Tu sei qui

SBK, Bassani: "Studio Rinaldi perché abbiamo lo stile di guida simile"

Il portacolori Motocorsa Racing sorprende per tutto il week-end e finisce 7° in Gara 2: "Abbiamo lavorato bene fin dal venerdì, anche se ho sofferto nel gestire la gomma anteriore. Rispetto agli ufficiali, possiamo lavorare su più aree della moto"

SBK: Bassani: "Studio Rinaldi perché abbiamo lo stile di guida simile"

Share


Grande rivelazione del fine settimana al Misano World Circuit Marco Simoncelli, Axel Bassani si è messo in mostra attraverso due settime posizione nelle gare “lunghe” e una sesta nella Superpole Race. Mai così incisivo dal debutto nel World Superbike, il pilota di Feltre ha sfruttato alla perfezione le caratteristiche della Panigale V4-R lungo i 4.226 metri dell’impianto di Santamonica, confermando i buoni progressi dall’avvio della stagione.

Ho avuto diverse difficoltà nella gestione dello pneumatico anteriore, in tal senso le alte temperature hanno inciso notevolmente - ha detto - pur partendo sesto, allo spegnimento dei semafori ho perso numerose posizioni. Un completo disastro. Ciononostante, col prosieguo dei passaggi, sono riuscito a impostare il mio ritmo, rimontando sino al settimo posto.

Dai trascorsi nell’Europeo SuperStock 600 e World SuperSport 600, prima di questo week-end il 21enne aveva ottenuto soltanto una 11esima posizione quale miglior piazzamento nella top class delle derivate di serie in quel di Estoril.

“Eravamo competitivi anche nel precedente appuntamento in Portogallo - ha precisato - purtroppo, la domenica un problema elettronico ci aveva impedito di portare a casa un risultato migliore. Qui a Misano abbiamo lavorato egregiamente fin dal venerdì e le prestazioni in pista lo hanno confermato.

Il giovanissimo baluardo azzurro sta vivendo in modo positivo l’esperienza all’interno del Team Motocorsa Racing, struttura a stretta collaborazione con la Casa di Borgo Panigale.

“Fondamentalmente, la mia moto è la stessa di Michael e Scott. Però, a differenza loro, essendo noi una formazione satellite, abbiamo la possibilità di intervenire in maggiori aree. Al contempo, entrambi hanno parecchia più esperienza di me. Questo fattore incide in modo importante e battagliare contro piloti del calibro di Sykes e Bautista mi ha aiutato”.

In chiave maturazione personale, ogni volta Bassani cerca di studiare la tecnica del compagno di marca, nonché amico, Rinaldi nella formazione ufficiale.

In questo momento mi sto focalizzando sullo stile di Michael perché siamo simili tra di noi. Alvaro, invece, è assai veloce, tuttavia, non è semplice ricalcare il suo. Non digerisco la pista di Donington Park. Valuteremo più avanti, adesso dobbiamo goderci il presente”, ha concluso.

 

Articoli che potrebbero interessarti