Tu sei qui

All'asta l'Alfa Romeo 155 V6 TI ITC di Nicola Larini

Prezzo di vendita stimato tra i 700 e gli 800 mila euro, è l'espressione finale della formidabile 155 DTM/ITC ufficiale Alfa Corse per il Campionato Turismo

Auto - News: All'asta l'Alfa Romeo 155 V6 TI ITC di Nicola Larini

Share


Se vi avanza qualche spicciolo e siete dei collezionisti, ecco qualcosa che dovrà fare per forza parte della vostra serie di auto. Siamo sul sito di aste RM, che propone questo capolavoro, la Alfa Romeo 155 DTM/ITC ufficiale Alfa Corse per il Campionato Turismo. Non avrebbe bisogno di presentazioni, per ogni appasionato che si rispetti. Parliamo di un'automobile dotata di un motore V6, 2,5 litri (tipo 690RC), con potenza nominale di fabbrica di 490 CV. Cambio semi-sequenziale a sei velocità e tutto il resto è pura poesia! L'auto che fu pilotata addirittura da un certo Nicola Larini durante la stagione ITC 1996, con vittorie al Mugello ed Interlagos. Rinfrescata dagli specialisti del marchio con molti componenti originali, vanta oltre 350.000 euro di fatture in archivio. Come se non bastasse, ha poi gareggiato nella serie DTM Classics nel 2019. Ora, potrebbe essere vostra...

Alfa Corse 155: un'auto, decine di vittorie

La storia parla delle seguenti date: dal 1992 al 1996. La berlina Alfa Romeo 155 è sicuramente da inserire tra le vetture Touring più formidabili al mondo. Omologato secondo le specifiche FIA Classe 1 per Vetture Turismo, il modello ha vinto in tutti i campionati in cui è stato schierato. L'anno d'esordio, 1992, vede il pilota ufficiale Nicola Larini vincere il Campionato Italiano Turismo. L'anno successivo lo ha visto dominare il campionato tedesco di vetture turismo. Ancora, Gabriele Tarquini, un altro pilota ufficiale, conquista il titolo nel British Touring Car nel 1994. Contemporaneamente, i privati che gestivano la 155 nel Campionato Spagnolo Touring Car, sono stati incoronati due volte consecutive, 1994 e 1995, campioni. Una vettura ufficiale, guidata dalla leggenda del DTM Fabrizio Giovinardi, si è assicurata la corona spagnola anche nel 1997. La vettura che ha conquistato tutto questo è la 155 V6 TI ITC, proprio quella oggetto dell'asta.

La Alfa Corse 155 V6 TI ITC del 1996

Come ogni 155 “Turismo” prodotta da Alfa Corse, è costruita attorno a un telaio in tubi di acciaio (numero SE065 005) ed una cella di sicurezza in fibra di carbonio rinforzata e avvolta, a sua volta, in un acciaio particolarmente sottile. La carrozzeria aveva una sola funzione estetica, montata attorno alla struttura, estremamente rigida, del telaio. Le sospensioni sono entrobordo e regolabili di derivazione F1, mentre i freni, ventilati, sono stati mantenuti dal 1995. Xtrac ha fornito un nuovo cambio semi-sequenziale a sei velocità con comando a palette.

Nel frattempo, le caratteristiche di stabilità richieste dall'ITC, includevano ABS, controllo della trazione e trazione integrale. Tuttavia, il V6 TI ITC ha ricevuto un notevole sviluppo sotto forma di un nuovo motore che presentava un blocco, a V di 90 gradi, ridisegnato ed alleggerito, molle delle valvole pneumatiche. Il propulsore "690RC" ha l’inizio della zona rossa a 11.900 giri/min ed aveva una potenza dichiarata di 490 cavalli. I 100 km/h si raggiungono in soli 2,5 secondi mentre la velocità massima è di oltre 300 km/h. Questo cambio di motore avvenne durante la metà della stagione ITC del 1996, riportando immediatamente la 155 alla competizioni, quando debuttò a Silverstone il 18 agosto.

Da Silverstone in poi, la 155 ITC con motore 690RC ha ottenuto la pole position in metà delle competizioni rimanenti, si è assicurata nove giri più veloci e ha vinto otto delle 14 gare rimanenti alla fine del campionato. Questa drammatica svolta ha consentito all'Alfa Romeo di superare la Mercedes-Benz nel Campionato Costruttori, mentre il pilota ufficiale Alessandro Nannini è passato dal sesto al terzo posto assoluto nella classifica valida per il titolo piloti.

Telaio ITC 005

Molto lo fai il telaio 005, guidato da Nicola Larini alla pole position a Magny-Cours e al Mugello, con la livrea ufficiale Alfa Corse-Martini ed il numero 5. Larini e il telaio 005 si sono assicurati la vittoria assoluta a Interlagos ed al Mugello nel corso di una stagione da 95 punti in 14 gare (buono per l'11° posto assoluto). Larini si è anche assicurato il sesto posto assoluto nell'ultima gara della stagione ITC 1996, svoltasi sul circuito di Suzuka il 10 novembre. Dopo la stagione ITC 1996, il telaio 005 è stato restituito all'Alfa Corse e, successivamente, mantenuto da almeno due diversi proprietari, entrambi basati nel nord Italia fino a quando, nel 2018, non è stato acquistato dal conferente ed importato in Germania.

350.000 euro di lavori

A partire da luglio 2018, l'attuale propiretario dall'auto ha arruolato gli specialisti del marchio della Scuderia Gran Tourismo di Irschenberg, in Germania, per preparare l'auto per le gare nella serie inaugurale DTM Classics. Le fatture in archivio mostrano oltre 350.000 euro spesi negli ultimi cinque anni per riportare e mantenere questo simbolo di auto per le corse Turismo al massimo della sua forma di vettura da corsa vincente. Una particolare attenzione è stata prestata al mantenimento dell’affascinante patina del telaio e dei componenti originali. Pertanto, il sedile da corsa e il volante originali di Larini, ancora con la data della corsa indicata, rimangono nell'abitacolo.

L'auto splendidamente restaurata ha vinto al suo debutto nel DTM Classics al Norisring il 7 luglio 2019 e, successivamente, si è classificata quarta al Lausitzring il 25 agosto 2019. Il telaio 005 ha visto anche la pista dell'Autodromo di Modena, durante la produzione di una serie di video del collega giornalista italiano Davide Cironi per il suo programma Drive Experience. Nel marzo 2020, il motore e la trasmissione del telaio 005 sono stati ricostruiti e testati al banco secondo le specifiche Alfa Corse, dall'officina Lindlmaier Motortechnik di Heldenstein, in Germania. Avete preparato l'assegno?

Articoli che potrebbero interessarti