic Trials e ai giochi olimpici di Tokyo.

 

Articoli che potrebbero interessarti