Tu sei qui

SBK, Gerloff: "L'incidente con Rinaldi all'Estoril? Non guardo i social"

"Non ho controllato i social, mi dispiace per entrambi e ho capito l'errore". Lo statunitense 5° nella combinata: "Bene al mattino, mentre nel pomeriggio ho sofferto più del previsto. La vittoria spero arrivi presto"

SBK: Gerloff: "L'incidente con Rinaldi all'Estoril? Non guardo i social"

Share


In grande forma nella prima sessione di prove libere al Misano World Circuit Marco Simoncelli con il terzo crono in 1’34”923, nella FP2 Garrett Gerloff ha arrancato in undicesima posizione a oltre un secondo di ritardo dal leader di giornata Michael Ruben Rinaldi. Malgrado la prestazione non propriamente idilliaca, il portacolori GRT Yamaha World SBK Team ha chiuso complessivamente in quinta posizione.

“Sono soddisfatto della prestazione di questa mattina, la moto era perfettamente bilanciata sotto ogni punto di vista - ha esordito - nel pomeriggio, invece, ho sofferto più del previsto nel tentativo di trovare un adeguato ritmo. Dobbiamo analizzare i dati e domani cercheremo di fare del nostro meglio”.

Alla seconda stagione completa nella top class del Mondiale delle derivate di serie e consapevole dei tre podi conseguiti nel finale di 2020, lo statunitense è sempre in caccia della prima-storica affermazione.

Sento di avere il supporto dell’intera squadra e abbiamo le carte in regola per giocarci la vittoria. Rispetto allo scorso anno, abbiamo effettuati notevoli passi in avanti. Tuttavia, affinché il successo arrivi, ciascun tassello deve andare al proprio posto. Stiamo facendo un ottimo lavoro e spero che avvenga il prima possibile”.

Ciononostante, nelle settimane passate a tenere banco è stato l’incidente avuto in quel dell' Estoril proprio con il pilota del team Aruba.it Racing-Ducati, con tanto di critiche ricevute sui personali canali social.

“Detto sinceramente, non ho nè controllato quanto scritto sui social nè badato alle critiche. Ovviamente mi dispiace per quanto accaduto, lo sono sia per me e soprattutto per Michael. Entrambi ci trovavamo nelle posizioni di vertice e, nel cercare di preservare le gomme, ho frenato in anticipo perdendo improvvisamente il controllo della YZF-R1. Non era mia intenzione colpirlo. Ho capito l’errore e in più sono stato penalizzato dalla direzione gara, per cui non ho voglia di soffermarmi ulteriormente su questa vicenda, ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti