Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Oggi non mi sono piaciuto, mi sono innervosito per il vento"

"Non ho guidato bene in qualifica, ma la Ducati funziona alla grande. Quartararo cercherà di scappare, ma non so se il più forte sia lui od Oliveira"

MotoGP: Bagnaia: "Oggi non mi sono piaciuto, mi sono innervosito per il vento"

Share


Pecco Bagnaia ha qualcosa da recriminare e a se stesso. Il pilota della Ducati non si nasconde dietro a un dito e si prende le sue colpe dopo un 9° posto in qualifica a Barcellona che è decisamente sotto le aspettative. “Oggi non mi sono piaciuto per come ho guidato e devo imparare da questa esperienza” dice.

Cosa è successo?
Questa mattina ero stato competitivo, nonostante abbia provato un setting che non mi piaceva riuscivo a essere veloce. Nel pomeriggio mi sono fatto condizionare dal vento, mi sono innervosito e non ho guidato bene né in FP4 né in qualifica. Devo imparare da quello che è successo, perché può accadere nuovamente nel corso della stagione”.

È qualcosa che ti preoccupa?
No, perché in FP3 la moto ha funzionato veramente bene, era tutto a posto: basta dire che in qualifica ho girato più piano che al mattino. Cercherò di trovare quella tranquillità che nel pomeriggio mi è mancata e sono sicuro che non sarà un problema riuscirci.

Però Quartararo partirà dalla pole. È lui il favorito per la gara?
Penso che Fabio e Oliveira siano i due più forti. Miguel ha un vantaggio in accelerazione, ha più trazione, ma fatica in entrata di curva, quindi sarà una lotta equilibrata fra loro due. È difficile capire chi dei due sia il migliore”.

Quale sarà la tua strategia?
La partenza sarà fondamentale. So che Quartararo vorrà aprire un gap, ma bisogna anche pensare che sarà importante riuscire a essere costanti nella seconda metà di gara. Il fatto è che tutti consumiamo tanto la gomma posteriore e qualcuno anche l’anteriore. In questo senso, la KTM sembra essere quella messa meglio, ma anche noi siamo bravi nella gestione degli pneumatici, lo scorso anno avevo recuperato molte posizioni nel finale. Potrei rifarlo, ma non posso perdere troppo tempo all’inizio”.

Hai le idee chiare sulla scelta della gomma posteriore?
La media è troppo soffice, c’è il rischio di graining, e la dura troppo dura. Però io dovrò fare qualche sorpasso all’inizio e credo che Fabio userà la media, quindi forse quella sarà la scelta giusta anche per me”.

Miller e Zarco potrebbero bloccare la fuga di Quartararo partendo dalla prima fila?
Sicuramente cercheranno di fare il loro ritmo e per me sarà fondamentale non perdere posizioni. So di aver un buon passo e quello di Johann è allineato al mio, Jack è un po’ più distante, ma alla fine siamo tutti vicini”.

Articoli che potrebbero interessarti