Tu sei qui

Moto2, KTM senza rivali: Gardner vince a Barcellona, 2° Raul Fernandez!

I due alfieri Ajo fanno gara a parte con l’australiano che festeggia al meglio il passaggio in MotoGP, 3° Vierge seguito da Bezzecchi, unico italiano in top ten, caduto Di Giannantonio

Moto2: KTM senza rivali: Gardner vince a Barcellona, 2° Raul Fernandez!

Share


Che domenica per la KTM, verrebbe proprio da dire così! Nel primo pomeriggio il trionfo di Miguel Oliveira in MotoGP, poi la ciliegina sulla torta regalata da Remy Gardner. Il pilota australiano non poteva festeggiare in modo migliore il passaggio in MotoGP nella prossima stagione, conquistando il trionfo nel Gran Premio della Catalogna.

Una gara che per certi versi ricorda quella di settimana scorsa al Mugello, con gli alfieri Ajo capaci di andare in fuga e fare gara a sè. Il risultato anche in questa occasione è lo stesso visto in Toscana, con Gardner che piega Raul Fernandez. E pensare che il giovane spagnolo ci ha provato in tutti i modi a mettere i bastoni tra le ruote al compagno, ma a 4 giri dalla conclusione è stato costretto ad alzare bandiera bianca.

Gardner chiude quindi in bellezza il weekend con pole e vittoria che gli consentono l’allungo nel Mondiale, mentre Raul conferma ancora una volta il proprio potenziale, tanto che per la terza volta consecutiva Ajo porta a casa il successo. A completare il podio è Xavie Vierge, che sulla pista di casa ha la meglio nei confronti di Marco Bezzecchi.

Resta quindi giù dal podio il portacolori dello Sky Racing Team VR46, costretto a fare i conti con una gara tutta in rimonta che lo vedeva partire dalla quarta fila. Il romagnolo è comunque il migliore della pattuglia tricolore, seguito da Augusto Fernandez e Bo Bendsneyder. Soltanto settimo invece Sam Lowes, mentre decimo Joe Roberts. Di sicuro ci si aspettava qualcosa di più dal britannico e dall’americano, costretti a recitare una parte da spettatori.

Domenica amara invece per i nostri connazionali, a partire da Fabio Di Giannantonio, caduto a terra in seguito a un contatto con Garzo. Stesso discorso per Lorenzo Dalla Porta, così come Ogura, Ramirez e Canet. Tornando alla classifica, 12° Arenas, poi Arbolino, Vietti, Luthi e Corsi, 17° Bulega, poi Dixon e Beaubier. Nelle retrovie Baldassarri e Manzi.  

Sul podio i piloti hanno indossato una maglia in memoria di Jason Dupasquier.

Articoli che potrebbero interessarti