Tu sei qui

Se Moto Guzzi tornasse a correre nei Rally? La V85 TT diventerebbe così

Un ritorno alla Dakar sarebbe impossibile, ma gli appassionati se la metterebbero subito nel box! Ecco la Moto Guzzi V90 Tijuana Racer by Oberdan Bezzi

Moto - News: Se Moto Guzzi tornasse a correre nei Rally? La V85 TT diventerebbe così

Share


C'erano una volta le grosse bicilindriche che partecipavano ai Rally Raid, tra cui la Dakar. Erano gigantesche, potenti, veloci e... pericolose. Ecco perché si decise per le mono, mandando in pensione, almeno per alcune gare, le moto con due cilindri. A molti piacerebbe rivedere queste "mucche" in azione, ed è per questo che il designer Oberdan Bezzi ha deciso di realizzare una moto, via di mezzo tra la Moto Guzzi V9 e la Moto Guzzi V85TT. Il risultato, ha il nome di Moto Guzzi V90 Tijuana Racer.

Moto Guzzi V90 Tijuana Racer, nata per la Baja 1000

Ripartiamo dall'inizio: se Moto Guzzi tornasse a correre nei Rally? La V85TT, decisamente ritoccata, diventerebbe così come la vedete in foto. Nel caso di Bezzi, ha deciso di sfruttare però la più potente V9. Vi state chiedendo qualcosa su cosa sia Tijuana? Per chi non mastica terreno, anzi, polvere, Tijuana è stata la citta di partenza della prima Baja 1000, un rally raid che si svolge in Messico sin dal 1967. Già, era il lontano 1967 quando si svolse per la prima volta questa gara, proprio con partenza da Tijuana, in direzione La-Paz. Solo nel 1995 si ripartì da lì. Insomma, un nome azzeccato per una moto che, da questi schizzi, sembrerebbe nata per "viaggiare" nel deserto per tutte quelle ore.

Moto Guzzi e la Dakar

Ripercorrendo la storia di Moto Guzzi, troveremo anche delle partecipazioni alla storica Parigi-Dakar. Già, sembra incredibile, ma in quella prima edizione del 1979, vinta da Cyril Neveu sulla mitica Yamaha XT500, ci fu anche Moto Guzzi. La Casa di Mandello portò delle V50 modificate (e neanche tanto), cinque moto, tutte arrivate alla fine. Bernard Rigoni concluse la gara 48esimo assoluto. Ci riprovarono anche nei due anni successivi, ma le cose non andarono bene. Poi fu il turno di Claudio Torri, alias “Barabba” con la V65 Baja e ci riprovò nel 1988 e nel 1991. Prima con la T.A.P. 750 e poi con una Moto Guzzi Severe dotata del bicilindrico 940 della SP (testate invertite, telaio in alluminio, trasmissione a catena, etc...).

Tornando alla Moto Guzzi V90 Tijuana Racer, troviamo un design "tutto spigolo" e non mancano dei particolari in fibra di carbonio. Addio cupolino, sella snella da enduro per moversi agevolmente e codino da enduro specialistica. Scarico alto, paramani e tanti altri particolari che la rendono ideale per correre in un deserto. L'idea, è un po' quella della meravigliosa BMW HP2 Enduro, perché non realizzarla? Quanto vi piacerebbe vedere un "attrezzo" come questo sulle nostre strade?

Articoli che potrebbero interessarti