Tu sei qui

Moto Morini X-Cape 650: eccola qui, ma per ora solo per la Cina.

Presentata in Cina la crossover X-Cape 650, secondo di due modelli dotato del motore bicilindrico da 650 cc che Moto Morini sta tenendo in serbo da almeno un paio di anni.

Moto - News: Moto Morini X-Cape 650: eccola qui, ma per ora solo per la Cina.

Share


A EICMA 2019 Moto Morini portava in passerella ben tre modelli, tutti equipaggiati con motori due cilindri: oltre alla Super Scrambler 1200 da 116 cv, c'erano anche la Seiemmezzo e la X-Cape. Questi ultimi due sono modelli entry level, rispettivamente una naked e una crossover di media cilindrata spinti dallo stesso motore da 650 cc e 48 CV. Ma dopo quella presentazione, non se ne è più saputo nulla.

DA MILANO A PECHINO

Sono quindi almeno due anni che l'ex casa bolognese (ora ha sede in provincia di Pavia), tra tempi di ricerca e sviluppo e presentazione, ha in mente di lanciare sul mercato questi due modelli. Di quelle tre moto, abbiamo provato la Super Scrambler 1200 nell'autunno scorso, riconoscendone le doti dinamiche. La Seiemmezzo e la X-Cape invece non sono mai andate oltre la pubblicazione sul sito ufficiale del costruttore italiano, coperte per altro da un banner che ne annuncia l'arrivo più o meno presto. Ma una delle due è rispuntata dall'altra parte del mondo: a Pechino infatti si è svolto un evento con il quale è stata presentata, e quindi anche lanciata nel mercato cinese, la Moto Morini X-Cape 650. La rivale di riferimento è molto competitiva perché è la Royal Enfield Himalayan, una moto che ha già un mercato radicato e che è quindi difficile da combattere.

CARATTERISTICHE

Ma la Morini X-Cape può controbattere giocando delle carte molto valide, come per esempio una componentistica di buona qualità, che la pongono forse su un gradino più alto rispetto la domanda di mercato tipica dell'area asiatica. Le sue caratteristiche infatti sono esattamente le stesse di quelle che si trovano nella scheda tecnica della versione presentata due anni fa.

La moto è stata completamente sviluppata in Italia e conferma l'estetica svelata nel 2019, con la carenatura anteriore che scende nella parte mediana e integra un doppio gruppo ottico full LED e un ampio parabrezza. La ciclistica è composta da una forcella Marzocchi e un monoammortizzatore regolabile KYB, sulla ruota anteriore da 19” sono montati uno pneumatico da 110/80 e due dischi da 298 mm con pinze flottanti a due pistoncini, mentre sulla posteriore da 17” invece uno pneumatico da 150/70 e un disco da 255 mm con pinza a 2 pistoncini.

Non manca la dotazione tecnologica, con impianto frenante Brembo con ABS Bosch 9.1 disinseribile, un moderno display TFT con connessione Bluetooth multi-persona, proiezione su schermo intelligente, chiamata di navigazione, allarme visualizzazione pressione pneumatici e commutazione automatica del sensore di luce. Con un serbatoio da 18 litri, garantisce una buona autonomia per lunghe percorrenze (sempre a seconda del polso di ognuno) e un peso in ordine di marcia di circa 230 kg.

Il motore, come già detto sopra, è il bicilindrico da 648 cc in grado di erogare una potenza massima di 61 CV a 8.500 giri e una coppia di 56 Nm a 7.000 giri e di raggiungere una velocità massima dichiarata di 175 km/h.
La Moto Morini X-Cape 650 ha un peso a secco di 213 kg ed è disponibile in tre colorazioni: Blanco White, Dolomite Red e Carrara Grey. Viste le sue caratteristiche è un peccato non vederla ancora in Italia, dove potrebbe riscontrare un buon risultato, visto il successo della Benelli TRK 502 e con la quale sarebbe interessante vederla in competizione. Chissà, forse un giorno.

Articoli che potrebbero interessarti