Tu sei qui

SBK, Magico Rinaldi: porta in trionfo la Ducati a Misano, 3° Rea con jolly

Rinaldi conquista il primo succeso in Aruba.it Racing-Ducati al termine di una corsa perfetta. Jonnhy Rea rischia di cadere, si salva e chiude sul podio. Secondo Toprak Razgatlioglu, Scott Redding non va oltre la quarta piazza. Settimo Axel Bassani

SBK: Magico Rinaldi: porta in trionfo la Ducati a Misano, 3° Rea con jolly

Share


Sono passati esattamente 368 giorni (un anno e tre giorni ad essere precisi) dal successo in quel di Aragon, quest'oggi Michael Ruben Rinaldi ha concesso finalmente il bis in Gara 1 della Superbike al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Alla prima-storica affermazione sotto le insegne Aruba.it Racing-Ducati, in grande forma nelle libere di ieri e questa mattina, tra le mura amiche il riminese si è dimostrato assolutamente impeccabile sin dallo spegnimento dei semafori: partito a fionda dalla quarta casella dello schieramento, ha dapprima "bruciato" i diretti rivali, resistendo in secondo luogo alla pressione di Jonathan Rea.

Il clamoroso colpo di scena è giunto a metà della contesa, quando il pluri-campione di categoria (nel tentativo di restare aggrappato agli scarichi della Panigale V4-R) ha rischiato di scivolare in percorrenza della Variante del Parco: il Cannibale è stato abile nel salvare-alla-Marc Marquez tramite l'utilizzo del gomito la propria Ninja ZX-10RR (QUI il pezzo relativo). Da quel momento in poi, Rinaldi non ha fatto altro che gestire la situazione e il nuovo pneumatico SCX al posteriore (introdotto questo week-end da Pirelli), tagliando il traguardo con quasi quattro secondi di margine e mandando in visibilio i 5.000 tifosi (di cui buona parte della Casa di Borgo Panigale) presenti in circuito.

Se Rea, una volta ripartito, si è dovuto accontentare della terza posizione (in ogni caso portando a casa punti importanti in ottica campionato), a sorridere (ma relativamente..) è senz'altro Toprak Razgatlioglu: secondo posto, quarto podio su cinque manche disputate e altrettanti punticini rosicchiati, adesso a -31 dall'inglese.

A proposito di Regno Unito, Scott Redding non è andato oltre la quarta posizione, staccato addirittura di dieci secondi dal compagno di squadra, fino a questo momento mai realmente competitivo sull'impianto di Santamonica. Insomma, da un lato del box Ducati si festeggia per la possibile svolta della stagione, mentre dall'altro si riflette per capire cosa non stia funzionando. Alle sue spalle, il connazionale Alex Lowes (Kawasaki Racing Team World SBK), sesto Alvaro Bautista (Team HRC). Da sottolineare la positiva prestazione di Axel Bassani (Motocorsa Racing), in settima posizione, mentre Tom Sykes (BMW Motorrad), Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX) e Michael Van der Mark (BMW Motorrad) hanno completato la top-10.

Archiviata questa incandescente Gara 1, lo sguardo di piloti e squadre del World Superbike è già rivolto a domani: alle 11 la partenza della "breve" Superpole Race di 10 giri, la quale deciderà la griglia di partenza di Gara 2 (in programma alle 14).

I RISULTATI DI GARA 1:

14:35 MICHAEL RUBEN RINALDI TRIONFA IN GARA 1 SUPERBIKE!!! Tifosi Ducati in visibilio sugli spalti alla curva del Carro. Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea tagliano il traguardo rispettivamente in seconda e terza posizione. Seguono Scott Redding e Alex Lowes, mentre la volata per il sesto posto va ad Alvaro Bautista.

14:32 ULTIMO GIRO. Pochi metri separano Michael Ruben Rinaldi dal successo!! 

14:30 Giro 20 di 21. Bautista e Bassani hanno entrambi sorpassato Sykes. Nono Andrea Locatelli, difronte ad un anonimo Michael Van der Mark sulla seconda M1000RR.

14:26 Giro 17 di 21. Gruppetto di mischia composto da Tom Sykes, Alvaro Bautista e Axel Bassani in lotta per il sesto posto. Davanti, Rinaldi sta gestendo al meglio situazione e pneumatici. Dopo il rischio preso in precedenza, Rea non riesce a raggiungere la R1 di Razgatlioglu.

14:23 Giro 15 di 21. Nelle retrovie, intensa battaglia tra Kohta Nozane e Leon Haslam per la 12esima posizione a suon di incroci in ingresso e usicta di curva.

14:19 A terra Chaz Davies alla Rio, rider ok. Il baluardo del Team Go Eleven deve dire addio ai suoi sogni di rimonta. Nel frattempo, Rinaldi ha quasi quattro secondi di margine su Razgatlioglu. Segue Rea a otto decimi dal turco. Più attardato Redding. Giro 14 di 21.

14:15 COLPO DI SCENA!!! SALVATAGGIO ALLA MARC MARQUEZ DI JOHNNY REA IN PERCORRENZA DELLA VARIANTE DEL PARCO!!! Il britannico ha perso l'anteriore, riuscendo a non cadere grazie alle proprie abilità fisiche. Ciononostante, ha dovuto rallentare vistosamente finendo alle spalle di Razgatlioglu. Numero da circo.

14:13 Siamo giunti al giro 9 di 21. Da segnalare la buona gara fino a questo momento di Axel Bassani in nona posizione, mentre è scivolato in 11esima posizione Lucas Mahias dopo l'ottima qualifica della mattina.

14:11 Fase di studio: Rea preferisce non forzare il sorpasso nei confronti di Rinaldi. Razgatlioglu ha preso mezzo secondo di margine su Redding. Seguono Alex Lowes e Tom Sykes.

14:08 Razgatlioglu comprende bene la situazione e attacca immediatamente Redding in percorrenza della Rio!!! Sale in terza posizione il turco di Yamaha, vedremo se riuscirà a colmare il gap con la coppia di testa. Dietro, invece, Chaz Davies sta rimontando dalla decima posizione, adesso è settimo. 

14:05 La coppia di testa composta da Rinaldi e Rea (staccati di pochi decimi l'uno dall'altro) ha preso già oltre un secondo sulla terza posizione di Redding, a sua volta nel mirino di Razgatlioglu. Giro 4 di 21.

14:02 Finisce il primo dei 21 passaggi. Rinaldi in testa, alle sue spalle: Rea, Redding, Razgatlioglu, Lowes, Sykes. Attenzione al britannico di Kawasaki che si è incollato agli scarichi della Panigale V4-R del portacolori Aruba.it Racing-Ducati.

14:00 Via via, sono partiti!!! Ottima scatto dalla quarta casella dello schieramento di Michael Ruben Rinaldi che brucia Johnny Rea e Toprak Razgatlioglu per portarsi al comando delle operazioni alla staccata della Quercia!!! Si infiamma subito la gara sin dai primissimi metri.

13:55 Mancano circa cinque minuti alla spegnimento dei semafori. I piloti si stanno apprestando ad effettuare il giro di ricognizione. Dalle notizie in nostro possesso, Rea e Redding hanno optato per la stessa identica specifica al posteriore, diversa invece la scelta dello pneumatico anteriore. 

13:50 Reduce dalla rocambolesca carambola di Estoril con Garrett Gerloff (penalizzato successivamente dalla race direction, oggi dovrà scattare dalla pit lane), Michael Ruben Rinaldi è atteso al riscatto. Nelle libere di ieri pomeriggio e questa mattina, il portacolori Aruba.it Racing-Ducati ha mostrato di avere dote un ottimo ritmo. Sarà da tenere sotto osservazione.

13:47 Sale la temperatura in griglia, così come quella dell'asfalto: stiamo raggiungendo quota 53°, un fattore che influenzerà le scelte degli pneumatici da parte dei piloti in questi minuti che ci separano dalla partenza.

13:45 Tanti personaggio illustri sono giunti in Riviera questo fine settimana, ieri Gigi Dall'Igna, oggi Claudio Domenicali. Nella foto sottostante lo si può vedere al colloquio in pit lane, tra cui Giovanni Copioli (responsabile FMI).

13:40 Amici di GPOne! Siamo tornati in diretta dal Misano World Circuit Marco Simoncelli in occasione della partenza di Gara 1 della Superbike. Tra circa 20 minuti il semaforo verde. Scatterà dalla pole position Jonathan Rea, autore di una perfetta Superpole, la 30esima in carriera nella top class delle derivate di serie con tanto di record del circuito. Con il portacolori Kawasaki Racing Team, in prima fila ci saranno anche Toprak Razgatlioglu e Scott Redding. Quarto, invece, Michael Ruben Rinaldi, mattatore della giornata di ieri. 

Appuntamento alle ore 14 per il via di Gara 1 a Misano con Johnny Rea e la Kawasaki che partiranno davanti al gruppo in occasione del terzo round stagionale

Articoli che potrebbero interessarti