Tu sei qui

SBK, I piloti vincono il braccio di ferro: da Misano due gomme per la Superpole

Dopo quanto accaduto all’Estoril, in Riviera verrà introdotta una gomma supplementare per la qualifica, ma Pirelli porta altre due novità

SBK: I piloti vincono il braccio di ferro: da Misano due gomme per la Superpole

Share


La Superbike sbarca in Riviera per il terzo appuntamento stagionale. Una weekend che si preannuncia incandescente, non solo per squadre e Piloti, ma anche per Pirelli, la quale offre il proprio supporto in tutte le categorie.

Per quanto riguarda la WorldSBK, le novità principali sono rappresentate dalla nuova SCX di sviluppo in specifica A0557 al posteriore e dalla nuova SC1 di sviluppo in specifica A0508 all’anteriore. Nella WorldSSP invece debutta la soluzione super morbida di gamma SCX nella misura 190/60 per la classe Supersport, che rispetto alla SC0 di gamma, è in grado di offrire più grip.

Il Misano World Circuit Marco Simoncelli, progettato nel 1969, ha iniziato ad ospitare competizioni sportive nel 1972 e nel corso degli anni è stato oggetto di svariati lavori di ammodernamento. Attualmente presenta un chilometraggio pari a 4226 metri, di cui 1850 di rettilinei con quello di arrivo lungo 510 metri, con 10 curve a destra e 6 a sinistra.

Nel 2015 il circuito è stato completamente riasfaltato con una formulazione specifica dell’asfalto volta a contrastare gli effetti della salsedine e dell'umidità. L’asfalto piuttosto abrasivo e le alte temperature tipiche di quest’area, che possono compromettere la precisione delle traiettorie e la pulizia nella guida, lo rendono un tracciato abbastanza impegnativo per i pneumatici soprattutto per la presenza di curve destrorse che impongono alle gomme un elevato stress meccanico e termico sulla spalla impegnata.

Le soluzioni per le classi WorldSBK e WorldSSP

A Misano Adriatico per il terzo round stagionale del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike Pirelli porta 4647 pneumatici che includono, come di consueto, sia soluzioni da asciutto che pneumatici intermedi e da bagnato per tutte le classi.

Nella WorldSBK i piloti hanno a disposizione un totale di 6 soluzioni di gara slick, 3 anteriori e altrettante posteriori. Per quanto riguarda le opzioni anteriori, Pirelli conferma due delle tre soluzioni già utilizzate ad Aragón ed Estoril ovvero: la SC1 di gamma in mescola morbida e la SC1 di sviluppo Z0628 sempre in mescola morbida. A queste si aggiunge la nuova SC1 di sviluppo A0508, che presenta una mescola leggermente più morbida rispetto al pneumatico di gamma per massimizzare il grip e il feeling nella fase di massimo angolo di piega.

Due soluzioni di gamma ed una novità per le opzioni posteriori. Anche in questo round saranno presenti la super morbida SCX e la morbida SC0 di gamma. La terza opzione sarà invece la nuova SCX di sviluppo A0557, che utilizza la stessa mescola della SCX di gamma ma una nuova struttura che migliora il supporto e la stabilità in fase di accelerazione.

In aggiunta a queste tre soluzioni posteriori da gara, Pirelli conferma la soluzione da qualifica in specifica Y0449, utilizzata con successo ad Aragón ed Estoril, e che a partire da Misano sarà disponibile nel numero di due unità per pilota.

Nella classe WorldSSP i piloti potranno scegliere tra cinque soluzioni da asciutto, due anteriori e tre posteriori. All’anteriore sono disponibili, come ad Aragón ed Estoril, la soluzione morbida SC1 di gamma e la media SC2 di gamma. Al posteriore, alle soluzioni di gamma morbida SC0 e media SC1 verrà affiancata anche la super morbida SCX di gamma, che farà a Misano il suo debutto assoluto in questa classe.

 

Le statistiche 2019 Pirelli per Misano Circuit

Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 3755

Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 8 posteriori.

Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 34 anteriori e 39 posteriori.

Numero di soluzioni per la classe WorldSSP (asciutto, intermedia e bagnato): 4 anteriori e 4 posteriori.

Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 20 anteriori e 22 posteriori

Best Lap Awards WorldSBK vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) in 1'46.130 al 4° giro (Gara 1) e Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR), in 1'36.814 al 2° giro (Gara 2)

Temperatura in Gara 1: aria 23° C, asfalto 26° C

Temperatura in Gara 2: aria 25° C, asfalto 51° C

Velocità massima raggiunta dai pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 276,9 km/h, realizzata da Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R) e da Michele Pirro (BARNI Racing Team / Ducati Panigale V4 R) al 1° giro

Best Lap Awards WorldSSP vinto da: Federico Caricasulo (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6), in 1'39.930 al 4° giro

Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa nella gara WorldSSP: 240 km/h, realizzata da Federico Caricasulo (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) al 16° e 17° giro

Articoli che potrebbero interessarti