Tu sei qui

ERaid 2021: 1.000 km "green", dalla Dakar all'elettrico

Si è chiuso ieri il raid dedicato alle auto elettriche. Organizzata da Cromatica, vede la partnership di Enel X. In "regia" Daniele Papi, ex direttore sportivo Yamaha alla Dakar del 1984

Auto - News: ERaid 2021: 1.000 km "green", dalla Dakar all'elettrico

Share


Quante volte avete pensato di attraversare l'Italia... ma, ci avete mai pensato a farlo con una auto elettrica? Ecco l'idea, E RAID, un evento dedicato alle autovetture mosse da motore elettrico, regolarmente in vendita sul territorio della Comunità Europea. Erano previsti quattro percorsi in altrettante giornate, e sono stati rilevati i consumi di energia delle singole vetture al fine di evidenziare le strategie e l’abilità degli equipaggi nell’esaltare le proprie doti ottimizzando l’efficienza energetica del mezzo. Le vetture, nell’assoluto rispetto delle norme previste per la circolazione, hanno percorso strade di varia natura, attraversando le piazze che hanno reso al mondo l’immagine dello splendore rinascimentale italiano. 

1.000 km in totale

Ogni tappa aveva una percorrenza compresa tra i 166 ed i 288 km, per un totale di circa 1000 km nei quattro giorni. E' stato fornito ai partecipanti un roadbook, al quale si sono dovuti attenere per transitare dai punti di controllo previsti. Il rifornimento di energia è avvenuto tramite una card solo presso le colonnine indicate dall’organizzatore. Gli equipaggi hanno poi avuto la facoltà di gestire i tempi di percorrenza lungo l’intero tragitto, senza tralasciare le opportunità turistico-culturali, che sono state illustrate e suggerite dall’organizzazione. Ai fini di una lettura dei dati rilevati, basata sulla capacità dei conduttori, di massimizzare l’efficienza del mezzo, contenendo il consumo di energia e i tempi di ricarica, le vetture sono state suddivise in due categorie: batteria con capacità fino a 45kWh e oltre 45 kWh.

Le tappe della Maratona Eraid 2021

Dalla Lombardia alla Toscana, l’itinerario della maratona Eraid 2021 era ricco di cose da vedere. Ecco come è stato suddiviso:

- 10 Giugno 2021: Verifiche e tecniche e briefing. Partenza in direzione Monza per passare da Piazza Roma, dove si trova il celebre Arengario, fino ad arrivare all’Autodromo Nazionale, altra sede del MIMO 2021.
11 Giugno 2021: Giro in pista a Monza sulla storica sopraelevata, e poi si procede verso Varano de’ Melegari (Parma), sfruttando un itinerario scelto dagli equipaggi per meglio sfruttare le peculiarità della vettura.
12 Giugno 2021: la Dallara Academy ha accolto i “maratoneti a batteria”, e Giampaolo Dallara ha mostrato le officine che progettano la Formula E. Dopo un giro allo stabilimento Ferrari, si è proseguito verso Pistoia e il suo Duomo attraverso l’appennino tosco-emiliano.
13 Giugno 2021: i maratoneti hanno fatto tappa al Mugello e poi ad Arezzo, dirigendosi poi verso la Valdichiana e alla Piazza Grande di Montepulciano. L’arrivo era a Siena.
14 Giugno 2021: Da Siena si è passati per Moteriggioni e si è arrivati a Campo de’ Miracoli, a Pisa. Da qui si è andati verso Lucca e da lì, attraverso la Garfagnana, per vedere le cave di marmo di Carrara e giungere a Pietrasanta.
I treni di Italo, sponsor dell’evento, hanno riportato a casa tutti i partecipanti.

Chiudiamo con le parole dell’ing. Giampaolo Dallara: “Il futuro è elettrico, sia sulle vetture da corsa che nei tanti differenti modelli di produzione presenti all’Eraid; ma persino nelle nostre abitazioni e nelle infrastrutture che devono e dovranno sempre più consentire di alimentare questo nuovo mondo". Qui trovate ulteriori info. Apputamento all'anno prossimo!

Articoli che potrebbero interessarti